QUINTANA. «La doppietta? Sì, ma prima voglio il Tour»

PROFESSIONISTI | 14/09/2015 | 09:10
È arrivato secondo al Tour e quarto alla Vuelta, disputando per la prima volta due grandi giri consecutivi. E Nairo Quintana da questa esperienza ha trato insegnamenti molto interessanti: «Credo che sia possibile puntare ad una doppietta di due giri consecutivi. Ho solo 25 anni e tanto temnpo davanti a me per provarci, anche con maggiore esperienza».
E aggiunge: «In questa Vuelta sono arrivato quarto dopo aver cominciato male la corsa a causa di alcuni problemi e ho perso il podio a causa di un malessere che mi ha colpito nel giorno di riposo e mi ha impedito di essere performante l'indomani. Nonostante tutto, sono arrivato quarto e questo mi fa davvero ben sperare».
Il colombiano ha già lo sguardo rivolto verso il futuro: «Il Tour sarà il grande obiettivo della prossima stagione. Per ora voglio concentrarmi su quello: vincere la Grande Boucle».

Copyright © TBW
COMMENTI
CONSIDERAZIONI
14 settembre 2015 10:27 jaguar
Quintana non lo apprezzo neanche un po' nè come corridore nè come uomo.
Il suo Tour si è ridotto ad uno scattino all'ultima tappa utile di montagna.
E non dimentichiamo che il Giro che ha vinto sappiamo benissimo la furbata che ha fatto lui ed il suo DT nella discesa delllo Stelvio, si può opinare sulla decisione confusa ma la decisione eras stata comunicata ai corridori meno uno che ha fatto finta di non capire.... altrimenti neanche quello avrebbe vinto.

Mah...
14 settembre 2015 12:12 foxmulder
Per uno che finora ha vinto un Giro con un controverso attacco in discesa parlare di doppietta mi pare eccessivo. Come diceva uno dei più grandi pensatori del nostro tempo, ci vuole più umilté.

14 settembre 2015 16:23 Tarango
Sull'umiltà possiamo essere d'accordo, ma sui giudizi morali ci andrei piano. Quintana ha vinto un Giro facendo una cosa che gli hanno lasciato fare. Lui ha corso per vincere, ha rischiato, ha vinto. E' un pirata, un comanche su due ruote, pronto all'ultimo raid. Ci piace anche per questo. Ha perso un Tour per 1'12", presi nella tappa di Zelande. Pianura. Ci fosse stata discesa dopo l'alpe d'Huez, chissà...

quintana
14 settembre 2015 17:42 Sebastiano
per me é uno dei corridori piu soppravalutati degli ultimi anni...

el furbo
14 settembre 2015 18:49 siluro1946
Qualcuno gli spieghi che le gare non cominciano ai mille metri dall'arrivo. Non credo possa vincere qualche giro, ma se anche ne vincesse una decina resterebbe un ciclista deleterio per il movimento, è troppo brutto, ogni volta che appare in bici sono "costretto" a cambiare canale

Sarà sopravvalutato
14 settembre 2015 20:47 discesista
Ma io mi ricordo, nel lontano 2010, quando Quintana era ancora sconosciuto perché correva in un piccolo team continental, un mio amico colombiano alla domanda "Chi è il corridore colombiano più forte?", mi rispose solamente "Nairo Quintana"....

15 settembre 2015 10:31 Melampo
Secondo me Nairo Quintana andrà valutato quando non avrà più in squadra Valverde, che come quest'anno al Tour lo ha frenato, finchè non si sentiva di aver messo in saccoccia il podio ...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dopo essersi immerso nella cultura italiana alla Pinacoteca di Brera e essersi cimentato ai fornelli come “Chef Sagan”, il fuoriclasse slovacco della BORA – hansgrohe si inventa sarto nell’Atelier di Ermenegildo Zegna. A fargli da modello, Giuseppe Sala, Sindaco di...


Seconda puntata dopo la ripartenza per Radiocorsa, il talkshow settimanale di Raisport HD, condotto in studio da Andrea De Luca. Questa sera alle 19.30 potremo seguire dai loro ritiri gli interventi di Vincenzo Nibali, Giulio Ciccone, Fausto Masnada ed Elia...


Ciclismo veneto in lutto: addio all'imprenditore Italo Michelin„ Si è spento ieri l'imprenditore Italo Michelin, fondatore e presidente della Fac Michelin, una delle storiche aziende trevigiane del settore delle biciclette. Aveva 97 anni. Ciclismo veneto in lutto: addio all'imprenditore Italo Michelin„Fino...


Pochi minuto dopo il comunicato del Team Ineos, ecco quello della Israel Start-Up Nation: «Chris Froome correrà con noi dalla stagione 2021». «È un momento storico per la Israel Start-Up Nation, per lo sport israeliano, per i nostri tifosi e...


È il primo tassello ufficiale di una trattativa che va avanti da tempo: il team INEOS ha confermato oggi che non rinnoverà il contratto di Chris Froome alla fine di questa stagione. Sir Dave Brailsford ha dichiarato: «Il contratto di...


Il grido di allarme di Gaetano “Nino” Daniele è stato composto, misurato e responsabile, il tutto dettato da buonsenso e senso della realtà. Il noto medico dello sport, responsabile sanitario di Trek Segafredo, sa perfettamente, come i suoi colleghi e...


Il prologo del Sibiu Tour è uno dei suoi obiettivi e Matthias Brandle ci arriverà con una motivazione speciale: il trentenne austriaco ha infatti firmato un rinnovo biennale del contratto che lo lega alla Israel Start-Up Nation, formazione alla quale...


La quarantena di Nicolas Roche non è andata poi così male: il balcone vista Montecarlo - dove Nicolas è residente da 8 anni - non è certo da buttar via. Allenamenti, gare virtuali, e ogni tanto, soprattutto nel week-end, un...


Prima gara ciclistica ufficiale in Toscana dopo il confinamento dovuto al coronavirus. Oggi giovedì 9 luglio con inizio alle 17, 30 (il ritrovo previsto un’ora e mezzo prima) al Velodromo Enzo Sacchi di Firenze è in programma il campionato toscano...


Guidone Bontempi è stato grande corridore ma anche tecnico apprezzato: atleta scrupoloso e metodico, da tecnico non riusciva ad accettare che ci fossero corridori che sprecavano il loro talento: «Dario Pieri è uno di quelli che hanno butatto la carriera....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155