SCANDALO DOPING IN AUSTRIA. PREIDLER SI COSTITUISCE E CONFESSA

DOPING | 04/03/2019 | 10:51

Lo scandalo doping che ha travolto l’Austria non conosce confini e promette di allargarsi anche oltre i confini e coinvolgere in maniera sempre più pesante il ciclismo. Dopo Stefan Denifl, fermato e reo confesso, oggi è Georg Preidler, 28 anni, corridore della Groupama FDJ, che ha confessato al quotidiano The Kronen di «non poter vivere a lungo con questo segreto» e si è costituito alla polizia di Graz.

«Questi ultimi cinque giorni sono stati un incubo, non sapevo se sarei stato scoperto, non sapevo se questo dottore avrebbe confessato tutto. È stato l'errore più grande della mia vita, tutto quello che posso dire è che non potevo vivere con la consapevolezza che avevo imbrogliato», ha aggiunto il ciclista affermando di aver iniziato a doparsi solo "recentemente" e che le sue vittorie, in particolare quella al Giro di Polonia, erano «pulite». E ancora: «Mi sono sottoposto a prelievi, non ho mai usato quel sangue, ma solo il pensiero e l'intenzione fraudolenta sono già un crimine».

Preidler, che si è presentato in commissariato ieri mattina, spiega: «Sui corridori ci sono pressioni sempre crescenti per ottenere nuovi contratti e andare più forte. E ad un certo punto la soglia di inibizione svanisce e ci sono medici che assicurano che sia impossibile essere scoperti. Perché l’ho fatto? Perché ci sono periodi in cui ti alleni tutti i giorni e non fai nemmeno un progresso. Così ad un certo punto vuoi di più e il doping ematico non sembra nemmeno troppo complicato. Questi medici ti scelgono e vengono da te: ero bravo senza doping, non ho mai fatto ricorso ad alcun trucco e questo mi rendeva interessante per loro».

Infine un pensiero inquietante: «Le prossime settimane saranno difficili per me. Non conosco i nomi di altri atleti, ma posso immaginare che ci sarà un terremoto internazionale».

Nel frattempo le indagini vanno avanti e si stanno spostando anche in Germania, dopo l’arresto di Mark Schmidt, ex medico sociale della Gerolsteiner.

Immediata la presa di posizione della Groupama FDJ: «La formazione Groupama-FDJ è stata informata ieri dal corridore Georg Preidler della sua confessione spontanea riguardo il suo coinvolgimento imperdonabile nell’affare Seefeld. Il corridore, che ha raggiunto la nostra squadra un anno fa, ha riconosciuto di essersi sottoposto a due prelievi di sangue sul finire del 2018.
Tenuto conto della gravità dei fatti in totale contrapposizione ai prinicpi etici sempre difesi dalla squadra, Marc Madiot ha preso atto delle dimissioni di Preidler con effetto immediato.   
La Groupama-FDJ condanna l’operato del corridore e ha preso immediatamente contatto con l’UCI, l’OCLAESP, l’AFLD e il MPCC per informarli sul caso».

ARTICOLI CORRELATI

STEFAN DENIFL ARRESTATO NELL'PPERAZIONE SEEFELD: CONFESSA SUBITO

Copyright © TBW
COMMENTI
La solita solfa...
4 marzo 2019 13:31 The rider
Mi dopo da poco, il sangue è mio ma non l'ho mai usato (volevo usarlo per fare beneficenza....), ecc. ecc. ecc.
Meno male che per i giornalai della Rai il Ciclismo è pulito.
Pontimau.

Poco male...
4 marzo 2019 14:57 lele
...fra qualche anno farà da chioccia ai giovani ciclisti e Team Manager di una squadra!

Se il baraccone funzionasse veramente
4 marzo 2019 15:28 berto
questi due corridori dovevano già essere stati fermati attraverso il passaporto biologico... e invece....? Siamo alle comiche.

Adesso mi spiego
4 marzo 2019 16:31 SERMONETAN
Ragazzi questo George Preidler quando era nel Team Americano Type saliva le antenne del CIRCEO dopo 180km con il 53/17 lo affiancavo con lo scooter e mi dicevo adesso scala neanche per sogno tt e 5 km con pendenza media 8 e tratti al 12/3 x cento,Quella salita l'ha fatta tante volte il grande Pantani ,Di LUCA Cunego Garzelli,e tanti tanti Prof. e mai nessuno con quei rapporti.

Bravi Commentantari sportivi
4 marzo 2019 18:31 9colli
si Propio Bravi i Commentatori Rai/Sky/ Eurosport più i vari Giornalai, per i quali, nel professionismo, il Doping non ESISTE più................

Giro?
4 marzo 2019 18:33 Observant
"il ciclista affermando di aver iniziato a doparsi solo "recentemente" e che le sue vittorie, in particolare quella al Giro d'Italia, erano pulite."
Vittoria al Giro? Quando?
Questo non sa nemmeno che gare ha vinto....

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

In qualità di firmatario del Codice Mondiale Antidoping, l’UCI è responsabile della lotta al doping nel ciclismo e mette in atto tutte le misure necessarie per assicurare e rafforzare la protezione dei ciclisti puliti.La recente attualità, nello specifico l’operazione Aderlass,...


La Commissione parlamentare antimafia ascolterà il legale della famiglia Pantani, l'avvocato Antonio De Rensis, lunedì pomeriggio alle 15. Davanti alla stessa Commissione, lo scorso 26 settembre, si è tenuta l'audizione del procuratore capo della Repubblica di Rimini, Elisabetta Melotti, la...


Tutto pronto in casa del Team Piton per la nuova stagione di Ciclocross. La formazione bresciana torna sulla scena agonistica del fuori-strada con un gruppo di giovani agguerrito e in grado di poter essere protagonista. La squadra giovanile, presieduta da...


Doppio colpo della Bardiani-CSF-Faizanè che si assicura due giovani emergenti del panorama italiano, Filippo Zana e Davide Mazzucco. I corridori saranno ufficialmente professionisti da gennaio dopo due anni di esperienza con Sangemini-Trevigiani (2019) e Trevigiani-Phonix (2018). “Siamo molto felici di...


Ti aspetti Ackermann o Gaviria, o magari Trentin, e invece spunta come un fulmine Daniel McLay al Tour of Guangxi. Il velocista della EF, considerato al tempo una delle grandi promesse del ciclismo britannico, è uscito a centro strada con...


Non solo nuovi atleti per il Wolfpack, ma anche nuovi allenatori: la Deceuninck Quick Step ha reclutato due degli allenatori di ciclismo più apprezzat, il greco Vasilis Anastopoulos e il francese Franck Alaphilippe, che andranno ad affiancare Tom Steels e...


La stagione della Valdarno Regia Congressi Seiecom e' terminata ma, non si ferma il lavoro di Leonardo Gigli e Francesco Sarri per il rafforzamento del team per il 2020. Il team valdarnese e' lieto di comunicare di aver raggiunto un...


Spunta a sorpresa Daniel McLay nella seconda tappa del Tour of Guangxi con arrivo a Qinzhou. Il velocista britannico, ex promessa del ciclismo inglese, è stato bravo ad approfittare di uno sprint caotico per mettersi alle spalle Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe),...


Dopo migliaia di chilometri con il vento in faccia e tante volate tirate ai capitani, tra Davide Martinelli e la Deceuninck-Quick-Step è giunto il momento di dirsi addio. E il destino ha voluto che nella corsa del suo commiato, il...


Il Van torna on the road. Dopo Milano, Innsbruck, Monaco, Berlino, Amsterdam, Rotterdam, Düsseldorf, Torino, Mantova e Ferrara, più di 800 bici riparate, oltre 3000 caffè offerti e più di 5000 ciclisti incontrati in meno di un mese, è tempo...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy