GIRO. NIBALI: VEDIAMO COME REAGIRÀ IL MIO FISICO

PROFESSIONISTI | 22/05/2017 | 18:21
«Domani si riparte con una tappa durissima, vediamo come affrontare queste giornate che saranno decisive. Ci sono stati arrivi con salite secche, ho pagato, sono andato in difficoltà, il mio svantaggio è considerevole. È stato un Giro molto duro, io ho l'esperienza dalla mia e vedremo come risponde il mio fisico. Mortirolo e Stelvio due volte, dopo il giorno di riposo per tanti può essere pericoloso, ma in tanti possono recuperare». Lo ha detto, in conferenza stampa, Vincenzo Nibali, nel giorno di riposo del 100/o Giro d'Italia di ciclismo.

E poi il campione siciliano ha affrontato anche un argomento di carattere sociale alla vigilia di un anniversario significativo: «Il messaggio che ci hanno lasciato Giovanni Falcone e Paolo Borsellino è un grande e bel messaggio: per il futuro, per i giovani, per la Sicilia e per il futuro di tutto il Paese. Spendiamo tante bellissime parole, ma è sempre troppo poco quello che si fa per combattere il male. Ci sono tantissime persone che portano avanti tante battaglie e lo fanno nel miglior modo possibile».

È questo il messaggio di Vincenzo Nibali, siciliano di Messina, vincitore di tutte le grandi corse e tappe di ciclismo, icona sportiva dell'Isola, alla vigilia del 25/o anniversario della strage di Capaci, dove il 23 maggio 1992 vennero uccisi Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.

Copyright © TBW
COMMENTI
22 maggio 2017 20:50 foxmulder
Da suo tifoso ed estimatore: Nibali non ha la gamba. L'ultima volta che l'ha avuta è stato al Tour che ha vinto. Resta il rammarico in quell'occasione di non essere riuscito (per colpa del keniano) a giocarsela fino alla fine con Froome, ma da lì in poi secondo me non è più arrivato a quei livelli. Sarebbe interessante vedere le curve CP di questi anni, ma la mia opinione è questa. Ed è un peccato, perché non vedo nessuno all'orizzonte in grado di compiere le stesse gesta dello Squalo (che, con mezza gamba, tra l'altro, si è vinto un Lombardia e non ha mancato di molto l'Olimpiade).

Complimenti campione per il tuo messaggio di pace e legalità !
22 maggio 2017 23:22 Vincent
Carissimo Vincenzo sono un tuo fan da sempre ti ho visto al Tour che ai vinto nella salita di Chanrousse . Si ai la gamba ci proverei ne sono convinto per me il giro e aperto da domani inizia la grande sfida poi scrivere una nuova pagina della legenda di questo sport per te solo la vittoria conta il primo posto a Milano. Dai campione siamo tutto con te prova attacca da lontano se poi ci dve provare tutto può succedere forza Nibali poi vincere il Giro Dumoulin e forte ma se attaccato da lontano può crollare .

Verissimo Fox e Vinc
23 maggio 2017 00:00 palo
Verissimo quello che dite entrambi: quella gamba non l'ho più vista neanch'io. Quella stoccata a Sheffield, secondo me, vale come un Mondiale: c'erano tutti ma proprio tutti! E per il Giro 100 Vincenzo ha il carattere e il fondo per compiere qualunque impresa e ribaltare la classifica, anche senza una squadra all'altezza di certe corazzate viste sulle strade di questo Giro.

Nibali comunque competitivo
23 maggio 2017 12:05 runner
Signori, al netto della straordinaria carriera di Nibali, ricordiamoci che il siciliano ha comunque 33 anni. E a quest'età è NORMALE non avere più le forse di una volta. Per questo è meno esplosivo. Ciononostante dimostra ancora una notevole forza, sia fisica che di volontà ed una buona condizione. Di sicuro ci proverà. Se vincerà il Giro o no, nessuno può dirlo. Ma sta comunque correndo questo Giro con onore.

23 maggio 2017 16:44 foxmulder
Che bello scrivere cose ed essere smentiti così!!! Grande cuore

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
L’UCI fa il punto sulle corse annullate e sui programmi di ogni specialità alla luce della crisi pandemica. Ecco la situzione aggiornata: Mountain bikeLe manche della Coppa del Mondo di Mountain Bike UCI Mercedes-Benz 2020 di Lenzerheide (Svizzera) e Les Gets...


Il primo colpo di pedale sarà dato domani mercoledì 8 luglio alle ore 18 presso Opendream in Via Noalese, 94 a Treviso, alla presenza delle maggiori autorità locali. Un progetto ambizioso, che darà vita ad un nuovo concetto di benessere...


Sono i giorni più delicati per Alex Zanardi, che ieri, per la terza volta in 20 giorni, è stato sottoposto a un intervento chirurgico per la ricostruzione del volto dopo l'incidente occorsogli il 19 giugno, lungo la strada provinciale 146,...


La classica più antica, disputata per la prima volta nel 1876, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte in programma mercoledì 5 agosto, torna al passato anticipando di qualche giorno la Milano-Sanremo. Corsa nelle...


Torna il Cipo pensiero. Oggi il campione toscano presenta la sua riflessione sull'importanza delle cultura ciclistica. "Un patrimonio da valorizzare - sostiene Cipo - sulla spinta di FCI e Ministero dell'Istruzione".   


In Italia è necessario un cambiamento culturale, chi si occupa di mobilità sostenibile lo ripete da tempo. Lo ha ricordato lunedì sera anche l’architetto Matteo Dondè – esperto di mobilità ciclistica, sicurezza stradale e riqualificazione dello spazio pubblico – in...


Jovanotti è da sempre un grande fan di Zagor. Da questa sua passione nasce un’amicizia con Sergio Bonelli Editore che, dopo aver prodotto nella primavera del 2018 un albo speciale per celebrare Lorenzo e lo Spirito con la Scure, prosegue...


Stasera si sarebbe dovuto correre il trofeo Città di Brescia by Guizzi Memorial Fiori, appuntamento clou della stagione ciclistica dei dilettanti nella nostra provincia che ha valicato il traguardo del mezzo secolo di vita. Una occasione mondana per appassionati e...


Italiani e francesi: il binomio è spesso associato a rivalità storiche oltre che sportive. Questa storia, tuttavia, ci racconta un punto di vista diverso. Da inizio anno infatti, per la prima volta nella sua storia, il marchio italiano Ursus è...


Tornano i soliti problemi legati alla sicurezza stradale. Purtroppo non si può mai stare tranquilli perchè l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Spiacevole disavventura quella che è successa a Linus in bicicletta. Il popolare direttore di Radio Deejay è finito sul...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155