CASSANI. «Squadra da 8, onorato la maglia azzurra»

MONDIALI | 28/09/2014 | 16:54
Davide Cassani affronta con serenità l'analisi a caldo della corsa: «Sapevamo di non avere un finalizzatore, così come sapevamo di avere dei limiti se la corsa si fosse decisa sull'ultimo strappo. Ma i ragazzi hanno corso da squadra, hanno onrato la maglia e la firma di Alfredo che portavano sul petto. Hanno dato tutti il massimo facendosi trovare sempre pronti in ogni corcostanza: c'eravamo prima con Visconti, poi con De Marchi. Uomini giusti al posto giusto. Rimpianti? Il mio grande rimpianto si chiama Diego Ulissi, avevo pensato a lui sin dal primo momento in cui ho visionato quersto percorso. Un voto alla squadra? Nove magari no, ma sicuramente abbiamo corso da 8, siamo stati nella corsa fino a 5 chilometri dal traguardo. Gli avversari? Sicuramente la Spagna ha sbagliato qualcosa, dopo tutto il lavoro dei polacchi ci si poteva solo aspettare una tacco di Kwiatkowski...».
Copyright © TBW
COMMENTI
Mi dispiace per Davide
28 settembre 2014 17:34 canepari
Primo mondiale da CT, percorso facile, squadra monca, piazzamento da cercare col lanternino. Eravamo tutti convinti che fosse molto difficile vincere. Tutti aspettavano, per un motivo o per l'altro, il finale e qualcuno che togliesse le castagne dal fuoco. La Spagna ha sbagliato qualcosa ma è andata a medaglia.... il polacco è un fenomeno....Gerrans era il predestinato.... il Tedesco era in convalescenza... Questo alla vigilia. Il tutto faceva pensare che la Nazionale cercasse di "fare casino" sparigliando le carte, cosa che francamente non ho visto. Cassani non va crocifisso e nessuno lo metterà sotto accusa perchè è stimato da tutti ed è intellettualmente onesto, ma francamente un po' più di "caos organizzato" me lo sarei aspettato.... almeno per lo spettacolo.

28 settembre 2014 17:43 siluro1946
Dare dei voti alla propria squadra, assolvendola, non è molto corretto.
La mancanza di Ulissi è colpa dell'UCI, forse, la mancanza di Pozzato è colpa del CT, come era facilmente prevedibile, oltre i 220 km sono spariti tutti.

S.V.
28 settembre 2014 18:17 Fra74
La dichiarazione appena letta, relativamente alla "mancanza di Diego Ulissi", merita, a mio modo di vedere, un S.V. e S.P. (senza parole) al Sig. Davide Cassani: al di là di come si concluderà la vicenda DIEGO ULISSI, mi pare che qui di ETICO ci sia poco. Insomma, il ciclista è "sotto-inchiesta" (anche se il termine non è adeguato, lo so, è per rendere l'idea), ed il Sig. Davide Cassani non si cura affatto di questo aspetto, RIPETO, al di là del fatto che, successivamente, il Sig. DIEGO ULISSI dimostri tutta la sua estraneità nel caso.
Ad oggi, però, vi è un riscontro oggettivo ed obiettivo, tutto da verificare, per carità, ma il dato c'è.
SONO SENZA PAROLE, davvero, così come sono senza parole verso tutta quella STAMPA e quei GIORNALISTI che, nel frattempo, hanno "sotterrato" la vicenda ULISSI.
Francesco Conti-Jesi (AN).

VOTO 8 ???
28 settembre 2014 18:47 gass53
OK VOTO 8 ALLA SQUADRA, BENE, VOTO 4 AL CT !!! OLTRE AD AVER FATTO MALE LE CONVOCAZIONI, A SBAGLIATO PURE A FARLI MUOVERE......................

Squadra da 4
28 settembre 2014 19:00 Per89
Il voto a questa Italia è un bel 4 l'Italia ha fatto esplodere la corsa per poi saltare come birilli nei chilometri finali. A parte De Marchi, Aru, Visconti e Caruso gli altri mai visti e non sono mai entrati nel vivo della corsa caro Cassani.... Nibali che doveva essere la punta dov'era quando sull'ultimo strappo si sono mossi i big è rimasto sulle gambe come era prevedibile visto l'avvicinamento al mondiale... Quest'anno mi dispiace ma non salvo nessun Ct sono andati a Ponferrada 4 volte e non hanno capito che questo percorso era per passisti veloci e non per scalatori e invece chi hanno convocato tutti gli scalatori e questi sono i risultati.... Il valore aggiunto che doveva dare Cassani rispetto a Bettini non si è visto, nonostante il doppio ritiro perchè 100 km di trasferimento son tanti (ditelo al piemontese che ogni domenica mattina ne fa 200) e i vari consulenti.....

troppe punte
28 settembre 2014 19:07 osvaldo51
Qualche punta in meno e piu gregari pronti a sacrificarsi per i capitani o mi sbaglio?

Allegria
28 settembre 2014 19:36 jimmy56
Secondo me Cassani deve ritornare in TV conosce meglio i corridori. Credevate nel salvatore della patria he he he

x Siluro: ci è mancato Pozzato?
28 settembre 2014 20:45 mdesanctis
MI pare di sognare. Abbiamo perso il Mondiale perché non c'era Pozzato?! Abbiamo perso il mondiale perché gli aaltri sono stati più forti. Nibali era all'80%, Aru in calo dopo i problemi di salute. E comunque anche al 100% non era il loro percorso. Prossimo anno dovrebbe essere più selettivo. Speriamo...
mdesanctis

Giudizio positivo alla nazionale...
28 settembre 2014 20:49 true
Cassani, un altro rimpianto e' anche l'assenza di Rabottini.
Perche' ricordare il solo Ulissi?

Altri?


Fino a 5 km dal traguardo.
28 settembre 2014 21:52 warrior
Appunto dovevamo esserci negli ultimi 5. ma l'unico adatto ad esserci lo hanno lasciato a casa.

Cassani
28 settembre 2014 21:56 Alfonso
Cassani voto 5
non è lui che deve dare i voti alla nazionale, viceversa era proprio lui a dover capire che Visconti era in grandi condizioni e lo ha bruciato a 70 km dall' arrivo, per il resto la squadra ha fatto ciò che ha potuto.

Daccordo con Alfonso
28 settembre 2014 22:37 venetacyclismo
Si Visconti andava tenuto fino all'ultimo giro del resto hanno dato il massimo, di più non si poteva, non ci sono più i Bettini , Cipollini , Bugno , Argentin, Saronni Moser , facile èèèèè

Cassani unico Tecnico da Salvare
28 settembre 2014 22:47 exciclistarosa
Spiegate al Sig. Dino Salvoldi come si fa a correre e fare un team vincente con una ragazza come la Bronzini, incredibile.........guardare la Polonia.
No facciamo la corsa dura, facciamo scattare Ratto e Longo e stacchiamo la bronzini , tanto quelle due hanno vinto molte gare in vita sua , poi facciamo tre volete non proviamo neppure di fare un piccolo treno , noooooooo no

caro Cassani
28 settembre 2014 23:01 paciacca
Caro Cassani non entro nel merito tecnico non sono all'altezza ma vorrei fare un appunto sulle sue dichiarazioni. Ci è Mancato Ulissi??' Ma scherziamo????? Io sono il primo ad augurarmi che Diego ne esca a testa alta ma al momento è bloccato dalla UCI perchè deve chiarire una ( presenta o no) vicenda di doping.....e Lei mi viene a dire ci è mancato Ulissi????? Caro Cassani.....questa poteva risparmiarsela.........ha dimostrato che in tanti anni di tv in fatto di comunicazione ha imparato ben poco......che segnale diamo se diciamo che ci è mancato uno che , fino a prova contraria, è stato stoppato dall'UCI.

dov'è il campione?
29 settembre 2014 01:28 a01500
E'inutile recriminare sugli assenti (che per inciso agli scorsi Mondiali c'erano e mi sembra abbiano combinato pochino). La verità che tutti sappiamo è che nelle corse di un giorno in Italia non abbiamo il campione. In tutte e 3 le gare maschili all'ultimo passaggio sulla salita del Mirador tutti gli Italiani (ad eccezione di Fortunato) erano molto indietro e ci sono molti corridori più forti dei nostri. Tra gli elite i primi 7 sono di una spanna più forti dei nostri sullo scatto in salita e quelli arrivati tra l'8 e il 12° sono molto più forti allo sprint. Aspettiamo con speranza le nuove leve! Ci vuole però anche programmazione!

mancava la forma
29 settembre 2014 09:06 frankmoro
secondo me quelli più in forma erano Colbrelli e Visconti. il primo, al suo esordio mondiale, ha dimostrato di esserci ma non era sicuramente l'uomo che poteva rispondere agli attacchi di Valverdee o Gilbert. Visconti era quello da risparmiare in quanto per caratterische e forma fisica forse doveva essere il nostro capitano.
Non facciamo sempre processi inutili ad ogni mondiale, le corse sono corse, non sempre si riesce a interpretarle nel modo giusto e guardiamo anche la realtà dei fatti, al momento in Italia non abbiamo corridori per le corse di un giorno come i vari Gilbert, Valverde, Cancellara... purtroppo siamo un gradino più in basso di questi campioni affermati

Cassani rimpiange un corridore sospetto di doping??
29 settembre 2014 11:41 runner
Incredibile: tutti vogliono un ciclismo senza doping e poi addirittura il CT della nazionale rimpiange l'assenza di un corridore in "odore" di doping? E nessuno (commentatori TV)citano mai questo "problemino" per il (troppo) strombazzato corridore toscano... Guarda a caso Ulissi, secondo me un corridore di caratura normale e nulla più, dopo che ha ottenuto alcune vittorie di spessore maggiore è stato subito "beccato"...E Cassani lo rimpiange!

Non va proprio bene
29 settembre 2014 12:12 Cristallo
Signor Cassani non voglio entrare nel merito tecnico, non sono alla sua altezza, però mi permetta di dirle che forse doveva lasciare a casa più di un corridore (da nome altisonante) perchè la loro forma è ormai in calo, e puntare su altri giovani e in forma, loro avrebbero raccolto certamente di più.
La frase su Ulissi poteva risparmiarsela. Non si può patteggiare così apertamente su un ciclista che è sotto inchiesta, non doveva essere nemmeno menzionato a un mondiale, altrimenti gli altri nelle stesse condizioni cosa dovrebbero pensare? Purtroppo mi sembra di capire che ci sono 2 pesi e 2 misure, e la cosa è un tantino pericolosa, ci pensi!

FA NIENTE , FRA DUE ANNI
29 settembre 2014 12:21 fieracicly
Fra due anni tanto il CT sarà XXXXXXXX Baudo oppure Bonolis

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


A Vermiglio i cannoni non serviranno e ieri, dopo abbondanti nevicate, è stato ultimato il tracciato della tappa di Coppa del Mondo in Val di Sole che sabato e domenica accoglierà i big del ciclocross. Sarà un circuito di 3...


Prosegue il dibattito sullo stato del ciclismo giovanile. Dopo l’appello e le argomentazioni di Daniele Di Batte relativamente alla categoria Giovanissimi in provincia di Livorno, tuttobiciweb raccoglie ora l’intervento di Roberta Santini, vicepresidente provinciale della Federciclismo labronica che si fa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI