FISCO, COSÌ PER SPORT. “QUESTIONI FISCALI DI INTERESSE PER ASD/SSD”

SOCIETA' | 14/09/2018 | 07:11
di Umberto Ceriani

In pieno agosto l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la corposa Circolare denominata “Questioni fiscali di interesse per ASD/SSD” tramite la quale prende posizione su molti punti, tra cui in particolare il Regime 398/1991 per le associazioni titolari di P.IVA, il mancato invio del Modello EAS e le conseguenze del tardivo invio, la cessione degli sportivi, i contributi pubblici ecc. Vi sono inoltre importanti precisazioni su cosa si possa considerare incasso decommercializzato e cosa no, come gestire le raccolte pubbliche occasionali di fondi, e così via.

Alcune ASD dovranno abbandonare il Regime 398 e transitare nel ben più oneroso e complesso (soprattutto contabilmente parlando) regime ordinario, oppure decidere di trasformarsi in enti di altra natura quali le APS.

Iniziamo ad affrontare il tema della detassazione degli incassi
Vengono stabiliti i precisi requisiti per godere dell’agevolazione in commento ossia la totale detassazione:
•    Le attività devono essere svolte dagli enti associativi tassativamente indicati nella Circolare (tra cui le ASD);
•    I destinatari devono essere soci dell'associazione,  altre associazioni che svolgono la stessa attività sportiva ed i rispettivi soci oppure anche i tesserati iscritti alla medesima FSN o EPS;
•    le attività devono essere effettuate in diretta attuazione degli scopi istituzionali.

L'attività svolta dall'ente deve quindi rappresentare il "naturale completamento degli scopi specifici e particolari che caratterizzano l'ente", ciò significa che attività come il bagno turco o l'idromassaggio non sono considerabili attività istituzionale. Invece la fornitura di servizi aggiuntivi quali gli spogliatoi rientrano nell’agevolazione.

Lo stesso vale per la somministrazione di alimenti e bevande oppure anche per la gestione di un bar benché rivolto unicamente ai soli soci, il quale viene chiarito che costituisce sempre attività commerciale. Da effettuarsi quindi solo apertura della P.IVA, eventuale opzione per la Legge 398 e l’ottenimento delle autorizzazioni sanitarie e comunali.

Vi è un punto positivo invece in merito alla custodia delle attrezzature sportive o degli animali utilizzati per la pratica sportiva (si pensi ad esempio ai cavalli scuderizzati presso i circoli ippici). Viene riconosciuto che il ricovero può essere considerato come un'attività svolta in diretta attuazione degli scopi istituzionali a condizione che gli animali o le attrezzature siano effettivamente utilizzate per svolgere l'attività sportiva.

Da ultimo il Punto 4 della Circolare afferma che tali agevolazioni sono applicabili a condizione che gli enti conformino i propri Statuti alle disposizioni contenute nel Comma 8 dell’Art 148 TUIR, oltre al fatto che gli atti fondativi siano obbligatoriamente redatti o come atto pubblico, o scrittura privata autenticata oppure come scrittura privata registrata.

Inoltre si precisa che l’agevolazione viene prevista solo se l’ente è affiliato al CONI e se ha inviato telematicamente e tempestivamente il Modello EAS, ma su quest’ultimo punto effettueremo un approfondimento nel prossimo servizio.

www.consulenza-associazioni.com

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Per il secondo giorno consecutivo, Thibaut Pinot ha dato spettacolo, ha staccato tutti i rivali nella corsa alla maglia gialla (ad eccezione del Landa di oggi) e ha recuperato terreno in classifica generale. «Da oggi è iniziata la mia rimonta...


Simon Yates firma la sua seconda grande impresa in questo Tour de France: dopo Bagnères de Bigorre, il britannico corona il suo straordinario weekend pirenaico vincendo a Foix Prat d'Albis: «È stata una grande vittoria e confesso di essere molto...


Per la prima volta in due settimane, Julian Alaphilippe è andato in difficoltà e ha ceduto terreno. Poco, in realtà, ma la tappa è stata davvero impegnativa: «Mi aspettavo un giorno duro come è stato in realtà, voglio ringraziare la...


Il Team Ineos continua a puntare su due cavalli, con una gestione tattica che a volte fa discutere: oggi Egan Bernal ha risposto a Pinot staccando Geraint Thomas, mentre il gallese poi ha reagito staccando a sua volta la maglia...


Con il coraggio dei grandi, Giulio Ciccone ha fatto di tutto per entrare nella fuga di giornata e provare ad essere protagonista in una delle tappe più attese del Tour. «Non c'è niente da fare, continuo ad avere mal di...


Ha chiuso ventiseiesimo a 4'45" ed ora in classifica generale Fabio Aru occupa il diciassettesimo posto a 14'15" da Alaphilippe. «Anche quella di oggi è stata una tappa molto impegnativa - spiega il sardo della UAE - e l'abbiamo corsa...


Il Tour più bello degli ultimi anni non tradisce nemmeno oggi e ci regala un'altra tappa entusiasmante. A metter il suo sigillo sulla frazione numero 15 - la Limoux-Foix Plat d'Arbis - è stato Simon Yates, che ha posto il...


Ormai scarseggiano gli aggettivi per descrivere la grandezza di Peter Sagan. Ne volete un'altra prova? Guardate cosa ha fatto ieri sul Tourmalet...


E' il veneto Alessio Delle Vedove ad imporsi nel Trofeo città di Castelnuovo di Asola per allievi che si è svolto nel Mantovano. Il corridore dell'Uc Mirano batteo Daniel Polato del team Aspiratori Otelli VTFM Carin Nacanco e Diego Ressi...


  Tappa ad Andrea Bagioli, Giro a Mauri Vansevenant. Il 56° Valle d’Aosta ha assegnato i suoi due ultimi verdetti ai piedi della Gran Becca, punto di arrivo per scalatori a due ruote, base di partenza per arrampicatori a ramponi...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy