OSCAR TUTTOBICI. ASSOLO DI DRESTI AL GP LVF

ALLIEVI | 30/07/2017 | 13:13

Il piemontese Nicholas Dresti vince solitario il Gran Premio LVF Valve Solutions – Trofeo Comune di San Paolo d’Argon – Trofeo Città di Bergamo, la grande classica organizzata dal Team 2003 che ha messo di fronte i migliori Allievi d’Italia. 


Lo scorso martedì il corridore verbanese del Pedale Ossolano aveva vinto la Cronoscalata Cene-Altino, prima sua vittoria stagionale, oggi con classe si è andato a prendere il successo più bello e importante della sua giovane carriera. Completano il podio il brianzolo Francesco Galimberti (Pedale Senaghese) ed il trentino Andrea Debiasi (Cc Forti e Veloci).


Alla partenza si schierano 182 concorrenti, un po' il meglio della categoria Allievi a livello nazionale. Gli organizzatori del Team 2003 Antonio Torri e Patrizio Lussana prima della partenza consegnano un riconoscimento al campione italiano su strada di categoria Giovanni Vito (Cage-Capes Vc Silvana) che prende il via con il dorsale numero 1. 

 

IL PERCORSOPartenza da Bergamo: via Monte Gleno

Al Km. 8,500 passaggio sotto l’arrivo ed inizio di 2 giri pianeggianti di 7 Km, al terzo passaggio sotto lo striscione d’arrivo Km. 22,500 1° T.V., indi al Km. 26,000 inizio della prima salita verso San Rocco G.P.M. (2ª cat.) Km. 28,600.

Discesa e tratto pianeggiante, al Km. 37,500 2° T.V. di Luzzana. Km. 42, inizio 2ª salita G.P.M. Colle Gallo (1ª cat.) Km. 49,200 seguirà la discesa di 7 Km. fino a Fiobbio (Albino).

A Pradalunga Km. 60,200, 3° TV, poi percorso pianeggiante fi no a Gavarno, quindi si risalirà la Val Gavarnia fino a Tribulina, discesa di 1 Km. e deviazione a Sx per Torre de’ Roveri dove inizierà la salita verso il 3° G.P.M. (2^ cat.) di Colle dei Pasta Km. 71,700. Discesa di Km. 4,300 fino a Cenate Sotto, poi tratto di pianura Km. 5,000 fino all’arrivo di San Paolo d’Argon (via Mortini). Km. 79,2.

 

LA CRONACA – L'inizio della gara è piuttosto tranquillo con il gruppo che resta praticamente sempre compatto. Al primo traguardo volante di San Paolo d’Argon (km 22) transita in prima posizione Giovanni Zarbà (Gc Almenno) davanti a Marco Fieni (Team Giorgi) e a Stefano Paradiso (Team Giorgi).

Al secondo traguardo volante di Luzzana (km 37), con situazione sempre di gruppo compatto, transita in prima posizione Matteo Regnanti (Olimpia Valdarnese), dietro Lorenzo Pasini (Vc Borgo) e Giovanni Zarbà (Gc Almenno).

Il primo Gpm di Cenate Sotto scollina in prima posizione Matteo Regnanti (Olimpia Valdarnese) davanti al tricolore Giovanni Vito (Cage-Capes) e terzo Alessio Martinelli (Team Giorgi).

La corsa, come prevedibile, si accende sulla salita più lunga di Colle Gallo. Il primo ad accendere la miccia è il valtellinese Alessio Martinelli (Team Giorgi), ma il gruppo risponde subito. Ci prova anche il campione italiano Vito Giovanni (Cage-Capes) e sotto il suo impulso al comando si forma un drappello di 7 corridori. Con Vito ci sono anche Massimo Belloni (Pontenure), Nicholas Dresti (Pedale Ossolano), Federico Fumagalli e Francesco Galimberti (Pedale Senaghese), Marco Colombo (Biassono) e Nicola Plebani (Team Giorgi). Alle loro spalle, a pochi secondi, li inseguono Matteo Regnanti (Olimpa Valdarnese), Andrea Debiasi (Forti e Veloci), Sergio Meris (Cicloteam Nembro) e Giorgio Cometti (Team Giorgi).

Al Gpm di Colle Gallo scollina davanti a tutti Nicola Plebani, precedendo Nicholas Dresti e Giovanni Vito. Nella discesa verso Albino si ricompattano i due gruppetti e diventano in 11 a condurre la corsa. Vito, Dresti, Colombo e Plebani allungano nuovamente sulla testa della corsa e scremano il gruppetto e restano in 9 davanti.

Al traguardo volante di Pradalunga (km 60) vince Andrea Debiasi (Forti e Veloci), davanti a Giorgio Cometti (Giorgi) e Marco Colombo (Biassono).

I nove corridori rimasti davanti a giocarsi la corsa sono: Debiasi (Forti e Veloci), Plebani e Cometti (Team Giorgi), Colombo (Biassono), Vito (Cage-Capes), Dresti (Pedale Ossolano), Fumagalli e Galimberti (Pedale Senaghese), Meris (Cicloteam Nembro).

Sull’ultima salita del Colle dei Pasta allungano Nicholas Dresti (Pedale Ossolano) e Nicola Plebani (Team Giorgi). Il bergamasco, appena prima del Gpm, scivola e finisce a terra. Dresti scollina per primo e in discesa si lancia verso la vittoria. A quattro chilometri dal traguardo Dresti ha 13” di vantaggio su un drappello di cinque inseguitori composto da Plebani, Vito, De Biasi, Meris e Galimberti.

È troppo tardi però, il piemontese di Malesco è imprendibile e si presenta tutto solo sul traguardo di San Paolo d’Argon dove vince la corsa più importante della sua promettente carriera.

 

Ordine d'arrivo
km.79 in 2h 08' media/h 37.201

1 DRESTI Nicholas Pedale Ossolano Idroweld

2 GALIMBERTI Francesco Pedale Senaghese 30"

3 DEBIASI Andrea CC Forti e Veloci

4 VITO Giovanni Cage Capes VC Silvana

5 COLOMBO Marco US Biassono

6 PLEBANI Nicola Team F.lli Giorgi

7 MERIS Sergio Cicloteam Nembro

8 COMETTI Giorgio Team F.lli Giorgi 50"

9 FUMAGALLI Federico Pedale Senaghese 59"

10 REGNANTI Matteo GS Olimpia Valdarnese 1'08"

 
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


A Vermiglio i cannoni non serviranno e ieri, dopo abbondanti nevicate, è stato ultimato il tracciato della tappa di Coppa del Mondo in Val di Sole che sabato e domenica accoglierà i big del ciclocross. Sarà un circuito di 3...


Prosegue il dibattito sullo stato del ciclismo giovanile. Dopo l’appello e le argomentazioni di Daniele Di Batte relativamente alla categoria Giovanissimi in provincia di Livorno, tuttobiciweb raccoglie ora l’intervento di Roberta Santini, vicepresidente provinciale della Federciclismo labronica che si fa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI