PELLIZOTTI: L'ALBERO DI NATALE TOCCA A ME

PROFESSIONISTI | 24/12/2017 | 07:57
La famiglia Pellizotti è pronta per le feste. Con la piccola Mia, nata alla vigilia della tappa del Giro d’Italia di quest’anno con arrivo a Peschici, lo stesso traguardo in sul quale papà Franco vinse nel 2006, la nutrita pattuglia dello scalatore friuliano ha più di un motivo per brindare.

«Oggi e domani starò con i miei genitori e la famiglia - ci racconta il Pelli. - Il mio compito a casa in questo periodo è tirare fuori l’albero, montarlo e mettergli le luci, per le decorazioni ci pensano mia moglie Claudia e i bimbi, poi toccherà ancora a me riporlo, ma senza fretta. Ci è capitato di tenerlo in sala fino a febbraio-marzo perché a mio moglie piace, le fa compagnia quando vado via».

Fatti i regali?
«Sì, di ritorno dalla Croazia dove si è svolto il primo training camp della Bahrain Merida. Mia moglie è quella che ha le idee, io a lei di solito faccio un pensierino. I regali più importanti arrivano quando non se li aspetta, mi piace sorprenderla. Per quanto riguarda i figli, Giacomo ormai è grandicello, ma Giorgia che ha 9 anni crede ancora a Babbo Natale. Quando la piccolina avrà qualche anno in più vorrei portarli tutti a Rovaniemi, anche per un adulto penso sia bello sognare credendo di poter vedere Santa Claus».

Sotto l’albero Franco non ha mai trovato una bici, ma ricorda come il più bel regalo di sempre la pista delle macchinine ricevuta quando era bambino.
«L’abbiamo regalata anche a nostro figlio, è un gioco stupendo perchè coinvolge tutta la famiglia. Se dovessi scrivere una letterina oggi io chiederei un 2018 in salute per me e i miei cari. Mi auguro di disputare una bella stagione e che il ciclismo vada avanti sulla bella strada intrapresa. Il mio anno inizierà alla Valenciana, in Spagna. Dal Tour dell’Oman in poi farò il programma del gruppo di Vincenzo, compreso Tour e Vuelta».

E l’ultimo dell’anno dove lo trascorrerà?

«Con mia moglie Claudia e i bimbi andremo quattro giorni al Passo San Pellegrino, una montagna che ho scalato un sacco di volte in ritiro in estate e che vedrò con piacere imbiancata. Questa che stiamo per iniziare sarà la mia ultima stagione. Dipenderà un po’ da come andrà, ma il mio contratto prevede un anno solo e non voglio arrivare al giorno in cui andrò piano per appendere la bici al chiodo. L’unica cosa che potrebbe farmi cambiare idea sarebbe se Vincenzo vincesse il campionato del mondo. Affrontare ancora un anno con il compagno di stanza in maglia iridata non sarebbe male».

Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
  Tea è una bambina. Ha sei anni e un gatto che si chiama Ulisse, le piace giocare a nascondino e va matta per le polpette della nonna. Quando si avvicina l’estate, i genitori progettano una vacanza al mare e...


Ben Swift e tutti gli altri campioni nazionali di Gran Bretagna delle corse su strada, della Bmx e del fuoristrada continueranno ad indossare la loro maglia per un altro anno. La Federazione britannica ha infatti annunciato ufficialmente l'annullamento dei campionati...


Sono tornati a correre - anche se le disposizioni del Consiglio Federale del 30 giugno scorso imponevano il divieto di correre all'estero fino al 14 luglio - e sono stati protagonisti di una buona prova in terra ceca: parliamo di...


Avevano tutte le carte in regola per essere protagonisti di un grande Giro d'Italia Under 23 ma non saranno al via. Parliamo dei ragazzi del Team UAE Colombia i cui vertici proprio nelle ultime ore hanno scritto agli organizzatori della...


Un grave lutto ha colpito la Movistar Team: si è spento ieri, colpito da un infarto, il massaggiatore Pep Toni Escandell, 52 anni. Era tornato alavorare al team spagnolo proprio nell''inverno scorso dopo lunghi anni alal Lotto Soudal: un ritorno...


Patria del ciclismo declinato in ogni specialità, le Fiandre avranno un nuovo velodromo. Sarà un impianto avveniristico e polifunzionale, che potrebbe entrare in funzione già nel 2023. Ieri è stato firmato l'accordo tra il Governo regionale delle Fiandre e il...


  Fra i tanti primati che Ivano Fanini può vantare c'è anche quello degli anni 1988 e 1989, quando fu artefice di una operazione binaria tra due squadre professionistiche create sommando gli investimenti: la Seven Up Fanini con D.S.Franco...


Scicon Sports non è solo un’azienda leader nella produzione di borse portabici (un vero must per chi viaggia spacco con le due ruote al seguito) e valigie da viaggio per ciclisti, ma con ottimi risultati produce occhiali sportivi e abbigliamento per ciclisti e...


Strade bianche che s’inoltrano nella campagna lombarda, da percorrere facilmente a piedi o in bicicletta, per ritrovare un tempo sospeso e tutto per noi. Le 33 proposte sono radunate secondo i grandi orizzonti geografici della regione: la pianura, i fiumi,...


Sono tornati in sella e hanno cominciato subito a riassaporare il gusto della vittoria. Sono i ragazzi del Veloce Club Borgo che hanno ripreso oggi l'attività partecipando al Gran Premio di Kostanjevica na Krki, un criterium giovanile in terra slovena....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155