L'ORA DEL PASTO. LA MAIALINA CHE PEDALA

LIBRI | 29/01/2019 | 07:49
di Marco Pastonesi

Viola è una maialina. Allegra, fantasiosa, ingenua. Curiosa, coraggiosa, avventurosa. Piena di energie. Con una gran voglia di mangiare, più appetito che fame, una vera buongustaia. E se c’è una cosa che le piace da matti, è rotolarsi nel fango.

Finché un giorno vede passare una bicicletta. Rossa, per di più. Viola non ha mai visto nulla di simile: così leggera, così veloce, così svelta, così agile, così semplice, così aeronautica anche se terrestre, come uno che vola sulla strada.

Una notte, quando tutti dormono e nessuno può guardarla, Viola prende la bicicletta rossa, salta in sella e prova a pedalare. Ma non è così semplice come sembrava: la prima volta cade di qua, la seconda volta cade di là, un po’ ci rimane male, un po’ si fa forza.

Tant’è che la notte dopo spinge la bici in cima a una salita, si lancia in discesa, ma finisce contro il pollaio. Per proteggersi, prende una pentola e la indossa come se fosse un casco. E ci riprova. Spinge la bici su una salita meno ripida, si lancia in discesa, ma finisce in uno stagno.

Ormai tutti sanno di Viola e la bicicletta. C’è chi ride delle sue disavventure, chi si propone di aiutarla. Come un cane, che attacca una corda fra sé e la maialina, la tira in pianura, ma quando vede una lepre, perde la testa e perde, soprattutto, anche Viola.

C’è anche una capra che si propone di aiutare Viola. Non la tira dal davanti, come il cane, ma la spinge da dietro, con le corna. E dopo un po’, la maialina si accorge di stare in equilibrio da sola e di pedalare con le proprie forze. E allora va su e giù, va di qua e di là, va perfino senza mani e senza piedi, va in giro per il mondo, forse va anche sulla Luna.

“La maialina, la bicicletta e la Luna” è un libriccino per bambine e bambini, scritto da Pierrette Dubé, illustrato da Orbie, tradotto da Eleonora Armaroli e pubblicato dalla Sinnos (32 pagine, 7 euro). Si legge in un attimo, si guarda per settimane, si trasmette per generazioni, si tiene per sempre.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C'è la firma di Jasper De Buyst sulla quarta tappa del Giro di Danimarca. Il belga della Lotto Soudal ha battuto, grazie ad un colpo di classe nel finale, il connazionale Capiot - all'ennesimo piazzamento in questa corsa - e...


La squadra di Bradley Wiggins, il Team Wiggins Le Col, chiuderà la sua avventura agonistica a fine stagione e precisamente con il Giro di Gran Bretagna. "Il team Wiggins Le Col annuncia oggi che non sarà operativo nel 2020. Dopo...


Volata vincente di Tomas Trainini nel 23simo Trofeo Comune di Vertova internazionale per la categoria JUniores che stamane ha inaugurato la Due Giorni di Vertova che domani si concluderà con il Trofeo Paganessi. Il bresciano del Team Lvf (dodicesima affermazione)...


Tappa breve e spettacolare, la penultima del Tour de l'Avenir: a Tignes - laddove il Tour de France è stato respinto per via di grandine e frane - si è imposto l'ungherese Attila Valter, 21enne di Cosmor della Continental CCC...


L’UCI annuncia in un comunicato ufficiale che Alessandro Petacchi è stato sanzionato con un periodo di inagibilità di due anni per violazioni del regolamento antidoping (VRAD) commesse nel 2012 e nel 2013 (utilizzo di metodo/sostanze proibiti) sulla base delle informazioni...


Il problema c’è da tempo, ma non si vede. Nel senso che si fa finta di non vedere e quel che è peggio si fa finta di non sentire. Non è il caso di demonizzare nessuno, ma è anche bene...


Lutto in casa Astoria. Si è spenta Mina Simonetto, vedova di Vittorino e madre di Antonella, Paolo e Giorgio Polegato. Aveva festeggiato da poco i suoi 90 anni. Originaria di Valdobbiadene, dopo il matrimonio ha sempre vissuto a Crocetta ed...


Nove arrivi in salita, un paio di cronometro, tappe mediamente brevi: anche quest’anno la Vuelta non si discosta dal cliché che nelle ultime stagioni l’ha resa intrigante e divertente. Assenti gli ultimi due vincitori (per scelta Simon Yates, per infortunio...


Una vita fa. Sono passati due anni, un mese e diciannove giorni da quando Fabio Aru attaccò a più di due chilometri dall’arrivo in salita sulla Planche des Belles Filles e andò a prendersi una splendida vittoria in solitaria al...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy