GIRO. CIMA: «UNA GIOIA INCREDIBILE, GRAZIE A TUTTI»

GIRO D'ITALIA | 30/05/2019 | 17:25
di Carlo Malvestio

Nonostante abbia appena vinto una tappa al Giro d’Italia, Damiano Cima si dimostra calmo e composto. La voce si incrina solamente quando dedica la vittoria al nonno e all’amico scomparso lo scorso anno. Il bresciano ha così raccontato la folle tappa che lo ha visto arrivare a Santa Maria di Sala a braccia alzate: «Non è stato facile andare in fuga, perché c'era controllo per la maglia ciclamino – spiega in conferenza stampa -. Siamo rimasti in tre e abbiamo collaborato bene fino all'arrivo. Voglio ringraziare anche Maestri e Denz, abbiamo lavorato tutti al massimo. Nel finale ho cercato di mantenere la calma, non ho mai pensato di poter arrivare, sapevo che l'ultima curva era a 1800 metri e solo in quel momento ho cominciato a crederci. L'unica cartuccia che avevo era aspettare fino ai 200 metri e poi partire con lo sprint e dare tutto. Ringrazio la squadra che mi ha dato l'opportunità di essere al Giro e il direttore Mario Manzoni che mi ha portato al professionismo. Per noi della Nippo Fantini Faizané è una grande vittoria».


Il commento a caldo era stato appena più appassionato: «È il sogno di una vita che si realizza. Qualsiasi ragazzo che inizia a correre ha un grande sogno, quello di vincere una tappa al Giro d'Italia. Voglio ringraziare la mia famigalia, la mia fidanzata Veronica, la squadra e tutti quelli che mi sostengono».


Dopo più di 900 chilometri in fuga in questo Giro per Damiano, che ha un fratello, Imerio, anche lui alla Nippo-Vini Fantini-Faizanè, è arrivata la soddisfazione più grande possibile: «Il mio compito in questo Giro era entrare in queste fughe e oggi è andata particolarmente bene. È una bella cosa per la mia famiglia avere due corridori tra i professionisti. Ho un bel rapporto con mio fratello, spesso ci alleniamo insieme, a seconda di quello che c’è da fare. Ci motiviamo a vicenda. La nostra ambizione è quella di arrivare nel WorldTour e grazie a questa squadra possiamo sperarci».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È tornato a casa, all’Astana, non certo a Altea, dove in questi giorni Vincenzo Nibali si trova in ritiro con la sua nuova-vecchia squadra. Prima un volo in Kazakistan per la presentazione, poi un altro per raggiungere la penisola iberica...


Sarà per i 214 cm che ne tradiscono il passato cestistico, ma Tomas Van den Spiegel è chiaramente un uomo che vola alto. L’ex pivot di Fortitudo Bologna e Virtus Roma è dal 2018 CEO di Flanders Classics, la società...


L’annunciata perturbazione ha innevato Brinzio nella giornata di oggi, 8 dicembre, tradizionalmente dedicata alla Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. Uno scenario tipicamente invernale che però non ha scoraggiato alcuni appassionati di ciclismo che si sono ritrovati con...


Sono avversarie, ma sono sempre sorelle. Elisa e Arianna Bianchi sono le nuove promesse del ciclismo bresciano e non solo. Spaziano con facilità dal ciclocross alla mountain bike e sono brave anche su strada. Entrambe tricolori con due titoli a...


Chi è la più spericolata in gruppo? La più simpatica? La più brontolona? Meglio un tecnico uomo o donna? Cosa non tolleri nelle persone? Sei fidanzata? Sono solo alcune delle tante domande a cui sono state sottoposte Maria Giulia Confalonieri...


Il nuovo lupetto invernale di SIXS sfrutta l’innovativo materiale BLAZEFIT, un portento che con l’aiuto del Rame va a definire nuovi standard termici per combattere il freddo invernale durante l’attività sportiva. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Il 13 dicembre, a Madrid, si alzerà ufficialmente il sipario sulla Drone Hopper-Androni Giocattoli. Nuovo sponsor e nuovi colori, ma a guidare il team ci sarà il caro vecchio entusiasmo di Gianni Savio. 22 corridori, con età media di 24...


Mathieu van der Poel vuole continuare a sorprendere ancora e tra i suoi obiettivi, oltre a un Mondiale su strada e su Mountain bike, adesso ci sarebbe l’idea di conquistare il titolo iridato Gravel. L’olandese negli Stati Uniti a gennaio...


La più reale è W VERDI: significa Viva Vittorio Emanuele Re D’Italia, e comparve sui muri di Milano e Venezia durante il Risorgimento. La più comica è W LA FOCA: il titolo di un film italiano del 1982, con Bombolo,...


Ieri pomeriggio l'annuncio della rescissione del contratto con il Team DSM, poche ore più tardi Tiesj Benoot ha ufficializzato che correrà per il Team Jumbo-Visma nelle prossime due stagioni. Il 27enne corridore fiammingo, già vincitore delle Strade Bianche, spiega:...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI