ALMEIDA. «SE DOMANI SONO IN GIORNATA, POSSO GUADAGNARE ANCORA»

GIRO D'ITALIA | 16/10/2020 | 18:29
di Giorgia Monguzzi

 


Joao Almeida è sempre più padrone della rosa e anche oggi ha voluto dimostrarlo sprintando nel finale e prendendosi i 6 secondi di abbuono grazie alla seconda posizione otteuta alle spalle di Diegi Ulissi. Si tratta del decimo giorno in rosa per il portacolori del team Deceuninck Quick Step che, tappa dopo tappa, dimostra di essere un avversario veramente pericoloso in vista della vittoria finale.


«Nel tratto finale della tappa di oggi correvamo su delle strade che conosco veramente bene, ciclisticamente sono praticamente cresciuto qui quando correvo nella Trevigiani. Tutto questo mi ha parecchio aiutato perché avevo già provato le salite e sapevo dove erano i punti più pericolosi, come le curve. Oggi per me è stato il decimo giorno in rosa, più vado avanti, più ho l’impressione di raggiungere una sempre maggiore consapevolezza e anche in gruppo iniziano a considerarmi un avversario pericoloso per la classifica. Domani partire per la cronometro per ultimo indossando la rosa sarà molto emozionante, personalmente non vedo l’ora che arrivi quel momento».

Domani per gli uomini di classifica sarà una tappa fondamentale: una cronometro individuale di 34 chilometri da Conegliano a Valdobbiadene che sicuramente provocherà molti cambiamenti nella generale, come conferma lo stesso Almeida.

«Quella di domani sarà una tappa molto impegnativa, nella quale non si può sbagliare nulla. Non ho mai fatto una cronometro così lunga, ma se sono in buona giornata posso tenere la maglia e addirittura provare ad incrementare il mio vantaggio. Rimane comunque la possibilità di avere una giornata storta, quella può capitare a tutti: se così sarà cercherò di limitare i danni e guarderò avanti, alla fine sono ancora molte le occasioni in cui si può perdere terreno ma anche recuperarlo».

Domani e nelle prossime tappe in salita gli uomini di classifica di certo non si risparmieranno. I primi sei della generale sono tutti racchiusi in poco più di un minuto, tanti avversari terribili pronti a partire all’assalto della maglia rosa.

«È impossibile dire quale sia il corridore o il team più pericoloso, magari ce ne fosse solo uno - ammette la maglia rosa -: l’ultima settimana sarà molto dura per tutti, non c’è un unico avversario pericoloso, ma purtroppo lo sono tutti. Fuglsang, dopo quello che è accaduto nella tappa di Tortoreto, è quello più attardato, ma è forse uno dei più pericolosi perché è imprevedibile, se è in buona condizione può prendermi un minuto come niente. Dobbiamo sempre tenere sotto controllo la situazione perché tutto può succedere: ne è stato un esempio la Ntt che ieri ha voluto imporre un ritmo incredibile, non possiamo mai distrarci».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
E come english. In sense of Giro’s official language. Sorry, rewind. I come inglese. Nel senso di lingua ufficiale del Giro. Perlomeno, la più utilizzata: sui profili social della corsa, l’italiano scritto è come un italiano in gara, viene...


La giornata più importante del Giro d'Italia è iniziata con una brutta avventura domestica per il ct Davide Cassani. Stamane, infatti, è rimasto vittima di un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi ed ha riportato alla mente quello...


Alla Vuelta di Spagna un altro ritiro importante: si tratta di Thibaut Pinot, che oggi non si è presentato al via della terza tappa che prevede l'arrivo in salita da Lodosa a La Laguna Negra. Il corridore della Groupama Fdj...


La nuova collezione invernale Equipe offre una naturale estensione dell’Assos Layering System, un sistema che abbina capi, quindi strati diversi, per garantire a chi pedala durante l’inverno la massima stabilità a livello di temperatura corporea. Il passaggio è semplice, più...


Giovanni Visconti non prenderà il via nella 18^ tappa del Giro d'Italia da Pinzolo ai Laghi di Cancano. Come informa Paolo Raugei, dottore della Vini Zabù - Brado - KTM, il siciliano soffriva da alcuni giorni di una tendinite del...


RCS Sport, in accordo con l'UCI (Union Cycliste Internationale) e con le squadre al Giro d'Italia, ha sottoposto queste ultime ad ulteriori controlli antigenici, al fine di rafforzare le misure sanitarie previste dal protocollo UCI, e nel rispetto delle misure...


Anche noi siamo sulla nostra Cima Coppi, la vetta più alta e più bella che la corsa rosa affronterà quest’oggi, mentre noi l’abbiamo scalata inconsapevoli ieri. Un altro record, per quanto ci riguarda pazzesco: in un solo giorno 145.142 visitatori,...


Comunque vada la corsa, non avrà tempo di brindare in cima allo Stelvio e allora lo facciamo qui, tutti insieme perché il traguardo che taglia oggi Roberto Bettini è davvero importante. «Succede anche questo nel 2020: si cambia decennio, il...


Stelvio chiuso da ieri pomeriggio verso le 17, ma qualcuno ha deciso di salire comunque in vetta e di dormire al gelo. Pochi, pochissimi, 15 persone in tutto (contate passando in auto stanotte). Soluzioni come tenda, e inevitabile mangiata...


Guerciotti è pronta a presentare la sua nuova gamma elettrica, che sarà svelata lunedi 26 ottobre alle ore 19.00 su tutti i canali social dell’azienda milanese. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155