PROMESSA, SORPRESA, PRESTIGIO: I SEGRETI DELLA MAGA ALE

GIRO D'ITALIA | 12/10/2020 | 07:55
di Pier Augusto Stagi

Per un anno è scomparsa, ora spera che non si dissolva anche il Giro d’Italia. «Il pericolo c’è, ed è sotto gli occhi di tutti, la questione è molto più delicata di quanto si possa pensare. Troppa gente in partenza, troppa all’arrivo: a Brindisi la situazione era folle, ci vuole più senso di responsabilità da parte di tutti».


Sparita dalla circolazione Alessandra De Stefano si ripresenta. Uscita dai radar e in particolare da quelli del “Processo alla Tappa”, poi eccola ricomparire dopo un anno come per magia e, già che c’è, questa volta è lei a far qualcosa di eccezionale, tra cronaca e illusionismo. Alessandra De Stefano, la signora del Giro, inviata Rai dal 2000 con più di 40 Grandi Giri in valigia, di cui 21 a tinte rosa e oggi vice direttore con delega web e rubriche, fa comparire corridori in studio che nella realtà non ci sono. È la “mandrakata” voluta proprio da Maga Ale.


Il Giro risale lenta la Penisola, con mille incognite e qualche timore di carattere sanitario-meteorologico. «Non sarà facile salire su vette come quelle dello Stelvio o del Colle dell’Agnello, così come dell’Izoard», dice. 

E come ogni mago che si rispetti prova a illudere, magari illudendosi. «Io ci spero, vorrei che si arrivi a Milano, ma il caso della positività di Simon Yates ci ha gettato un po’ nello sconforto».

In magia c’è la promessa, la sorpresa e il prestigio. La promessa a Maga Ale presenta qualcosa di conosciuto e di ordinario: il Processo alla tappa. Per la svolta la Maga Ale prende l’ordinario e lo trasforma in qualcosa di straordinario. Ma calma, Maga Ale non ha ancora finito, manca la sorpresa: è il prestigio. Ed ecco che nel suo studio tappa del Processo, con Daniele Bennati e Stefano Garzelli a debita distanza, sfilano anche Nibali e Sagan, Viviani e Pozzovivo. Loro sul palco non ci sono, sono solo una illusione. Una sorta di teletrasporto voluto da Maga Ale e Alessandro Fabretti, e reso possibile dal genio della lampada, in questo caso Davide Meda, responsabile del settore realtà aumentata di casa Rai. «Avevamo un problema: come portare i corridori sul palco facendo rispettare loro la bolla – spiega Maga Ale -. Io e Alessandro (Fabretti, ndr) ci si siamo messi lì a pensare e ci è venuta questa idea che Davide Meda ha reso possibile. È un “green screen”, esattamente come già avviene per le previsioni del tempo dove l’esperto di meteorologia parla davanti ad uno schermo verde sul quale vengono proiettate le immagini dell’Italia e delle perturbazioni. La stessa cosa viene fatto qui al Processo: Nibali è in zona motorhome, la sua immagine viene proiettata qui accanto a me, dove c’è appunto uno “green screen”».

Maga Ale spera nell’ultima magia: la più grande. Continuare a raccontare questo fantastico Giro che rischia di scomparire. «Dobbiamo sperare in un effetto di illusionismo senza farci illusioni – dice lei -: puntiamo sull’effetto sorpresa». Promessa, sorpresa, prestigio.

 

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Bene..
12 ottobre 2020 18:51 lele
..noto con piacere che il 50% dei miei commenti(educati e mai volgari) son sempre bannati. W la liberta di parola!

Il più grande desiderio di Alessandra De Stefano
12 ottobre 2020 23:54 Monti1970
È quello di annullare la tappa dello Stelvio e quella del colle Dell’Agnello.
Sta facendo la danza della neve fin dalla tappa di Palermo
Non si sa il perché ma è così!
Pensandoci sarebbe un fallimento per il Giro e quindi anche per la Rai( di cui è vicedirettrice dello sport)
Quale oscuro motivo ci sarà dietro???

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155