Pietravairano e una 24 ore davvero speciale

| 30/06/2007 | 00:00
Pietravairano è nuovamente in festa per la quarta edizione della «24 Ore», la maratona ciclistica in programma dalle 21 di stasera alle 21 di domenica, che pervade letteralmente con la sua atmosfera di fragrante kermesse le strade della cittadina per una giornata e una nottata intere: una città che scende in pista. L’associazione «24 Ore di Pietravairano», presieduta da Giovanni Scorpio, con la collaborazione di Cristian Auriemma, l’ex-professionista matesino che è promotore instacabile del ciclismo dell’Alto casertano, e di Francesco Littera, con il patrocinio del Comune di Pietravairano, può andare orgogliosa della annunciata partecipazione di trenta squadre (dai 6 ai 12 componenti), di dieci coppie e di dodici singoli, che si cimenteranno in una competizione che è l’unica del genere nel centrosud e che in Italia resta, per anzianità, seconda solo a quella di Feltre: con atleti che provengono non solo dalla Campania e dalle regioni limitrofe, in primis il Molise, ma anche dalla Toscana, dal Veneto, dal Friuli. In un contesto dall’agonismo autentico e dalla non minore fantasia, tra stand enogastronomici e aree di accoglienza per atleti e accompagnatori, su un circuito interamente protetto e illuminato ad arte nelle ore notturne, dove la bici sarà davvero regina incontrastata per una ventiquattro ore, si sfideranno, con classifiche diverse, i protagonisti di approcci differenti alla corsa. Da una parte i 12 ironman, orgogliosi della loro inossidabile esclusività, come i casertani Nunzio Antonucci e Mario Natale, il piemontese Paolo Martini, l’udinese Antonio Siciliano; dall’altra squadre dai nomi e dalle storie pittoresche: Ru Squadron di Isernia o gli Over 80 di Pietravairano, le «Donne Sprint» di Pietravairano o il Team Aeronautica Militare di Grazzanise, la Pro Loco di Castelpetroso e la Volturnia Bike di Capua, l’As Civitas di Avellino e l’Isernia in bici. Per non tralasciare l’aspetto forse più intrigante, quello della partecipazione a coppia: in una filosofia tra il rituale e il provocatorio, da Giuseppe Avallone/Josuè Pedol di Belluno al tandem Dico sì/Dico no (Mario Rotondo/Stefano Peluso) di Pietravairano. Gian Paolo Porreca
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
A seguito di alcune note stampa riguardanti il Velodromo di Spresiano la Federciclismo, per voce del Segretario Generale Marcello Tolu, tiene a precisare che: “Il Velodromo di Spresiano è sicuramente strategico all'interno delle progettualità federali. A tal proposito ci pare...


Il Team DSM ha accettato di rescindere il contratto con Tiesj Benoot. Durante la loro stagione 2021 - scrive il Team DSM in un comunicato ufficiale - è parso evidente che Benoot non era in grado di mantenere i suoi...


Si è chiuso lo stage di 3 giorni di casa Colpack Ballan. La formazione orobica, del Presidente Beppe Colleoni, per il 2022 presenta l'inserimento di 2 nuovi atleti stranieri. Si tratta dell'irlandese Ronan O'Connor e dello spagnolo Ruben Sanchez. Tocca...


Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI