TEAM MONTI. SCENDE IN CAMPO LA FEDERAZIONE

CONTINENTAL | 30/01/2020 | 10:51
di Guido La Marca

La puntata odierna (ammesso che sia una sola...) del «Caso Monti» prende toni istituzionali. Nella vicenda, sollecitata dagli atleti coinvolti, scende in campo la Federazione Ciclistica Italiana.


È stata recapitata ieri al Team Monti una lettera con diffida da adempiere: cinque giorni (a partire dal 29 gennaio) per sanare una situazione gravemente problematica.


La Federazione sottolinea come l'affiliazione della Società sia stata validata solo lunedì 27 gennaio mentre i contratti con i corridori sono stati sottoscritti ad ottobre 2019 e come a tutt'oggi nessun atleta o membro dello staff risulti tesserato. Non solo, alla Federazione non è giunta mai alcuna copia di contratti di sponsorizzazione e di contratto assicurativo, mentre è stata recapitata copia di un bonifico mai accreditato.

Al Team Monti, come detto, la Federazione concede cinque giorni per completare tutti gli adempimenti previsti oppure consentire l'immediato svincolo degli atleti contrattualizzati.

Qualora queste condizioni non venissero soddisfatte, la Federazione si riceva ogni azione a tutela dei diritti degli atleti coinvolti.

I cinque giorni scadono domenica 2 febbraio, attendiamo sviluppi entro la mattinata di lunedì 3 ma l'impressione è che non bisognerà aspettare fino ad allora...

Nell'allegato, la lettera inviata dalla Federazione al Team Monti

 


Copyright © TBW
COMMENTI
ma il manager dove erà?
30 gennaio 2020 12:25 limatore
Il manager di una formazione che sia anche solo continental deve essere preparato e a conoscenza delle normative federali e UCI. I tempi sono importanti e devono essere rispettati. La "catena incatricchiata 2020" ha già il vincitore

una barzelletta...
30 gennaio 2020 13:03 pietrogiuliani
La Federazione chiede a Monti di sistemare tutto in 5 giorni, e lo ritiene in pratica il solo “colpevole” di questo enorme patatrac, quando invece l’unica sua vera colpa è stata quella di essersi fidato ciecamente di ex atleti, ed ex tecnici (che da anni ruotano in questo ambiente e che la Federazione conosce bene). Uomini che lo hanno consigliato malissimo, facendogli fare scelte pessime ed investimenti azzardati ed irrazionali. Un passo più lungo della gamba di proporzioni che rasentano il limite della ridicolezza.
Tony Monti è mosso dalla passione e soltanto da quella. E’ un ex ciclista, amante della bicicletta (come lo era anche il padre), e ciò che ha fatto, lo ha fatto senza reali interessi di sponsor, ma solo per l’amore verso questo sport e per il bene degli atleti che avrebbe voluto lanciare con successo. Lui si occupa di finanza e non ha aziende che necessitano un ritorno di immagine. La sua colpa, ribadisco, è stata quella di mettersi in “mano” ad un gruppo di megalomani per lo più incompetenti. Il che non è poco, è vero. Ma da qui a considerarlo l’unico responsabile, dopo aver letto le sue dichiarazioni, mi sembra assolutamente paradossale. A questo punto penso che sarebbe più corretto che la Federazione chiedesse valide spiegazioni anche a coloro che lo hanno “affossato” in questa situazione. Non trovo giusto infatti prendersela soltanto con lui, esclusivamente perché ha avuto gli attributi ed il coraggio di prendersi le proprie responsabilità, mettendoci tra l’altro la faccia, al contrario invece di chi, tempo zero, si è dileguato ….
A questo punto consiglierei Tony Monti di lasciare tutti liberi di andare dove vogliono … visto che questi intendevano fare una squadra spendendo così tanti soldi (prendendo più personale che atleti) per poi andare a correre nei dilettanti alla San Geo …. praticamente una barzelletta..

Tesseramento
30 gennaio 2020 13:08 angelog
Scusate la mia ignoranza, ma i tesseramenti non avvengono dopo l'affiliazione? pertanto se l'affiliazione è datata 27 comunicata il 28 come potevano essere già tesserati?

SCUSATE...
30 gennaio 2020 13:57 gigo
Ma da cosa dovrebbe svincolare la FCI? Senza tesseramento non esiste vincolo... i contratti sono carta straccia: non stiamo parlando di professionisti

Monti
30 gennaio 2020 19:36 Anbronte
Questi ultimi tre commenti perfetti.

Pietro Giuliani
31 gennaio 2020 12:06 Paracarro
D’accordissimo con te

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
A seguito di alcune note stampa riguardanti il Velodromo di Spresiano la Federciclismo, per voce del Segretario Generale Marcello Tolu, tiene a precisare che: “Il Velodromo di Spresiano è sicuramente strategico all'interno delle progettualità federali. A tal proposito ci pare...


Il Team DSM ha accettato di rescindere il contratto con Tiesj Benoot. Durante la loro stagione 2021 - scrive il Team DSM in un comunicato ufficiale - è parso evidente che Benoot non era in grado di mantenere i suoi...


Si è chiuso lo stage di 3 giorni di casa Colpack Ballan. La formazione orobica, del Presidente Beppe Colleoni, per il 2022 presenta l'inserimento di 2 nuovi atleti stranieri. Si tratta dell'irlandese Ronan O'Connor e dello spagnolo Ruben Sanchez. Tocca...


Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI