VUOI CORRERE NEL VCO? PAGHI

POLITICA | 29/04/2016 | 10:33
Il presidente del Comitato Provinciale VCO della Federazione Ciclistica Italiana Marco Rocca prende posizione riguardo il Decreto della Provincia del Verbano Cusio Ossola n. 46 del 21/04/2016 con oggetto “Definizione delle tariffe per la compartecipazione degli utenti alle spese di istruttoria, di monitoraggio e di controllo in materia di viabilità provinciale” che riguarda anche le manifestazioni sportive organizzate sulle strade provinciali.

Nel decreto si evince che gli organizzatori di competizioni ciclistiche di rilevanza nazionale ed internazionale che saranno disputate sulle strade provinciali (SP) del VCO dovranno versare una tariffa di 750 Euro mentre gli organizzatori di manifestazioni ciclistiche a livello locale, dunque nello specifico la società censite ed affiliate al Comitato VCO, per poter accedere alle strade provinciali dovranno versare una tariffa di 250 Euro. Va detto che anche altre tipologie di manifestazioni sportive (motoristiche e non motoristiche) rientrano in queste ‘compartecipazioni’.

“Questo decreto mi vede contrariato ed incredulo – dice il presidente - per due motivi molto semplici. Il primo riguarda la compartecipazione per le gare internazionali: tra qualche mese, per esempio, avremo in provincia la conclusione del Giro Rosa, nello specifico a Verbania. Un organizzatore che si trova a dover pagare una tariffa per organizzare la manifestazione sulle nostre strade potrebbe anche essere tentato a portarla da altre parti, a discapito della promozione turistica e dell’indotto che eventi del genere offrono al territorio. Il secondo motivo che poi è quello che mi preme maggiormente - continua Rocca - riguarda le nostre realtà delle quali mi sento di essere portavoce di un malcontento provocato da tale decisione. Questo decreto va a penalizzare anche seriamente le società sportive locali che si propongono di organizzare manifestazioni ciclistiche nelle nostre zone, alcune anche storiche, e che altrettanto si impegnano, magari sottraendo fondi all’organizzazione di manifestazioni dunque lottando spesso con le risorse economiche, per promuovere l’attività ciclistica e per fare prevenzione nei confronti dei giovani, avviandoli allo sport e portandoli ‘sulla buona strada’. Per quanto detto – conclude - pur riconoscendo le difficoltà che deve sopportare l’ente che lo ha proposto, mi sento di affermare che questo genere di decreto sia altamente penalizzante ed auspico che, nell’interesse dello sport, possa essere rivisto se non addirittura annullato”. 

Gianluca Trentini
Copyright © TBW
COMMENTI
SCANDALOSO
29 aprile 2016 12:52 geo
In realtà dovrebbe pagare la provincia per avere gare sulle sue strade...... che danni provoca alla strada una corsa ciclistica? Che usura del manto stradale determina il passaggio di biciclette? Anche perché comunque la gestione del traffico è a carico degli organizzatori..... CHE TRISTEZZA LA POLITICA ITALIANA!

29 aprile 2016 14:08 gianni
Il turismo nel Vco è molto importante e una manifestazione sportiva ne è un veicolo trainante. Penso (però il caro Gianluca Trentini è certamente meglio informato di me) che la questione sia nata dai rally e da danni che avrebbe prodotto il passaggio di alcune vetture, come il danneggiamento della spalletta di un ponte. Da qui la proposta di una fidejussione e dell'impropria tassa sulle manifestazioni sportive. Comunque la provincia Vco si è detta disposta ad un incontro. Auguriamoci sia proficuo. Tutto questo dimostra quanto sia oggi anomala la situazione delle Province: sono state abolite in teoria, ma di fatto ci sono, hanno ancora delle competenze, ma non hanno soldi.
saluti
gianni cometti

Povera provincia
29 aprile 2016 16:23 paoletta
...aspetto con ansia la tassa sulle corse in montagna (podismo) per l'usura dei sentieri...e magari per coprire il periodo invernale una bella tassa sullo sfruttamento della neve!!!!...In fin dei conti cade sul suole provinciale!!!!
Così sicuramente si incentiva tutto il movimento!!!
Poveri pseudo politici!!!...e mi fermo qui!!!

In un paese
30 aprile 2016 02:40 lupin3
non tanto assueffatto a pagare agli organi dello stato anche l\'aria che si respira, una proposta del genere sarebbe sommersa da una risata e da un sonoro vaffa. In italia invece se ne discute come di una cosa seria... Quei 750 euro servono semplicemente a pagare gli stipendi di burocrati capaci solo di partorire simili idiozie utili exclusivamente a se stessi. Ridetegli in faccia invece di dar loro retta.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI