Coppa d'Inverno: storia di eccessivo rigore. Vittoria di Ratti

| 31/10/2004 | 00:00
Storie di ordinario ciclismo, storie di burocrazia italiaana. E' accaduto stamane a Biassono dove il giudice di gara ha vietato di partire agli atleti della Palazzago Vellutex nella Coppa d'Inverno, la tradizionale gara di chiusura della stagione dilettantistica. Il motivo? Paolo Pisoni, 65 anni, giudice all'ultima gara della carriera per raggiunti limiti di età, non ha permesso ai nove ragazzi della Palazzago Vellutex, tra i quali il campione italiano, Ermeti, di prendere il via: per farlo, chiedeva di poter vedere la ricevuta dell'avvenuto pagamento di alcune multe comminate alla società. La ricevuta stessa, che comprovava l'avvenuto pagamento delle sanzioni, era però nella sede della società e l'inflessibile giudice decideva di escludere la Palazzago-Vellutex dalla corsa. Sarebbe bastato far correre i ragazzi, concordare l'invio di copia della ricevuta nel giro di un paio di giorni, pena ulteriori pesanti sanzioni per la società e tutto si sarebbe risolto con tranquillità. Invece ha prevalso un rigore miope che ha finito per danneggiare tutti, assolutamente inopportuno inn una gara di fine stagione nelle quali, tradizionalmente, si fatica ad avere al via un buon numero di partenti. Tra l'altro è stato chiamato in causa anche il giudice internazionale Gianni Meravglia che era a Biassono con il nipotino per godersi la corsa, ma nemmeno lui nulla ha potuto contro l'inflessibilità del giudice Pisoni. Palese la rabbia di atleti e dirigenti della Palazzago Vellutexx, altrettanto evidente quella di Giovanni Villa, patron della Zoccorinese, società organizzatrice della gara, che proprio in questi giorni è impegnato in un'opera di riavvicinameento alle posizioni della Palazzago dopo la burrascosa separazione avvenuta un anno fa. La corsa. Il lombardo Aristide Ratti ha vinto per distacco l'83esima edizione della Coppa d'Inverno-29° Gp Pollo Brianzolo bissando così il successo dello scorso anno. L'atleta della Bottoli Artoni Zoccorinese è scattato a 5 chilometri dall'arrivo da un gruppetto di quattro corridori che comprendeva il compagno di colori, Marco Cattaneo, Francesco Tizza (Pagnoncelli) e Marco Giani (Vc Mendrisio). Quest'ultimi si erano sganciati a due tornate dalla conclusione delle sette in programma. In precedenza lo stesso Cattaneo si era reso protagonista di un assolo durato ben trenta chilometri. Per Ratti, lecchese di Rogeno, si è trattato del terzo bersaglio stagionale. ORDINE D'ARRIVO 1° Ratti Aristide (Bottoli Artoni Zoccorinese) km.146 in 3h 30' media/h 41.714 2° Cattaneo Marco (Bottoli Artoni Zoccorinese) a 7" 3° Tizza Francesco (Ceramiche Pagnoncelli) 4° Giani Marco (Velo Club Mendrisio) 5° Sosnovchenko Denis (Rus, Viris Vigevano) a 40" 6° Munoz Julian (Col, Garlaschese Record) 7° Babenko Sergey (Rus, Bottoli Artoni Zoccorinese) 8° Aceti Walter (Team Aurora Named) 9° Santaromita Ivan (Velo Club Mendrisio) 10° Piemontesi Fabrice (Bottoli Artoni Zoccorinese)
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI