GIRO. Fazzini, il climatologo nella manica

PROFESSIONISTI | 19/05/2016 | 07:51
A Modena la primavera sapeva di estate. Sole caldo e profumo balsamico di duroni. Stessa tappa, cielo diverso. Alzando lo sguardo da Asolo le montagne si avvicinano e intorno alle vette si aggirano nuvole e corvi da maltempo. Per loro la Noale-Bibione potrebbe essere la classica quiete prima della tempesta, con l’ultimo stage in altimetria marittima.

Dopo l’assaggio di venerdì, con le cime di Montemaggiore e Porzus, si comincerà davvero a salire in quota. Sabato col Pordoi si scollinerà a 2239 metri, in una tappa che prevede anche il Sella (2244 metri), il Valparola (2200) e soprattutto il Giau, a 2236 metri dal suolo. Nello stesso momento in cui alla partenza di Modena si registravano 24 gradi, allo striscione di Asolo se ne contavano 21. Al Giau solo 4, con nevicate in corso tra le 22 e l’una di notte e minime da 3 gradi sotto lo zero. Per non dire del Colle dell’Agnello, posto sulla Cima Coppi del Giro, a 2744 metri e minime di poco sopra lo zero. E così, per non avere la testa tra le nuvole, la macchina organizzativa si muove per tempo. Con una garanzia in più, che porta il nome di Massimiliano Fazzini. Con lui, che è docente universitario di Ferrara e Camerino, climatologo responsabile internazionale di un progetto sui cambiamenti climatici e i monsoni, l’organizzazione del Giro sceglie infatti di scattare in anticipo. Fazzini da anni studia soprattutto i rischi connessi alle condizioni meteorologiche montane:  “Mi occupo delle condizioni climatiche montane e alpine. Fenomeni nevosi e grandine, per definizione difficili da prevedere. Valuto anche i rischi connessi a fenomeni estremi, come le valanghe”. Sabato Fazzini si aggregherà alla carovana per aiutare Mauro Vegni e Stefano Allocchio a valutare eventuali situazioni difficili. Che, al momento, però lasciano comunque tranquilli gli organizzatori della corsa. Dottorato in Geologia applicata, geomorfologia e idrologia, con specializzazione climatologica applicata, sarà l’aruspice ufficiale della corsa rosa per non andare in bianco sulle tappe più attese.

Stefano Arosio
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sabato scorso un acquazzone ha impedito al Team Colpack Ballan di debuttare a Roveredo di Guà (VR), dove la gara in programma è stata annullata. Questo week end dovrebbe essere invece la volta buona con una serie di prove (cronometro, pista, strada, mtb)...


Adesso è ufficiale, adesso il Giro di Sardegna ha una data: l'Uci ha inserito la rinata corsa italiana (l'ultima volta si è disputata nel 2011 e la vinse Sagan con l'aggiunta di tre tappe) nel calendario internazionale, si correrà...


Dopo aver realizzato il primo raduno in altura, a lockdown concluso, la Nazionale U23 non perde tempo e con una rappresentativa azzurra parteciperà all’appuntamento, all’insegna della multidisciplinarietà, in programma dal 17 al 26 luglio in Emilia...


Dopo essersi immerso nella cultura italiana alla Pinacoteca di Brera, cimentato ai fornelli come “Chef Sagan” e inventato sarto nell’Atelier di Ermenegildo Zegna con il Sindaco di Milano Giuseppe Sala a fargli da modello, il fuoriclasse slovacco della BORA –...


La decisione era nell'aria ed è arrivata puntuale: la Alecin Fenix rinuncia alla trasferta rumena e non sarà al via del Sibiu Tour. Di conseguenza, slitta l'esordio di Mathieu Van der Pel che a questo punto potrebbe riaprire la sua...


La Federazione, con delibera presidenziale n. 60 del 14 luglio, ha consentito, in via transitoria fino al 30 settembre 2020, il superamento del numero dei partenti nelle gare regionali e nazionali nella misura massima del 25% del...


Gli organizzatori dei Grands Prix Cyclistes de Québec et de Montréal - in programma rispettivamente l'11 e il 13 settembre - hanno fatto il punto della situazione sulle loro gare, entrambe di WorldTour. A otto settimane dall'evento, le restrizioni adottate...


Tutto è pronto per l’arrivo dei primi corridori sudamericani in Europa, con Richard Carapaz e Jhonatan Narváez, che sarebbero già su un aereo in volo verso la Spagna. Mentre, i corridori colombiani Egan Bernal, Nairo Quintana, Rigoberto Uran e molti...


  La serie dei rinvii delle gare ciclistiche in Toscana prosegue incessante. E’ di oggi la notizia che non ci sarà il 75° Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli, classica nazionale per élite under 23, prevista in un...


È un Vincenzo Nibali estremamente motivato, quello che sta pedalando a Passo San Pellegrino. Il campione siciliano affida i suoi pensieri ai social network e twitta: «Pedalare finalmente insieme ai miei compagni di squadra mi fa sentire più forte: mi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155