SLONGO: IO, VINCENZO E LA STESSA PASSIONE

PREPARAZIONE | 23/06/2018 | 07:51
di Pietro Illarietti

Paolo Slongo è da anni la guida di Vincenzo Nibali e ne conosce a fondo carattere e motore. In questa fase di costruzione del lavoro, dalla scrivania, dall’ammiraglia o dallo scooter, ci spiega l’approccio mentale che il gruppo dello Squalo sta tenendo in vista del Tour de France che ormai è alle porte.

«Viaggiamo con la giusta tensione, la stagione è partita bene con la vittoria alla Milano Sanremo, ma poi la Liegi non è andata come speravamo e allora sembra quasi che la prima parte dell’anno si sia chiusa in chiaroscuro. Questo ci ha fatto così rimanere più concentrati per lavorare nel modo più corretto possibile e arrivare al Tour de France nelle migliori condizioni. Il lavoro procede nel migliore dei modi anche granzie al nuovo sistema SportPlusHealth».

Il fatto che Froome abbia già vinto il Giro rappresenta un ostacolo mentale?

«Ci fa prestare maggior attenzione ai dettagli, perché quando vinci tendi inconsciamente ad accontentarti. Qui al Passo San Pellegrino abbiamo lavorato bene e fortunatamente il tempo è stato sempre buono. Solo in un’occasione siamo incappati in un breve tratto di pioggia. Stiamo arivando al Tour de France tranquilli e con il giusto spirito».

Dopo tanti successi come si fa a rimanere ancora al top dal punto di vista mentale?

«Il segreto è uno solo, la passione. Ci piace fare questo lavoro, rapportarci a quello che abbiamo fatto in passato e cercare di migliorare. Anche quando siamo al Teide, ad esempio, ho tutti i miei riferimenti, guardo i dati passati e confronto il lavoro fatto. Certo, stare lontano da casa è un sacrificio. Ma qui al Rifugio Flora Alpina di Passo San Pellegrino abbiamo la fortuna di trovare un ambiente più famigliare: Ormai ci conosciamo da anni e loro fanno di tutto per supportarci, compreso aspettarci fino alle 16 per permetterci di pranzare quando facciamo l'allenamento lungo».

Come ci si sente ad avere in mano la responsabilità della preparazione di un campione?

«Non penso a questo aspetto, non mi preoccupa. Lo spirito è lo stesso di quando allenavo i dilettanti e anche Vincenzo è concentrato sugli obiettivi perché ama il suo lavoro. Il fatto che un campione dal suo palmares abbia ancora entusiasmo per quello che facciamo è la cosa più bella».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Lutto per Sandro Manzi, eccellente ex corridore fino alla categoria dilettanti e da tanti anni una delle voci più apprezzate e professionalmente preparate di Radio Informazioni nel Team Radio Corsa Toscana. Negli ultimi giorni suo padre Franco, 83 anni, malato...


Nazionale su pista donne al velodromo bresciano di Montichiari. Sono state convocate dal coordinatore Squadre Nazionali Davide Cassani, su indicazione del Commissario Tecnico Edoardo Salvoldi, per un allenamento individuale in programma domani, venerdì 29 maggio, 11 atlete: Alzini, Balsamo, Barbieri,...


Nove tappe, quattro successi e una maglia gialla sempre più salda, anche lse la HTV Cup è corsa che si svolgerà fino alla fine sul filo dei secondi. Nguyen Tan Hoai, portacolori della Duoc Domesco Dong Thap, continua ad essere...


Vincenzo Nibali sempre più social, Vincenzo Nibali sempre più amato dai tifosi. Nasce #BornToBeShark, il nuovo gruppo Facebook di Vincenzo nonchè l’unico ufficiale e da lui riconosciuto per i suoi tifosi. Iscrivendosi è possibile accedere a tutte le notizie riguardanti...


La data da segnare in calendario è il 18 ottobre 2020,  quando tutti i cicloamatori, che vorranno vivere le salite e le atmosfere della granfondo Nove Colli ed emulare i campioni del Giro d’Italia, potranno pedalare senza nessuna fretta sui percorsi della...


Il bonus bici continua a far discutere e a porre domande che per il momento non trovano le risposte attese. Il buono mobilità, lo ricordiamo, permette di ricevere un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque,...


Da metà giugno, la BORA - hansgrohe tornerà a svolgere lavoro di gruppo e ha scelto Ötztal, a quota 2000 metri, per il suo primo camp. «Innanzitutto, siamo tutti molto contenti che le cose stiano finalmente ricominciando - spiega Ralph...


Mauro Vegni è al lavoro nel suo ufficio di via Rizzoli. Osserva, ascolta e valuta il da farsi. Il momento non è dei più facili, per nessuno, soprattutto per una organizzazione come Rcs Sport che ha come obiettivo quello di...


Chris Froome, il lockdown, il recupero, i grandi giri e anche un po’ di preoccupazione per la gestone inn casa Ineos per il prossimo Tour de France.Il britannico, quattro volte vincitore della Grande Boucle, ha parlato in una intervista concessa...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la diciottesima tappa: Valdemaro Bartolozzi ci racconta quella del 1956. “Fu un inferno bianco....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155