TOUR. France2 attacca i valori della maglia gialla

PROFESSIONISTI | 19/07/2015 | 18:47
Chris Froome finisce sotto accusa. Stade 2, tradizionale appuntamento televisivo della domaenica di France 2, ha infatti fatto analizzare la performance di Chris Froome a La Pierre Saint Martin al fisiologo Pierre Sallet. Il tempo impiegato per percorrere i 15 km della salita è stato di 40'43" con una potenza media di 425 watt e punte di 500 per un atleta che pesa 71 chili. Il valore che stona è quello delle watt per chilo che è di 7,04. «Sopra i 7 watt per chilo, c'è un chiaro sospetto» ha detto Sallet, ricordando i casi di Armstrong e Ullrich.
Presente in studio il team manager della Sky Dave Brailsford, che si è difeso con argomenti che abbiamo sentito più volte negli anni: «Chi ha svolto questa analisi non conosce il peso reale di Chris e non aveva nemmeno a disposizione tutti i suoi dati per arrivare ad una conclusione precisa. Noi siamo disposti a dare tutti i nostri dati all'Uci, se anche gli altri faranno lo stesso. Ma in questa vicenda, se me lo consentite, è proprio l'Uci la grande assente: dovrebbe investire inviando un esperto indipendente in ogni formazione».
E ancora debole la difesa sui lunghi ritiri: «Gli allenamenti al Tenerife? Quest'anno i controlli ci sono stati e voi sapete bene che al Teide noi portiamo i giornalisti inglesi quando siamo in ritiro...».
Più efficace, l'analisi di Brailsford sulla corsa: «La performance di Chris a La Pierre Saint Martin ha fatto impressione perché tutti si aspettavano una sfida tra i "fab four”: invece Contador non è quello del Giro, Quintana sta crescendo ma non era ancora al top e Nibali non è quello dello scorso anno. Chris è un corridore pulito, non imbroglia».
Copyright © TBW
COMMENTI
Il Teide
19 luglio 2015 19:27 pagnonce
Sulla lunga salita del vulcano mi ricordo che era situato uno studio di un ginecologo ,non ricordo il nome.

peso Froome
19 luglio 2015 19:44 bikerone
Froome pesa 65 kg non 71!!!

peso Froome
19 luglio 2015 19:45 bikerone
Froome pesa 65 chili e no 71!!

facciamoci del male, dai!
19 luglio 2015 19:46 gianni
Ormai il ciclismo è talmente "fesso" (passatemi il termine) da accusare i suoi atleti di doping anche in caso di negatività. Pensate che nel calcio sarebbe possibile un operazione di marketing di questo genere? Intanto, la Vam di Froome sul Saint Pierra è di circa 1.780 metri: molto, ma non da marziano.
saluti
gianni cometti

PER GIANNI E BIKERONE
19 luglio 2015 20:26 simo
Pensate che questo è il quarto tempo di rilevazione cronometrica differente che ho letto.
Se la matematica non è un'opinione - e i dati sopra sono giusti - i watt per chilo dovrebbero essere 5,98.
Non quelli indicati dal fisiologo.

Simone Basso

falsi dati
20 luglio 2015 08:42 insella
I dati indicati sono assolutamente falsi, buttati lì tanto per seminare polemiche.
I valori di Froome sono nella norma di un atleta preparato al 100 % per vincere,
questo mica è un peccato.X Quanto riguarda il TEIDE , voglio ricordare a chi fà
gratuite allusioni che Nibali sul vulcano è praticamente di casa, non ci va solo
Froome.

Il valore preso come riferimento è 500W
20 luglio 2015 12:23 ciclistas
I 7,04 watt per chilo risultano utilizzando il valore di punta di 500W. Già qui a mio avviso sta la scorrettezza di chi ha fatto la trassmissione peggio ancora del tal fisiologo. Amstrong, Ullrich e anche altri superavano i 7w per chilo come media e non come punta! Ma quello che più mi meraviglia è come mai Brailsford che era presente alla trasmissione non abbia subito evidenziato quanto ho detto io.
SAluti
Claudio Pagani

I francesi però...
20 luglio 2015 13:48 pickett
Sicuramente Froome,come tutti i corridori di alto,e anche di medio livello,farà ricorso a sostanze proibite.Mi chiedo però:quando Hinault vinceva la Liegi attaccando da solo a 100 km dal traguardo e arrivava con 12 minuti di vantaggio;quando a Sallanches cominciava a tirare dal primo giro e al traguardo arrivavano in 15 corridori;quando Fignon vinceva il Tour con un quarto d'ora di vantaggio sul secondo;in tutte queste occasioni non li ho mai sentiti dire che queste prestazioni fossero sovrumane,sospette,impossibili. Semplicemente,dicevano che Hinault e Fignon erano dei grandi campioni.Quando le super prestazioni le fanno gli stranieri,invece...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


  La “Pedala con i Campioni”, da vent’anni classico appuntamento cicloturistico dell’8 dicembre nel Varesotto da sempre a scopo benefico, scende in campo per la lotta contro il Coronavirus. Gli ex professionisti della  provincia di Varese capitanti da Dario Andriotto,...


La Adriatica Ionica Race va ad allungare la già interminabile lista di gare ciclistiche che non andranno in scena nelle date programmate a causa del Coronavirus. Benché prevista nel calendario internazionale dei professionisti dal 14 al 18 giugno – l’UCI...


“Al ritorno del Trofeo Melinda 2009 litigai con Scinto e mi fece scendere dalla macchina. Mi lasciò a Padova”. Giovanni Visconti è un fiume in piena durante al diretta con LelloFerrara3.0 su Instagram. "Comunque poi sapevo che dietro c'era Pelosi,...


La competenza e l'innovazione hanno fatto di Corima il marchio che noi tutti conosciamo, una eccellenza che sforna prodotti in carbonio di altissimo livello da ben 30 anni! Nel 2010 le ruote MCC hanno stupito tutti grazie ad una struttura...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155