MONDIALI. Arzuffi può aspirare ad un buon piazzamento

CICLOCROSS | 30/01/2015 | 14:05

La stagione invernale corre verso l'appuntamento più prestigioso: il mondiale di ciclocross nella Repubblica Ceca. Domani a Tabor, a rappresentare Monza e Brianza, ci sarà Alice Arzuffi la ventenne di Seregno che si appresta a disputare il suo quarto consecutivo traguardo iridato dopo Koksijde in Belgio (2012, trentunesima), Louisville negli Stati Uniti (2013, quattordicesima) e Hoogerheide, Olanda (2014, diciannovesima). Cominciamo col dire, che Arzuffi correrà la gara riservata alla categoria donne elite, con partenza alle ore 14. La sua frequentazione sui terreni internazionali del ciclocross, cresciuta moltissimo in quest'inverno, ci fa considerare che Alice è cresciuta sia sotto il profilo atletico che in quello dell'esperienza. La campionessa italiana delle under portacolore della Selle Italia Guerciotti, dopo il trionfo nella sfida tricolore di Pezze di Greco in Puglia e la partecipazione in Olanda nell'ultima prova di Coppa del Mondo, è sicuramente nelle condizioni ideali per ottenere un buon risultato, che potrebbe risultare il migliore delle sue performance sui terreni iridati. Il confronto con le migliori specialiste fra cui, la campionessa uscente Marianne Vos e la fortissima belga Sanne Cant, è per Alice Arzuffi uno stimolo in più per cercare di fare meglio e puntare alle prime dieci posizioni: "E' quello che mi auguro di ottenere - spiega la brianzola che da ieri si trova ad allenarsi insieme agli altri azzurri sul circuito del mondiale di Tabor-. C'è lopportunità di fare bene e voglio provare a sfruttarla al massimo. Il percorso mi si addice, fisicamente sto bene, e un piazzamento tra le dieci mi farebbe veramente felice". Con Alice Arzuffi gareggeranno le italiane Eva Lechner, che difende i colori della Colnago Pro Cycling di Cambiago, e la giovanissima bergamasca Chiara Teocchi del team I.Idro Drain Bianchi. E' la terza volta nella sua storia che la città ceka di Tabor ospita il campionato del mondo di ciclocross. Era accaduto nel 2001 (11° Annabella Stropparo, 12° Paola Bortolin, 25° Veronica Sala) e nel 2010 con il successo di Marianne Vos e la quinta posizione di Eva Lechner, allora unica italiana in gara. Adesso è il turno di Alice Arzuffi reduce da una bellissima stagione che le ha regalato soddisfazioni immense come la tripletta di affermazioni in Giappone, la classifica finale del Giro d'Italia (in cinque prove), il terzo titolo tricolore consecuvito con le under 23 e l'internazionale Memorial Mamma e Papà Guerciotti all'Idroscalo di Milano. Comunque sia, a prescindere da come si concluderà la corsa, noi che siamo brianzoli diciamo forza Alice domani!!

da Il Giorno edizione Monza & Brianza, Danilo Viganò


 


 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Johnny Carera continua la sua battaglia per la guarigione. Il manager bergamasco, ricoverato al Niguarda di Milano dopo il gravissimo incidente di cui è stato vittima venerdì sera, ha trascorso una giornata tranquilla e al tempo stesso importante. «Le cose...


Grandi novità in rrivo in casa del Maglificio Rosti. Cosa bolle in pentola? Presto detto: un giorno Marco Saggia incontra Giovanni Alborghetti. Iniziano a parlare quasi per caso. Parlano per ore. Di tecnologia, mercato, identità, emozioni, progetti. Sono spinti dalla...


Il Team BikeExchange, che il prossimo anno si chiamerà Team BikeExchange Jayco, ha confermato il suo roster maschile di 28 corridori per la prossima stagione. "Possiamo essere molto soddisfatti del lavoro svolto quest'anno dallo staff delle prestazioni che ha svolto...


Natale si avvicina e la caccia al regalo perfetto è ormai lanciata. Niente panico, c’è tutto il tempo per sorprendere i tuoi cari con il dono ideale per loro. Se si tratta di sportivi una buona soluzione la offre il...


È una squadra kazaka la cui lingua ufficiale è l’italiano. Tutti i suoi membri comunque parlano l’inglese e se la cavano an­che con il francese, se proprio proprio all’inizio qualche straniero non conoscesse la nostra lingua, che presto o tardi...


The best of Cycling 2021 è un concorso fotografico e già questo lo rende speciale, perché le immagini hanno una capacità narrativa ed emotiva eccezionale. Se poi il concorso lo organizza un decano dei fotografi del ciclismo internazionale come Roberto...


La bella tradizione di Alé di scambiarsi gli auguri in occasione delle festività con una pedalata non competitiva ed aperta a tutti, è ripresa  domenica 28 novembre, dopo lo stop dovuto alla pandemia. Il celebre brand veronese di abbigliamento da...


L’inaugurazione della EOLO CdF Climb organizzata da EOLO insieme alla Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta ieri a Varese presso lo Stadio Franco Ossola di via Giuseppe Bolchini alla presenza di un folto gruppo di appassionati di ciclismo. L’evento...


In bicicletta si può davvero far tutto, anche affrontare il travaglio e arrivare alle soglie della sala parto. È accaduto alla parlamentare verde della Nuova Zelanda, già ministro delle donne,  Julie Anne Genter, da sempre convinta paladina della mobilità sostenibile. L'altra notte,...


"La pedalate gravel sono uno strumento di allenamento, ma anche uno modo per staccare la spina, per allontanarmi dalle auto, per immergermi nella natura... mi aiuta a rilassarmi", afferma un Nathan Haas, sempre più innamorato della specialità. A fianco di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI