GIRO. TAPPA A MASNADA, CONTI IN MAGLIA ROSA
Tappa lunghissima per raggiungere San Giovanni Rotondo
Copyright © TBW
17:20
A domani per un'altra tappa in diretta del Giro d'Italia.
17:17
Restate su tuttobiciweb per leggere le dichiarazioni dei protagonisti e la nuova classifica.
17:15
Il gruppo principale taglia la linea del traguardo con 7'18" di ritardo.
17:08
Rojas e Plaza anticipano Giovanni Carboni, che va a prendersi la maglia bianca e sale al 2° posto in classifica generale.
17:07
Fausto Masnada si aggiudica la tappa, Valerio Conti va a vestire la maglia rosa.
17:05
Il margine della coppia di testa è ben più che rassicurante al triangolo rosso. Sarà festa italiana al traguardo di San Giovanni Rotondo...
17:03
Un italiano non veste la maglia rosa da ben tre anni, l'ultimo a vestirla è stato Vincenzo Nibali.
17:00
Il digiuno di vittorie di tappa italiane al momento è a 9. L'ultimo trionfo in rosa lo dobbiamo a Elia Viviani, primo ad Iseo un anno fa.
16:58
Devono dare il tutto per tutto ora il bergamasco della Androni Sidermec e il romano della UAE Team Emirates.
16:56
Quando mancano 10 km al traguardo Masnada e Conti hanno ancora 32" su Plaza, Amador e Carboni.
16:52
C'è tantissima gente a bordo strada ad applaudire i girini.
16:48
Conti si aggiudica il traguardo volante di San Marco in Lamis e si mette in tasca 3" preziosi.
16:44
Il gruppo accusa un ritardo superiore ai 7'.
16:41
Al GPM Masnada e Conti passano con 35" sui tre immediati inseguitori e 50" sugli altri ex compagni di fuga.
16:39
A 20 km dal traguardo Conti rischia di cadere a causa di un cane a centro strada...
16:36
Insiste Masnada con a ruota Conti, purtroppo per loro il vento soffia contrario rispetto alla loro marcia.
16:33
La coppia di testa ha 28" su Rojas, Plaza e Carboni poi via via inseguono tutti gli altri attaccanti.
16:30
Dietro di loro non c'è accordo, continuano le scaramucce tra gli altri fuggitivi della prima ora.
16:28
Nuova accelerata di Masnada, che continua a chiedere il cambio a Conti ma non riceve collaborazione.
16:26
Alle spalle di Masnada e Conti non c'è accordo, prova a forzare il ritmo Giovanni Carboni.
16:24
Gli resiste solo Valerio Conti, che ha la concreta possibilità di andare a vestire la maglia rosa al termine della tappa.
16:22
Fausto Masnada scatta deciso a 29 km dal traguardo.
16:19
Aumenta il passo nel drappello di testa, i battistrada iniziano a misurarsi l'un altro le forze rimaste.
16:15
Il gruppo transita al cartello dei 35 km al traguardo con 5'06" di ritardo dai primi, che iniziano ora la salita.
16:08
A tirare in gruppo è sempre e solo la Jumbo-Visma della maglia rosa.
16:03
A 40 km dal traguardo i battistrada conservano 5'05" sul gruppo.
15:54
Ricordiamo la composizione della fuga: Andrey Amador, José Rojas (Movistar), Valerio Conti (UAE-Emirates), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Sam Oomen (Team Sunweb), Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini-Faizané), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Amaro Antunes (CCC Team) e Nicola Conci (Trek-Segafredo).
15:47
Quando mancano 50 km al traguardo i 13 attaccanti hanno dalla loro 5'35".
15:39
Tra i fuggitivi abbiamo alcuni azzurri giovani e in condizione, che sicuramente daranno il massimo per centrare una vittoria che cambierebbe la carriera a chiunque di loro.
15:32
Un italiano riuscirà oggi ad aggiudicarsi la tappa più lunga di questo Giro?
15:25
42,3 km/h la media dopo 4 ore di corsa.
15:20
Il vento soffia forte. Se prima era a favore, ora è contrario rispetto alla marcia dei corridori.
15:13
In attesa dell'arrivo della tappa i nostri inviati ne approfittano per una visita al Santuario di San Pio di Pietrelcina.
15:08
Scende a 5'25" il ritardo del gruppo a 80 km dal traguardo.
15:01
Tranne sorprese la tappa sarà una questione tra i 13 uomini all'attacco, andati via "di gambe" come si suol dire.
14:55
Delle 22 squadre in corsa ben 12 sono rappresentate in fuga.
14:48
Il margine si è stabilizzato sui 6'30".
14:41
A 100 km dal traguardo il gap è di 6'26".
14:27
Ne approfittano gli attaccanti, il cui margine sale a 6'.
14:22
Il gruppo rallenta, è tempo di rifornimento.
14:15
Cambi regolari tra i 13 di testa che viaggiano con oltre 5' di vantaggio.
14:09
Il gruppo è sempre tirato dai compagni di Roglic, che resta ben coperto.
14:00
130 km all'arrivo, vantaggio stabile intorno ai 4'15". Fase piuttosto tranquilla di gara. Il tempo però è incerto, la pioggia potrebbe arrivare da un momento all'altro.
13:48
141 km al traguardo, 4'20" per i fuggitivi. La Jumbo-Visma non sembra però avere intenzione di lasciare troppo spazio agli uomini davanti.
13:40
Nel finale si potrebbe scatenare la bagarre per la maglia rosa, ma anche per la maglia bianca, con Carboni, Peters e Madouas che potrebbero aspirare a sfilarla a Miguel Angel Lopez, in testa alla speciale classifica riservata ai giovani.
13:36
Conti è virtualmente maglia rosa, ma anche Carboni, Peters, Madouas, Rojas e Antunes al momento sarebbero davanti a Roglic.
13:31
I 13 uomini in avanscoperta non sono certamente gli ultimi arrivati, visto che la composizione vede sia corridori esperti che giovani in rampa di lancio, tutti dotati di un ottimo motore.
13:31
153 km all'arrivo, quattro minuti di vantaggio per gli attaccanti.
13:29
La Bahrain-Merida, invece, fa sapere che Domenico Pozzovivo sta meglio dopo la caduta di Frascati.
13:28
Segnalato il ritiro di Robert Power intanto, che dopo la caduta di stamattina ha dovuto lasciare la corsa. Dopo Dumoulin, la Sunweb perde quindi un altro pezzo.
13:21
Il margine dei battistrada è di 3'45" a 158 km dall'arrivo. La Jumbo-Visma fa l'andatura, senza troppa convinzione per ora.
13:13
Dopo 75 km il vantaggio dei 13 davanti è di di 3'20". Il gruppo prosegue a ritmo blando, a conferma del fatto che oggi la fuga ha ottime possibilità di arrivare.
13:09
Roglic a colloquio con la macchina del medico.
13:00
Il corridore meglio piazzato in classifica generale è Conti, a 1'59" da Roglic, mentre Carboni è a 2'53".
12:59
Il vantaggio è di due minuti sul gruppo, che sembra finalmente aver deciso di rialzarsi.
12:53
I due drappelli si sono ricongiunti, in testa troviamo quindi: Andrey Amador, José Rojas (Movistar), Valerio Conti (UAE-Emirates), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Sam Oomen (Team Sunweb), Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini-Faizané), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Amaro Antunes (CCC Team) e Nicola Conci (Trek-Segafredo).
12:47
Si è formato anche un gruppo di contrattaccanti, con Carboni, Masnada, Amador, Antunes, Madouas, Oomen e Wyss.
12:46
Il gruppo però non sembra voler lasciare spazio neanche stavolta. Wyss si è rialzato, quando abbiamo superato i 53 km di corsa.
12:39
Si muovono ora Nans Peters (Ag2r La Mondiale), José Rojas (Movistar), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini-Faizanè), Danilo Wyss (Dimension Data), Valerio Conti (UAE-Emirates) e Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step).
12:35
Verso Isernia continuano gli scatti, ma per il momento il gruppo rimane compatto.
12:34
In tutto ciò non ha ancora preso il largo la fuga buona.
12:28
Roglic ha il pantaloncino strappato e riceve ora le cure del medico in corsa.
12:27
40,4 km/h la media dopo la prima ora di corsa.
12:20
Diversi i big nel secondo gruppo, che stanno comunque rientrando. Roglic ha battuto il gluteo destro, ma non sembra aver problemi a pedalare.
12:16
Anche la maglia rosa di Primoz Roglic è finita a terra e ora ha 40" da recuperare dal resto del gruppo.
12:15
C'è stata una caduta in gruppo, che nel frattempo era tornato compatto.
12:13
In precedenza era caduto Grega Bole (Bahrain-Merida), che sta ora sta inseguendo.
12:08
Non c'è accordo davanti, sono rimasti solo Marcato e Masnada tra i battistrada. Gruppo che però li tiene sotto tiro. Le velocità sono molte alte.
12:06
Nicola Conci (Trek-Segafredo) è riuscito a rientrare sul gruppo di testa, così come Jasha Sutterlin (Movistar).
12:02
I fuggitivi, per ora, non riescono a guadagnare più di 15 secondi.
12:00
Segnalato il ritiro di Laurens Ten Dam (CCC Team).
11:54
Anche Marco Marcato (UAE-Emirates) si è unito alla testa, ma il gruppo non è lontano.
11:51
Superati i 15 km di corsa, situazione ancora incerta.
11:48
Ora prova ad attaccare Fausto Masnada (Androni-Sidermec), seguito da Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale) e Lorenzo Rota (Bardiani-CSF).
11:45
Tentano di evadere Valerio Conti (UAE-Emirates), Manuel Senni (Bardiani-CSF) e Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec) tra gli altri, ma il gruppo non sembra voler lasciare spazio.
11:44
C'è vento contrario e leggermente laterale, si sta salendo verso Venafro.
11:40
Tanti scatti in questa fase, vediamo se riuscirà ad uscire un drappello.
11:34
Nessun forfait da segnalare, sono partiti in 169. Nei primi chilometri il gruppo prosegue compatto.
11:30
Non è nemmeno inverosimile che Roglic possa lasciare la maglia rosa ad un fuggitivo, per lasciar respirare i suoi compagni nelle prossime tappe.
11:29
Sarà importante oggi centrare la giusta fuga, visto che è la prima possibilità concreta per gli attaccanti di portarla a termine.
11:26
I corridori si sono appena lanciati da Cassino, buon divertimento!
11:09
L'invito, in attesa del via, è sempre quello di leggere la ricca presentazione della tappa firmata dal nostro Giuseppe Figini. E non perdete gli interventi dei nostri opinionisti Gatti, Costa e Stagi dalle strade del Giro.
11:08
Ricordiamo le maglie di questo Giro: Roglic è in rosa, Ciccone in azzurro, Lopez in bianco e Ackermann in ciclamino.
11:07
Per finire, attenzione a dosare le forze sul rettilineo finale, 1200 metri, che tira all'insù al 2-3%.
11:06
Anche se, per quello che hanno dimostrato finora, staccare corridori come Ackermann e Ewan si annuncia impresa difficile.
11:05
Sarà su questa salita che molti cercheranno di mettere in difficoltà i velocisti, per impedire loro di arrivare a giocarsi il successo in volata.
11:04
Si tratta di una salita di 15 km al 4,4%, ci sono anche tratti in contropendenza: può essere questo il trampolino di lancio per gli attaccanti.
11:03
Come sempre in Italia, i corridori incontreranno terreno movimentato, anche se è classificato un solo GPM, Coppa Casarinelle a 18 km dalla conclusione.
11:02
Frazione lunga, lunghissima, per la quale purtroppo è prevista pioggia lungo la strada.
11:01
Amiche e amici ben trovati per la sesta tappa del Giro d'Italia. Oggi andiamo da Cassino a San Giovanni Rotondo per 238 km.
11:00
DIRETTA A CURA DI CARLO MALVESTIO E GIULIA DE MAIO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'eritreo Mulu Hailemichael ha vinto a Huye la seconda tappa del Tour du Rwanda. Il portacolori della Nippo Delko Provence, classe 1999, ha preceduto allo sprint il colombiano Restrepo della Androni Giocattoli - Sidermec e l'eritreo Biniam Girmay Hailu, anche...


Un altro podio in stagione e una vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec che nella seconda tappa del Tour du Rwanda ha visto chiudere al secondo posto Jhonatan Restrepo. Il colombiano dei campioni d’Italia conferma così il suo brillante inizio...


Sotto il sole degli Emirati, Mauro Vegni divide i suoi pensieri fra la corsa - della quale è direttore - e l'Italia. Stamane, prima della partenza della seconda tappa del Tour, il dirigente del RCS Sport ha spiegato: «La situazione...


Un cambio netto per lasciarsi alle spalle un 2019 avaro di soddisfazioni. Romain Bardet, dopo sette anni in cui si è concentrato esclusivamente sul Tour de France, ha deciso di puntare per la prima volta sul Giro d’Italia. Ecco perché il Tour...


Operazione antidoping dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria: fatta luce su una morte sospetta e smantellato un ingente traffico di anabolizzanti in palestre e nelle competizioni sportive; nove le misure cautelari personali, tra cui un forestale, e 20...


«Non è sempre facile essere me, ma i ciclisti... so­no masochisti». La bici è sofferenza, anche se sei un fenomeno. An­che se sei passato professionista a 18 anni e pronti-via hai sorpreso il mondo e te stesso vincendo fior di...


Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155