GIRO. BILBAO CONQUISTA UNA TAPPA MITICA
Da Feltre a Croce d'Aune Monte Avena si corre la tappa decisiva
Copyright © TBW
17:20
A domani per l'ultima diretta dalla corsa rosa.
17:19
Restate su tuttobiciweb.it per leggere le dichiarazioni dei protagonisti e leggere le classifiche aggiornate dopo questo micidiale tappone.
17:18
La lotta per gli altri due gradini del podio è ancora apertissima e si deciderà domani nella crono conclusiva di Verona.
17:17
Complimenti a Richard Carapaz che tranne sorprese domani andrà a vincere il Giro 102.
17:16
Miguel Angel Lopez, vittima di una vera ingiustizia, taglia il traguardo a 1'49" dal compagno di squadra vincitore di tappa.
17:15
Primoz Roglic paga 55" dalla maglia rosa e scende dal podio finale virtuale.
17:14
Mikel Landa parte lungo, ma Pello Bilbao lo salta e va a vincere come a L'Aquila. Terzo chiude Ciccone davanti a Carapaz e Nibali.
17:13
Il povero Lopez sta pagando 1'30" dai primi.
17:12
A tirare è Carapaz, che vorrebbe regalare la vittoria di tappa al fedele compagno Landa.
17:11
A 2 km dall'arrivo accelera nuovamente Nibali, placcato da Landa, Carapaz, Ciccone, Bilbao, Nieve e Madouas.
17:10
Prova a difendere il podio Roglic, che ha ripreso Sivakov, Mollema e altri.
17:07
Tifosi davvero indisciplinati. Il regolatore deve spingerli di peso per difendere i corridori dalle loro spinte.
17:05
Nibali, Carapaz e Landa stanno andando a riprendere tutti gli attaccanti.
17:03
In crisi Roglic, che non riesce a tenere il passo di Sivakov.
17:01
Nibali prova un'altra accelerata ma Carapaz e Landa resistono alla sua ruota.
17:00
Un tifoso sloveno fa cadere Miguel Angel Lopez, che... lo prende a sberle.
16:59
Più staccati pedalano Roglic, spinto (letteralmente) dai suoi connazionali, Lopez e Sivakov.
16:58
Nibali l'ultima salita di questo Giro d'Italia in compagnia di Carapaz e Landa.
16:57
Vincenzo Nibali con grande abilità si riporta su Landa. Carapaz, attentissimo, è sempre sulla sua ruota.
16:56
Rafal Majka finisce a terra in discesa. Si rialza prontamente, ma gli altri si stanno buttando giù al limite e non lo aspetteranno di certo.
16:55
Landa scollina a 45" dalla testa della corsa, gli altri big in lotta per la generale 13" più dietro.
16:54
Valentin Madouas passa al GPM di Croce d'Aune con 18" su Ciccone, Nieve, Bilbao, Dubare e Gehereigzabher.
16:52
Le forze sono al limite per tutti, si fatica a fare grandi differenze.
16:50
Pozzovivo lavora per Nibali, Landa ha preso una decina di secondi di vantaggio.
16:48
Carapaz resta passivo sulla ruota di Nibali, è Roglic ha incaricarsi di tirare il gruppo dei migliori.
16:47
Nuova accelerata del colombiano in maglia bianca. Ripreso contrattacca deciso Mikel Landa.
16:46
Stoppato da Carapaz e tutti gli altri big, Pozzovivo fa il passo per Nibali.
16:45
Dal gruppo a 14 km dal traguardo attacca Miguel Angel Lopez.
16:42
Il francese della Groupama FDJ prende il largo.
16:38
A 16,5 km dal traguardo allunga Madouas.
16:35
Continuano le scaramucce tra Bilbao (Astana), Kangert (Education First), Madouas (Groupama FDJ), Nieve (Mitchelton Scott), Gehereigzabher (Dimension Data), Dunbar (Ineos) e Ciccone (Trek Segafredo).
16:34
Ci prova ora Kangert, ma non riesce a fare il vuoto.
16:33
Risponde prontamente Pello Bilbao. Contrattacca Mikel Nieve.
16:32
Parto secco Giulio Ciccone a 20 km dal traguardo.
16:30
In gruppo accelera la Movistar con Amador a dettare il passo.
16:28
Perde contatto Eros Capecchi, stremato.
16:26
I battistrada iniziano il Croce d'Aune.
16:20
Il gruppo maglia rosa, sempre condotto dai Movistar, passa sotto l'arco dei 30 km al traguardo.
16:13
Cambi regolari tra gli 8 di testa, che dalla loro hanno quasi 4'.
16:04
3'04" il vantaggio dei battistrada a 40 km dal traguardo.
16:00
Zakarin, già finito a terra nella discesa del Manghen, fatica nel disegnare le curve.
15:55
Al cartello dei 50 km al traguardo il margine degli 8 di testa è di 2'49".
15:49
Il gruppo maglia rosa è tirato da tanti chilometri dallo spagnolo Pedrero, compagno di Carapaz.
15:44
Il gruppo scollina con 2'37" di ritardo.
15:41
Giulio Ciccone conquista il GPM del Passo Rolle.
15:38
Dopo 4 ore di corsa la media è di 32,300 km/h. Altissima, se consideriamo il dislivello affrontato.
15:34
Il gruppo concede loro 3'30".
15:30
Riesce a rientrare anche Eros Capecchi, diventano 8 in testa alla corsa.
15:23
Ricapitoliamo i nomi dei 7 all'attacco: Bilbao (Astana), Kangert (Education First), Madouas (Groupama FDJ), Nieve (Mitchelton Scott), Gehereigzabher (Dimension Data), Dunbar (Ineos) e Ciccone (Trek Segafredo).
15:17
A 70 km dal traguardo Ciccone e Madouas si riportano sugli uomini in testa alla corsa.
15:12
La strada punta sempre all'insù.
15:06
Capecchi fatica a tenere il passo di Ciccone e Madouas, che si sono riportati a 45" dai primi.
14:59
Le immagini tv mostrano Ilnur Zakarin con il pantaloncino strappato, fianco e gomito destro sanguinanti. Deve essere caduto in precedenza.
14:55
A 80 km dal traguardo i 5 al comando hanno 1'22" sul terzetto di immediati inseguitori e 2'12" sul gruppo maglia rosa.
14:47
Il gruppo maglia rosa torna a ingrossarsi, è rientrato anche Simon Yates.
14:44
La Movistar lascia fare e concede ai battistrada 1'40".
14:38
Si forma un quintetto in testa alla corsa, sulla quale stanno provando a riportarsi Ciccone, Capecchi e Madouas.
14:35
Allungano anche Dunbar, Ghebreigzabier e Kangert.
14:33
Prendono il largo Nieve e Bilbao.
14:30
Continuano gli scatti: tutti contro tutti.
14:28
Annullata la fuga, continuano le scaramucce tra i big.
14:27
Forza il ritmo Damiano Caruso, francobollato alla sua ruota Mikel Landa.
14:26
Pello Bilbao si riporta sulla ruota del bergamasco della Androni.
14:25
A 100 km dal traguardo Masnada ha 37" di vantaggio sul gruppo maglia rosa.
14:22
Nibali mangia e scambia due parole con Roglic. Bisogna fare fronte comune contro i sudamericani, che in salita hanno dimostrato di essere i più forti.
14:17
Missione compiuta, si raggruppano tutti i migliori in lotta per il podio finale.
14:14
Giù a tutta ora in discesa per chiudere il buco.
14:10
Sivakov passa al GPM leggermente più avanti di Nibali e Roglic, che pagano una ventina di secondi da Carapaz.
14:09
Il gruppetto maglia rosa scollina a 1'20" da Masnada.
14:08
Lopez ritrova Bilbao e Cataldo, Carapaz e Landa possono contare sull'aiuto di Amador.
14:07
Fausto Masnada conquista la Cima Coppi del Giro 2019: è primo sul Passo Manghen. Nell'ordine lo seguono Caruso, Nieve, Dunbar, Zakarin e Kangert.
14:05
Vanno via Lopez, Mikel Landa e Richard Carapaz quando mancano poco meno di 120 km al traguardo.
14:04
Faticano anche Vincenzo Nibali e Primoz Roglic.
14:03
Scatta deciso Miguel Angel Lopez e perdono contatto Mollema e Sivakov.
14:02
Non riescono a tenere il passo Yates e Majka.
14:01
I celesti hanno ridotto il gruppo maglia rosa a una decina di unità. Sono rimasti sono i migliori...
14:00
Ripresa la coppia della Trek Segafredo.
13:58
Forcing dell'Astana in testa al gruppo.
13:55
Conci, che pedala sulle strade di casa, è stato ripreso da Ciccone.
13:52
Ad animare la fuga sono soprattutto gli Astana.
13:46
Damiano Caruso resta passivo, deve risparmiare forze in vista della seconda parte di tappa.
13:40
Nel drappello dei fuggitivi alle spalle di Masnada allunga Jai Hindley della Sunweb.
13:37
Allunga dal gruppo maglia rosa anche Giulio Ciccone, mentre ricordiamo che c'è in avanscoperta anche il suo compagno Conci.
13:29
Continua il volo in solitaria di Masnada, che vuole andarsi a prendere la Cima Coppi di questo Giro.
13:21
Il gruppo maglia rosa paga 3'47" alla testa della corsa e ora è condotto da un uomo della Bora Hansgrohe.
13:16
Insiste nella sua azione in solitaria il bergamasco della Androni Sidermec.
13:10
All'inizio del Passo Manghen dal gruppo si muove Nicola Conci della Trek Segafredo.
13:07
Fausto Masnada si aggiudica il traguardo volante di Telve e tira dritto, anche se mancano ancora 135 km al traguardo.
13:03
Il gap supera i 3'.
12:58
Oggi i corridori dovranno affrontare oltre a tanta salita anche il primo caldo. È già un continuo via vai alle ammiraglie per prendere borracce.
12:51
Dietro rallentano, il gruppo maglia rosa si infoltisce e la fuga prende il largo.
12:46
Quando mancano 150 km al traguardo i 12 di testa hanno dalla loro 2'24".
12:42
Il gruppo maglia rosa è ridotto a una trentina di unità da un avvio "a tutta".
12:37
Il margine dei battistrada supera il minuto.
12:30
30,800 km/h la media della prima ora di corsa.
12:25
Ora ci sono venti chilometri di discesa verso Castel Tesino e poi verso Scurelle, dove comincerà la salita del Passo Manghen.
12:24
Bouwman (Jumbo) tenta un disperato inseguimento per rientrare sui fuggitivi.
12:24
Landa è già davanti da parecchi chilometri a tirare per Carapaz.
12:23
Hindley passa per primo al GPM davanti a Masnada.
12:21
In testa abbiamo: Amador (Movistar), Masnada (Androni), Bilbao (Astana), Caruso (Bahrain), Capecchi (Deceuninck), Kangert (EF), Nieve (Mitchelton), Gehereigzabher (Dimension Data), Dunbar (Ineos), Zakarin (Katusha), Hindley (Sunweb) e su di loro sta rientrando Cataldo (Astana).
12:20
Un chilometro al Gpm.
12:18
28 secondi di vantaggio per i battistrada, sono undici ma c'è un Astana che cerca di inseguire: è Cataldo.
12:17
È Caruso che sta cercando di animare questo tentativo.
12:15
Ora si è formato al comando un gruppo di una dozzina di uomini.
12:12
Izagirre tra i più determinati nel fare l'andatura.
12:05
Prima difficoltà di giornata per Nibali: problema meccanico per il siciliano che rientra ben pilotato da Pozzovivo.
12:04
Anche la Movistar cominicia a muovere le sue pedine.
12:04
Si avvantaggiano Masnada e Dunbar.
11:56
Allungo di Ventoso, si affacciano nelle prime posizioni anche gli uomini della Mitchelton, della Astana e della Jumbo.
11:52
Questa è la velocità del gruppo sulla prima salita...
11:46
La tappa è partita a mille all'ora, allunga l'irlandese Dunbar sul quale rientra Masnada.
11:44
E Caruso attacca a 183 chilometri dal traguardo: la Bahrain Merida vuol fare gara dura da subito.
11:42
Mattia Cattaneo e Jay Hindley tra i più attivi e c'è subito davanti Damiano Caruso.
11:41
Cominicia la salita, ripresi Haller e Gibbons, e subiti ci sono scatti in testa al plotone.
11:39
Nuovi scatti in testa al gruppo.
11:38
Quindici secondi per i due attaccanti.
11:35
Sulle sue ruote si porta un altro velocista, l'austriaco Marco Haller della Katusha.
11:34
Un solo uomo si è avvantaggiato mentre ci avviciniamo alla prima salita di giornata: è il sudafricano Ryan Gibbons della Dimension Data.
11:33
Gruppo allungatissimo con i primi tentativi di fuga.
11:30
PARTITI!
11:24
Ancora in corso il lungo trasferimento.
11:10
Il Governatore Zaia e il presidente della FCI Di Rocco hanno dato il via alla corsa.
11:08
Toccanti le immagini di Carapaz che ha salutato la moglie e i figli prima di partire: l'ecuadoriano appare davvero molto tranquillo.
11:04
Ricordiamo che oggi si pedala sulle strade di una delle granfondo più amate dai ciclisti, la Sportful Dolomiti Race.
11:03
La doppia salita finale sul Croce d'Aune, che è poco lontana da Feltre, ci offrirà davvero uno spettacolo da stadio a cielo aperto.
11:02
Una folla oceanica stamattina a Feltre, sicuramente ne vedremo altrettanta lungo le strade di questa tappa.
11:01
Da percorrere, giusto per scaldare i muscoli, 9.600 metri per arrivare al km 0 posto in via Marconi, sempre a Feltre.
11:00
I corridori stanno cominciando ad allinearsi, tra 5 minuti la carovana comincerà a muoversi.
10:58
C'è grande tensione al villaggio di partenza, occhi fiammeggianti e quell'aria di vigilia dei grandi avvenimenti. Comunque finirà, sarà sicuramente una grande giornata.
10:57
Prima della partenza, vi invitiamo come sempre a leggere la ricca e preziosa presentazione curata dal nostro Giuseppe Figini e le opinioni dei nostri articolisti.
10:56
Contro di loro, il cuore siciliano di Vincenzo Nibali e il freddo sguardo di Primoz Roglic per una sfida che promette grande spettacolo.
10:55
"Hoy es el dia", direbbero gli spagnoli e questa è la lingua di Carapaz, maglia rosa, di Landa suo splendido gregario e di Lopez in maglia bianca.
10:54
Cinque i gpm in programma: Cima Campo (2a categoria) in partenza, poi il Passo Manghen che è Cima Coppi, il Passo Rolle, il Croce d'Aune e infine il Croce d'Aune Monte Avena.
10:53
Si va da Feltre a Croce d'Aune Monte Avena per 194 chilometri, 84 dei quali in salita.
10:52
Ventesima e ultima tappa in linea del Giro d'Italia, la tappa decisiva.
10:51
Buongiorno amiche e amici e ben trovati al... giorno del giudizio.
10:50
DIRETTA A CURA DI GIULIA DE MAIO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Quella di Dario Cataldo è una quarantena un po’ differente rispetto a quella che stiamo vivendo in Italia. Abbiamo infatti raggiunto telefonicamente a Balerna, nel Canton Ticino, il portacolori del Team Movistar che ha raccontato a tuttobiciweb le sue giornate,...


  Il 29 maggio 2016, 50 anni dopo la vittoria al Giro d’Italia, Gianni Motta organizzò una festa per raccontarsi e farsi raccontare. Corridori, direttori sportivi, giornalisti. E storie, avventure, retroscena. Molto era rimasto nei miei appunti. Eccolo qua. LA...


I divieti sono sempre difficili da osservare e ogni tanto qualcuno cerca di sfuggirvi. Nonostante un decreto governativo vieti di svolgere l’attività sportiva in bicicletta all’aperto, c’è sempre qualcuno che ci prova. È successo anche ieri a Otranto, con uno...


A pochi chilometri di distanza dalla celebre Università di Oxford, c’è quella che possiamo considerare una sor­ta di Università, oppure un Master, del ciclismo: la Holdsworth-Zappi. Siamo abituati a vederla in tutti gli appuntamenti dilettantistici più importanti in Italia, dal...


Volete conoscere le curiosità più interessanti, gli aneddoti più simpatici ed i segreti più nascosti delle grandi campionesse del ciclismo in rosa? Le appassionanti dirette Facebook del team Alè - BTC Ljubljana sono in rampa di lancio! Cinque imperdibili appuntamenti...


Davide Dapporto è un ragazzo romagnolo, un ragazzo del 2001. Si accorge di avere dei numeri da corridore quando in famiglia il nonno Giovanni e il papà Diego, entrambi ex dilettanti di stampo buono, gli parlano di ciclismo. La sua...


Diciamolo, anche se sottovoce, a tutti noi piacerebbero bici molto leggere, sempre. Per farlo servono telai leggeri, ruote leggere ma anche tante piccole accortezze come suggerito dal vasto catalogo di Carbon-Ti. Perni passanti, viteria, corone, collarini, dischi, insomma, l’elenco è lungo...


Una triste notizia in questa ultima domenica del mese di marzo. E’ morto a Prato (risiedeva nella frazione di Iolo) all’età di 80 anni, Giordano Paolini personaggio conosciutissimo nel ciclismo non solo toscano. Qualche giorno fa sottoposto al tampone per...


  Si è risvegliato. Giancarlo Ceruti ex presidente della Federazione Ciclistica Italiana sta mostrando piccoli ma significativi segni di miglioramento e a confermarcelo è Luigi Rossi, presidente della Polisportiva Camignone, da sempre amico fraterno di Ceruti. È lo stesso Rossi,...


“Sto bene, martedì prossimo avrei dovuto operarmi di nuovo, ma in questo momento di blocco totale non è possibile. Non vorrei parlare però di questo problema e distogliere l’attenzione dalle situazioni ben più serie legate all’attualità”. E’ un Domenico Pozzovivo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155