LE CASSE DELL'UCI SONO VUOTE E, SOLO PER IL GIRO, LA VAR NON C'È

GIRO D'ITALIA | 04/10/2020 | 12:53
di Pier Augusto Stagi

Sul Garibaldi, la guida ufficiale del Giro d’Italia, sono riportati il nome e il cognome dell’uomo che avrebbe dovuto seguire il Var (componente di giuria, support/TV): Gianluca Crocetti, che in materia è chiaramente un’autorità, per non dire un'autentica certezza, essendo stato il primo a ricoprire questo ruolo e avendo di conseguenza occhio e sensibilità non comuni.  C’è scritto, ma non c’è. Non c’è il Var. Come tuttobiciweb vi aveva dato contezza a fine luglio, l’Uci non naviga in buone acque e non sono i soli. La pandemia ha messo in difficoltà un po’ tutti, compreso il mondo della bicicletta e questa mattina, Luca Gialanella, resposabile delle pagine del ciclismo su Gazzetta dello Sport ci rende edotti con assoluta chiarezza.


«E la Var non c’è più, e la Var non c’è più – scrive Gialanella -. Ci doveva essere, qui al Giro d’Italia, e poi anche alla Vuelta. Ma non ci sarà. Invece è presente oggi alla Liegi-Bastogne-Liegi, domenica 18 al Fiandre e il 25 alla Roubaix. Non va bene, per niente. La corsa rosa è forse una competizione di serie B e allora la Var, cioè il giudice dell’Uci (la federazione mondiale) che scruta il comportamento del gruppo con l’occhio delle telecamere tv, può saltare? Nel 2020 sarà presente solo al Tour de France e alle 5 classiche-monumento: queste le indicazioni.Alla Gazzetta risulta che la decisione dell’Uci sia puramente economica: in tempo di pandemia, con le restrizioni al bilancio legate alla cancellazione del 71% del calendario con diminuzione dei proventi dalle tasse di iscrizioni, i soldi non sono tanti, la federciclo mondiale ha tagliato anche tanti dipendenti dalla sede di Aigle e lo spostamento dell’Olimpiade al 2021 ha posticipato l’arrivo di un assegno da almeno venti milioni di euro. Ma è inaccettabile che l’innovazione tecnologica più importante degli ultimi anni, inaugurata proprio in Italia alla Sanremo 2018, venga messa nel cassetto per il Giro d’Italia». Come dargli torto.


 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155