L'ORA DEL PASTO. Il nuovo Ballero

PROFESSIONISTI | 26/09/2016 | 09:50
Ha il nome di un antico re, israeliano: Davide. E il cognome di un eterno corridore, e commissario tecnico, toscano: Ballerini. Ma non ha nessuna parentela né con il monarca né con il ciclista. Ha compiuto 22 anni in corsa, il 21 settembre, al Giro della Toscana. E ha già una bella storia da raccontare: la sua.

Campione italiano esordienti A. Non in pista, su strada o nei prati: in piscina. Non ciclismo: nuoto. “Anche mio fratello maggiore nuotava: misti e delfino. Io, 200 misti. Per la Dds di Remo e Luca Sacchi, ma non nella piscina di Settimo Milanese. Fino al titolo italiano. Però era ripetitivo: una corsia, avanti e indietro, mi annoiavo, non ce la facevo più. E allora ciclismo: ogni pedalata una novità. C’era sempre stato, il ciclismo, fin da quando ero piccolo: mio padre mi portava a vedere le corse, e la prima, ricordo, il Giro di Lombardia. Qualcosa, o molto, mi era rimasto dentro. Provai a correre: la prima volta dalle mie parti, Cantù, in Brianza. Arrivai in fondo: dodicesimo. Poi giunse anche la prima vittoria: a Gazoldo degli Ippoliti, nel Mantovano. Anticipai la volata, tagliai il traguardo da solo”.

Team Idea, Unieuro Wilier, Hopplà Petroli Firenze: le sue squadre da dilettante. Tinkoff e Italia: la prima da stagista, la seconda da azzurro, in corse ufficiali internazionali, in altre del calendario nazionale. Androni Giocattoli: dal prossimo anno, professionista. “Il ciclismo, per me, è una continua scoperta. L’altro giorno, alla Coppa Sabatini, una fuga così lunga non l’avevo mai fatta. Siamo evasi dopo 18 chilometri, sono stato ripreso quando all’arrivo ne mancavano tre: in tutto, 175 chilometri in cui ho sognato di vincere. Ma io sono uno di quelli che, prova e riprova, prima o poi alla fine ne arriverà una. Non ho vinto tanto: una nel 2014, una nel 2015, due quest’anno, compreso il Piccolo Giro dell’Emilia”.

Geometra, il nuovo “Ballero” sa come progettarsi e costruirsi una carriera da stradista: “Volontà, coraggio, disciplina. Entrare nelle fughe sperando che la fuga arrivi. Senza pensieri”.

Marco Pastonesi
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Il Tour of Fuzhou conferma - come già visto quest'anno con Egan Bernal, Tadej Pogačar e Remco Evenepoel, tanto per fare qualche nome - la presa di potere di corridori giovanissimi. utto il podio della quinta tappa è formato, infatti,...


Si avvicina il debutto in un grande giro per Mathieu Van der Poel: il corridore olandese, infatti, sta valutando la possibilità di disputare la Vuelta nel prossimo mese di agosto. È stato lui stesso a parlare di questa opportunità nel...


Dopo essere tornata in calendario nelle due ultime stagioni, la Vuelta a Aragon va incontro ad un nuovo stop e nel 2020 non si correrà: lo hanno annunciato ufficialmente gli organizzatori, spiegando che la decisione è dovuta al fatto che...


Alberto Dainese è un ragazzo che non ha problemi a dire quello che pensa. È bastato qualche minuto di chiacchierata per capire la sua forte e genuina personalità. Risposte mai banali e buona tendenza a fare ironia. Ma, soprattutto, in...


Finalmente una bella dormita per me e anche per Giorgio, che ha recuperato al 100%. Dopo 10 giorni di convivenza abbiamo scoperto che Dil è un Lama, ovvero una guida buddista: ci ha portato a casa di alcuni suoi parenti...


  È tutto pronto per la 28ª edizione del Giorno della Scorta, in programma domenica prossima a Faenza, alle ore 9.30, con gli ospiti accolti in Sala del Consiglio Comunale per dibattere i temi della sicurezza nelle gare ciclistiche insieme...


È andata in scena la grande festa di chiusura  della stagione  2019 per l' Uc Lupi di San Martino di Lupari: la società del vulcanico presidente Otello Antonello - che quest'anno celebra anche il ventennale della fondazione - può veramente...


  Si svolgerà domani venerdì 22 novembre la cerimonia del 46° Giglio D’Oro il premio nazionale per il miglior professionista italiano della stagione, istituito nel 1973 da Saverio Carmagnini, con il patrocinio del Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi dell’USSI. La cerimonia...


Una dinastia di corridori, quella della famiglia Colnaghi: dal padre Fabio ai tre figli Andrea e Davide (sono gemelli), e Luca che andiamo a presentarvi. Anni 20 compiuti, di Mandello del Lario sulle sponde del lago di Lecco, Luca Colnaghi...


Un appuntamento per parlare di ciclismo, del corridore più grande di sempre e della sua sconfitta più clamorosa: questa sera alle 19.30 da Cicli Turrina in via Busa 27 ad Ospedaletto di Pescantina (Verona), ci sarà infatti la presentazione del...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy