TRE VALLI. ROGLIC: «VITTORIE DI SQUADRA E ADESSO... IL LOMBARDIA»

PROFESSIONISTI | 08/10/2019 | 18:00
di Giorgia Monguzzi

 

Sembra proprio non dover finire la scia di successi stagionali per Primoz Roglic che lascia l’ennesimo sigillo in terra italiana. È sua infatti la vittoria nella novantanovesima edizione della Tre Valli Varesine, ultima prova del trittico regione Lombardia e che nel finale è stata piuttosto movimentata.

«Fin da questa mattina con il team siamo partiti con una sola idea in testa: vincere – ha raccontato subito dopo l’arrivo -. Eravamo una delle squadre più forti e questo lo sapevamo, così abbiamo deciso di prenderci la responsabilità fin dall’inizio e fare in modo che i fuggitivi non prendessero troppo il largo. Devo ringraziare innanzitutto i miei compagni di squadra, hanno fatto un lavoro veramente incredibile, il ritmo che abbiamo tenuto ci ha permesso di scremare il gruppo di molte unità».

La vittoria finale di Roglic è stata senza ombra di dubbio facilitata dell’inconveniente del gruppo di Vincenzo NIbali che è rimasto attardato a causa di uno sbaglio di percorso, un dato di fatto che lo stesso sloveno non nasconde. «Sono molto dispiaciuto per i ragazzi che nel finale hanno sbagliato strada, sono stati molto sfortunati, sicuramente la corsa sarebbe andata in tutt’altro modo, però non posso nascondere che sono veramente felice per la mia vittoria, per questa volta mi è andata bene. Il finale è stato davvero complicato da gestire, avevo paura che ci fosse uno sprint a ranghi ristretti così ho cercato di seguire tutti quelli che nel finale hanno provato ad attaccare. Quando, in seguito ad un mio tentativo, mi sono accorto che nessuno era stato in grado di seguire il mio passo ho tirato dritto».

Il successo alla Tre Valli va ulteriormente ad impreziosire la stagione 2019 che è stata costellata da molte vittorie fin dall’inizio anno. «Sto vivendo una stagione fantastica, sono andato forte fin dall’inizio e mi sembra una cosa veramente incredibile: l’unico rammarico che potrei avere è quello per il Giro d’Italia, in molti mi hanno detto che la squadra non era all’altezza e che avevo molte chance di vittoria, ma per quello che mi riguarda quello è un terzo posto che vale oro. Era la prima volta che ci presentavamo da favoriti ad un grande giro e quindi è stata una prima esperienza un po’ per tutti, ma la grande vittoria alla Vuelta ha un po’ pareggiato i conti – spiega –. Ora mi aspetta una nuova sfida, l’ultima per me in questa stagione. Sabato si corre il giro di Lombardia, è una corsa che mi è sempre piaciuta e voglio veramente dare il meglio di me; sono totalmente focalizzato su quell’obiettivo infatti non farò nessuna altra corsa in preparazione».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Una cronometro di altissimo livello oggi a Imola, con l’oro conquistato da Filippo Ganna, mentre l’argento è andato ad un deluso Wout van Aert, che sperava di vincere la maglia iridata. «Non potevo andare meglio oggi. Al momento c'è ancora...


Vento forte su Imola, fortissimo, esagerato. E la struttura del traguardo mondiale non regge la violenza degli agenti atmosferici, si abbatte, si accartoccia su se stessa. Per fortuna nessun addetto ai lavori è rimasto ferito nel crollo. Un vero e...


Un oro è per sempre ma quello di Filippo Ganna è un oro speciale, è il primo che l’Italia vince nella cronometro iridata. Lo scorso anno il ragazzo di Verbania aveva conquistato il bronzo nello York Shire e, meglio di...


Dopo la vittoria all’Europeo, lo svizzero Stefan Küng è salito anche sul podio mondiale. Voleva la medaglia più preziosa, ma ha dovuto fare i conti con uno straordinario Filippo Ganna e con un altrettanto forte belga Wout...


Amore Infinito è lo slogan che da alcuni anni accompagna il Giro d'Italia e la Vini Zabù KTM, innamorata della Corsa Rosa, peresenta la selezione per quello che è il suo ritorno a due anni di distanza dall'ultima volta.BEVILACQUA SIMONE...


L'UCI  ha ufficializzato oggi il calendario della stagione su strada 2021. Sulla carta tutte le gare tornano nella loro sede naturale e la speranza è che la pandemia consenta davvero di ritrovare la regolarità della stagione. Una considerazione, mancano alcune...


Sono sei gli appuntamenti internazionali del calendario femminile italiano 2021. Da segnalare che non appare il Giro dell'Emilia mentre c'è il Gran Premio Beghelli, che quest'anno non si è disputato, e la novità della Tre Valli Varesine a fine stagione,...


Filippo Ganna scrive una grande pagina di storia del ciclismo italiano: mai un azzurro era riuscito a conquistare la maglia iridata nella prova a cronometro. Il gigante verbanese c'è riuscito a Imola, sulle strade di casa ha avuto la meglio...


Si dice sempre che i ciclisti siano degli eroi e non sono parole vane. L'ultimo esempio ce l'ha regalato Chloe Dygert che questa mattina ha posato sui social: «Quando sono caduta ho pensato: se recupero la bici posso ancora vincere?...


Una diversità funzionale, qualunque essa sia, non impedisce a nessuno di praticare uno sport meraviglioso come il ciclismo. Da qui nasce Idemticos, il nuovo progetto con cui la Fondazione Contador, grazie alla decisiva collaborazione di Cofidis, vuole promuovere l'attività ciclistica...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155