UAE TOUR, VALVERDE: «UNA VITTORIA STRATEGICA»

PROFESSIONISTI | 26/02/2019 | 15:42
di Diego Barbera

Alejandro Valverde battezza la maglia di campione del mondo con un meraviglioso successo nella terza tappa dell'UAE Tour 2019 in cima alla salita di Jebel Hafeet, dove era vincitore uscente e dove ha confermato il pronostico con un’ennesima perla del proprio longevo talento. Il capitano della Movistar ha definito questa vittoria come “strategica” e l’aggettivo calza a pennello visto che ha gestito alla perfezione sforzo e tattica.

Le sue impressioni a caldo, poco dopo il podio alla conferenza stampa.

Quanto sei contento per questo successo?
«Questa è stata davvero una vittoria incredibile, anche se è sulla stessa salita dell’anno scorso perché l’ho ottenuta da campione del mondo. Nelle scorse corse ho provato diverse volte a vincere con la maglia iridata e non ci sono riuscito, oggi che è capitato sono davvero contento»

Come ti sei gestito sulla salita?
«Direi che è stata una vittoria strategica perché quando ha attaccato Roglic io sono rimasto tranquillo, non mi sono agitato e sono salito con il mio passo perché conoscevo bene la salita e sapevo quali erano i punti più importanti, compreso quello che mi avrebbe permesso di vincere. Ho tenuto bene, un bel ritmo ed era importante perché c’era davvero tantissimo vento. Ho cercato di osservare gli avversari il più possibile, è stata davvero una vittoria difficile proprio per il vento».

Hai gestito al meglio anche un momento di difficoltà
«Sì, c’è stato un momento complicato anche prima della salita perché un rallentamento ci ha obbligati praticamente a fermarci, ma ho evitato di cadere mettendo il piede per terra. Ho cercato di non scompormi, sono dovuto ripartire da fermo, ma sono riuscito a riprendere un buon ritmo».

Roglic è il rivale numero uno per la classifica
«Sappiamo tutti molto bene quanto sia forte Roglic dallo scorso Tour de France e da altre corse come i Paesi Baschi. È un corridore solido e completo, che può fare bene in tanti terreni dalla cronometro alle salite, è competitivo dappertutto. Ero conscio che fosse il mio rivale più ostico sin dall’inizio, vedremo se riuscirò a batterlo nella classifica generale, almeno ho vinto una tappa che era il mio principale obiettivo e l’ho fatto in una location davvero splendida».

Conosci la salita di domani, proverai a vincere di nuovo?
«Conosco molto bene il finale di domani perché sono arrivato secondo dietro a Degengkolb. La tappa è tutto sommato semplice, sarà fondamentale la posizione con la quale si prenderà la salita finale perché se si sarà troppo dietro non si riuscirà più a recuperare. Per questo motivo cercherò di presentarmi all’attacco della salita davanti, per non perdere troppo tempo»

E la salita della sesta tappa che deciderà la classifica?
 «Sì, la conosco bene ed è assai diversa da quella di oggi. Anche li il vento dovrebbe giocare un ruolo fondamentale, inoltre la tensione sarà molto alta visto che si sarà alla fine del Tour. Anche se non molto pendente è pur sempre a fine settimana e con oltre 20 km all’insù».

Copyright © TBW
COMMENTI
Campione eterno
26 febbraio 2019 19:24 seankelly
Vittoria nitida, perfetta per scelta di tempo. Cosa dire ancora su questo intramontabile campione dalla straordinaria longevità a livelli di eccellenza. Quello che va sottolineato è l'apparente facilità con la quale riesce a vincere, sembra avere la scioltezza di uno di 25/30 anni, non certo uno che ha quasi... 40 anni! Signori, questo è un Campione unico che anno dopo anno sta consolidando un palmarès fantastico. Questo scorcio di stagione lo abbiamo già ammirato in condizioni smaglianti (due secondi posti in altrettante brevi corse a tappe) e una decina di top-ten, prima del successo di oggi.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il mondo è stato costretto a fermarsi a causa della pandemia mondiale causata dal coronavirus, ma l’attività dell’Associazione Internazionale dei Corridori non si è interrotta nemmeno per un istante. Gianni Bugno, Alessandra Cappellotto e i loro collaboratori hanno lavorato strenuamente...


Come tutti sanno il Governo sta incentivando l'acquisto di bici e di mezzi che consentano la mobilità sostenibile. A partire da ieri però,  su tutti i treni del servizio regionale di Trenord è sospesa la possibilità di trasportare di biciclette che non siano pieghevoli....


Il corso di laurea magistrale in Scienze dello sport e della prestazione fisica, erogato dall’ateneo scaligero in sinergia con l’università di Trento, si arricchisce di un’importante collaborazione. È stata infatti siglata una partnership tra l’ateneo di...


Nacer Bouhanni non sarà al via del Tour de France: lo sprinter della Arkea Samsic lo spiega dopo aver preso la decisione insieme al suo team.«Si tratta di una decisione collegiale, ci abbiamo riflettuto a lungo naturalmente. Mi ero già...


Ancora una tappa breve e veloce sulle strade della HTV Cup, la corsa vietnamita che ormai sta avviandosi verso la conclusione. Sul circuito di Da Lat - sviluppo di 5, 1 km da percorrere 10 volte - a firmare la...


Non vi è ancora l'ufficialità ma il Giro d'Italia 2020 dovrebbe partire da Palermo con una prova contro il tempo. Saltata la grande partenza ungherese la corsa rosa sta riprogettando le 3 tappe estere riposizionandole lungo lo stivale in un...


Lo avevamo annunciato proprio all’inizio della pandemia e oggi la Trek Segafredo ufficializza l’ingaggio di Pieter Weening per il resto della stagione 2020. L'esperto olandese di 39 anni, già vincitore di una tappa del Tour de France e di due...


Ieri pomeriggio, in una videoconferenza promossa da Federciclismo e Provincia di Parma, si è dibattuto di mobilità sostenibile e ciclabilità. L’evento dal titolo “Sviluppare gli spostamenti e le attività motorie con la bicicletta ed il turismo sportivo”, ha avuto come...


ASD Pedale Ossolano, società presente nel panorama ciclistico giovanile da quattro decenni, sollecitata dal proprio comitato regionale di appartenenza ad una riflessione in merito al delicato momento che anche il ciclismo giovanile sta attraversando a causa della pandemia in corso...


Giulio Ciccone è uno degli ospiti della dodicesima puntata di BlaBlaBike e nell'intervista che ci ha concesso regala tanti spunti di riflessione, a cominciare dalla cora rosa: «Il Giro d'Italia mi dà una grande motivazione e per me è davvero...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155