COLLI. Denuncia contro ignoti, ma in paese sanno chi è

GIRO D'ITALIA | 16/05/2015 | 09:40
Daniele Colli presenterà oggi denuncia per lesioni all’unità operativa di Polizia in servizio all’ospedale di Grosseto riguardo ai fatti di giovedì a Castiglione della Pescaia, quando il suo Giro d'Italia è finito in modo traumatico a causa del teleobiettivo di uno spettatore sporto oltre le transenne.
La Nippo Vini Fantini, squadra del corridore, è pronta a muoversi sul fronte della giustizia civile e lo stesso potrebbe decidere di fare l'organizzazione del Giro, valutando una possibile richiesta di risarcimento dei danni d’immagine».
Sarà probabilmente denuncia contro ignoti, quella di Colli, anche se il colpevole è stato individuato, nonostante le smentite: si sa che è un 30enne che ha da poco avviato uno studio fotografico a Castiglione della Pescaia e che ha riportato pure lui delle ferite (secondo alcune fonti, sarebbe andato all’ospedale), non risponde al telefono e pare sia molto scosso per l'accaduto, anche se finora non ha trovato tempo e modo nemmeno per scusarsi.
Copyright © TBW
COMMENTI
ben fatto!
16 maggio 2015 10:01 replica23
In bocca al lupo a Colli e ben fatta l\'azione giudiziaria. È ora di finirla con la giustificazione assoluta dei \"tifosi\"! Per noi a bordo strada è una festa ma per questi ragazzi è il lavoro e come tale va considerato e rispettato.

BRAVISSIMO
16 maggio 2015 11:52 ewiwa
Intanto un in bocca al lupo a Colli per una pronta guarigione ed un ritorno alle gare ......sono daccordissimo con l'azione giudiziaria di Colli questa gentaglia idiota deve essere perseguita e sbattuta in galera....per me è un mascalzone per lo più idiota che poteva far morire delle persone ed è stato fortunato che i ciclisti si sono fatti solo male......lui oltretutto è un pavido perchè sta nascosto nell'ombra ( ma per poco) e tutti gli atleti feriti stanno soffrendo e questo vale sia per Colli che per Contador....ieri avevo una pena vedendolo soffrire in bicicletta.Con la galera vedrete come tutti staranno attenti.

Giustissimo
16 maggio 2015 12:48 serginho
Sono stato corridore nelle categorie giovanili, e seguo ancora assiduamente il ciclismo dal vivo, sia giovanile che professionistico; assolutamente d'accordo sul punire i responsabili, perchè non si può e non si deve essere disposti a tutto per uno scatto ben eseguito, che sia di mestiere o da fare vedere agli amici.
Stesso discorso va fatto a chi sulle montagne, fino all'ultimo ostruisce la visibilità della strada per una foto o chi cerca di incitare a 10-15 cm dalle orecchie ad atleti che sono a 180 battiti con magari 30°C, o peggio ancora "pacche" sulle spalle o spintarelle (Zoncolan 2014 caso clamoroso).
Da ex ciclista agonista, e attuale amatore, so bene le sensazioni che provano i corridori con tifosi simili...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Lo scorso settembre le Fiandre hanno ospitato i Campionati del Mondo di Ciclismo su strada 2021. Oggi, al successo dell’evento sportivo, la regione del Belgio aggiunge un altro importante traguardo, diventando un punto di riferimento per la sostenibilità. UCI World...


Come è possibile far pedalare il quartetto dell'inseguimento su una barca di Coppa America? Ne parleranno a Radiocorsa oggi alle 18.50 su Raisport il CT dell'Italia Daniele Bennati e lo skipper di Luna Rossa Max Sirena. E poi tanto spazio...


Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Biciclette semplici, ma robuste, affidabili, duttili e facili da riparare: così sono le Buffalo Bike. Trek ha partecipato alla realizzazione del prototipo, creato proprio nella sede centrale di Waterloo, ma non le troverete in negozio: sono distribuite da World Bicycle...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


Completata la procedura di registrazione delle formazioni professionistiche, l’Uci annuncia il quadro dei team per la stagione 2022, sottolineando come siano state attribuite ben sei nuove licenze UCI Women’s WorldTour.UCI Women’s WorldTeams (Prima Divisione)Attribuita una licenza per il biennio 2022-2023,...


Sono tre corridori liguri gli ultimi innesti che vanno a completare la formazione Juniores 2022 del Team F.lli Giorgi. Si tratta di Piergiorgio Cozzani, Luca Giaimi e Samuele Privitera. Nella nuova stagione il sodalizio presieduto da Carlo Giorgi avrà una...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI