SAN JUAN. LA SODDISFAZIONE DI ROBERTO AMADIO

PROFESSIONISTI | 29/01/2018 | 16:18
L'uomo che ha faticato di più in questa Vuelta a San Juan non è un corridore, bensì un ex atleta e tecnico che ora è nello staff organizzativo della corsa. Si tratta di Roberto Amadio, sulla carta responsabile dei rapporti con i team, nella pratica consigliere a 360° delle autorità locali che guidano la manifestazione nella "capitale del ciclismo argentino".

Il 54enne veneto, pro' dall'85 all'89 (fu iridato nell'inseguimento a squadre) poi apprezzato ds e, dal 2005 al 2014, team manager dell'armata Liquigas, oltre a lavorare durante il giorno in corsa è stato impegnato di notte per le cene-riunioni che, secondo le abitudini locali, andavano avanti fino a tarda ora. «In effetti qui cenano molto tardi, non prima delle 23, e amano far festa, mentre io quando sono a casa vado spesso fuori a cena con mia moglie, ma per il resto non sono abituato a fare le ore piccole. Diciamo che ho un po' di sonno arretrato... » ci racconta Amadio, che con il presidente della Federciclo argentina Gabriel Curuchet dal 2015 ha lavorato per trasformare questo evento nazionale in internazionale. E ci sta riuscendo alla grande.

«Per quanto riguarda la corsa siamo molto soddisfatti, il governatore Sergio Unac e il segretario con delega allo sport Jorge Chica con il loro staff hanno svolto un ottimo lavoro, dimostrandosi disponibili e attenti alle esigenze dei corridori. Le squadre tornano a casa contente e con la voglia di tornare a San Juan l'anno prossimo. Rispetto all'edizione scorsa abbiamo fatto un ulteriore salto di livello e per le prossime sono fiducioso. L'ambizione di tutti è continuare a migliorarci».

Peccato per il forfait di Vincenzo Nibali e la caduta che ha tagliato fuori dai giochi Fernando Gaviria. «Dispiace, ma sono cose che succedono. La gara ci ha comunque riservato tappe emozionanti e azioni importanti per essere all'inizio della stagione. Il tempo è stato ideale, non caldo quanto in Australia nè freddo come in Europa. E che calore il pubblico: ieri sera per il traguardo finale c'erano oltre 100.000 persone. Incredibile».

da San Juan, Giulia De Maio

Nella foto Amadio e Chica con Pozzato in versione giocatore di hokey a rotelle, lo sport più popolare in questa regione. Nei giorni scorsi Pippo ha avuto l'occasione di giocare con il "Maradona" di questa disciplina, Francisco "Panchito" Velazquez.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Più che una riflessione, un atto d'amore. Più che un'analisi, un grido disperato. Più che una proposta, una speranza da regalare a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno la passione per la bicicletta e stanno vivendo giornate difficili....


Velocista su strada e pista e ora uomo di clausura. Nella storia recente del ciclismo Mario Traversoni (domenica avrà 48 anni) è il più famoso tra i corridori del Basso Lodigiano. Atleta etichettato “genio e sregolatezza”, abitava a Codogno e...


Mai come in questo periodo l’allenamento tra le quattro mura di casa è stato così centrale nelle chiacchierate via chat o nei post sui social: squat, flessioni, stretching e corse sul tapis roulant. Tuttavia, per ciclisti, biker e triatleti, l’allenamento...


Un progetto che si fa concreto giorno dopo giorno, pur con tutti i punti di domanda che la situazione legata al coronavirus lascia ancora senza risposta: Flanders Classics sta lavorando per organizzare il Giro delle Fiandre sabato 19 settembre. In...


Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone.  Abbiamo parlato con...


Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155