POLONIA. Kwiato e Majka stelle del Giro

PROFESSIONISTI | 30/07/2014 | 20:52
Si è svolta oggi Varsavia, presso la sede del Comitato Olimpico, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione numero 71 del Tour de Pologne che scatterà tra pochissimi giorni, per la precisione domenica 3 agosto da Danzica.
Sarà una partenza dal sapore speciale, il gruppo prenderà il via infatti dal famoso cancello numero 2 dei cantieri navali di Danzica. Quest’anno il Tour de Pologne ricorda l’anniversario dei 25 anni del primo voto libero in Polonia. E’ da qui infatti che con Solidarnosc ebbe inizio la lunga “marcia” verso la libertà e la democrazia per la Polonia. Sarà proprio Lech Walesa, leader storico di Solidarnosc, a dare lo start alla corsa.

A fare gli onori di casa come sempre ci ha pensato il direttore generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang affiancato da due ospiti d’eccezione come Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), fresco vincitore di due tappe e della maglia a pois di migliore scalatore al Tour de France, e il talento numero uno del ciclismo polacco Michal Kwiatkowski (Omega Pharma - Quick-Step).

“Innanzitutto voglio ringraziare questi due grandi corridori, da molti anni la Polonia stava aspettando di avere atleti di questo calibro” spiega Lang. “21 anni fa il Tour de Pologne si è affacciato al mondo professionistico che conta e ormai da 5 anni facciamo parte del World Tour, l'elite del ciclismo mondiale. Ora possiamo contare su una corsa di respiro internazionale e su corridori di altissimo livello. Sono sicuro che anche quest’anno assisteremo a un evento bellissimo e spettacolare.”

“Prenderò il via del Tour de Pologne non semplicemente per partecipare ma per combattere” dice Majka. “Non so come questa battaglia andrà a finire, ma sicuramente io e la mia squadra daremo il massimo per cercare di vincere il Tour de Pologne. Tutte le tappe sono importanti, non solo quelle in montagna. Per esempio nelle prime tappe ci sarà da fare molta attenzione al vento. I ventagli possono spezzare il gruppo e c’è il rischio di perdere secondi preziosi. Sarà necessario correre in modo molto attento. Dopo le vittorie al Tour de France io sono rimasto sempre lo stesso, ma chiaramente la mia vita è cambiata. In questi giorni non ho avuto un secondo libero  per me e per la mia famiglia, è normale, ma tutto questo di sicuro  sarà importante per il mio futuro.”

“In accordo con la mia squadra ho preso la decisione di non partecipare al Tour de Pologne” spiega Kwiatkowski. “Non è stata una scelta facile. La ragione è la mia attuale condizione fisica, sono molto affaticato. Ho avuto una prima parte di stagione molto intensa e durante il Tour de France la fatica si è fatta sentire. Ora ho in programma un periodo di riposo, trascorrerò qualche giorno di vacanza al lago, ma voglio essere presente in alcune tappe del Tour de Pologne. Sicuramente ci sarò a Torun, che è la mia città, e poi a Danzica, Bydgoszcz e forse anche a Cracovia. Farò il tifo per tutti i corridori polacchi, per i miei compagni di squadra e chiaramente anche per Majka che ha dimostrato di poter vincere il Tour de Pologne. Comunque ho avuto sensazioni positive dopo il secondo Tour de France della mia vita. Ho cercato di combattere ogni giorno. Penso che io e Majka ci siamo completati l’uno con l’altro nel regalare emozioni ai tifosi e agli appassionati di ciclismo polacchi. Da questa corsa ho tratto ancora una volta una grandissima esperienza che mi tornerà certamete utile in futuro.”

Il percorso e le tappe del Tour de Pologne 2014: sono 7 le tappe in programma per un totale di oltre 1200 km. Prima parte adatta agli sprinter, almeno sulla carta, con quattro frazioni pianeggianti: la I tappa Danzica-Bydgoszcz di 226 km, la II Torun-Warszawa di 226 km, la III tappa Kielce-Rzeszów di 174 km e la IV Tarnów Gemini Park-Katowice di 236 km. Con la V tappa, di 180 km, che parte da Zakopane il Tour de Pologne per la prima volta sconfinerà in Slovacchia con l’arrivo in salita a Strbské Pleso. La VI tappa sarà la frazione regina con tante salite sul tradizionale circuito di Bukowina Tatrzanska per un totale di 175 km. Gran finale a Cracovia sabato 9 agosto con la VII tappa una cronometro individuale di 25 km.
Copyright © TBW
COMMENTI
però
31 luglio 2014 08:17 bernacca
Majka dopo giro e tour anche in Polonia! complimenti, vero nazionalista!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Capita, in una splendida mattinata di sole. Capita di salire in bicicletta nonostante il freddo e di fare un incontro speciale. Come quello che sui social racconta Paolo Viberti, il quale siamo sicuri ci perdonerà quel "vecchio" nel titolo... «Non...


Fenomeno Van Aert: alla sua prima gara ufficiale di Ciclocross il talento belga domina la quinta prova del Superprestige che si è disputata a Boom, in Belgio. Una maschera di fango Van Aert che subito prende la testa della corsa...


Presente e futuro. La Drone Hopper Androni Giocattoli guarda sempre più al domani, proseguendo sul solco di un progetto giovani vincente. In questo quadro si inserisce l’ingaggio per il 2023 di Riccardo Ciuccarelli. 21enne scalatore di talento e prospettiva, Ciuccarelli...


Sarà un sabato sera all’insegna del grande ciclocross, della suspense e delle immagini spettacolari quello che le frequenze di Rai Sport regaleranno oggi agli appassionati delle due ruote. La trasmissione della quinta tappa del Giro d’Italia Ciclocross, il Gran Premio...


Non molla un colpo Lucinda Brand (Baloise Trek Lions) e si aggiudica anche la quinta prova del Superprestige di Ciclocross che oggi si è svolta a Boom, in Belgio. Su un terreno proibitivo reso durissimo dal fango e della pioggia,...


La nostra anticipazione di due giorni fa su Luna Rossa che cerca ciclisti per la prossima Coppa America è finita oggi anche sulla Gazzetta, che è un po’ come ricevere un attestato di stima e di buon lavoro. Ne scrive...


Non è uno che ama galleggiare, anche perché Wolfango Poggi non ha mai avuto un buon rapporto con l’acqua, diciamo pure che fino a poco tempo fa non sapeva nemmeno nuotare. “Wolf” non è tipo da prendere le cose alla...


«Molteni, storia di una famiglia e di una squadra» è un libro che mancava e che va a colmare una lacuna, riportando in auge i fasti di una delle formazioni più importanti nella storia del ciclismo tutto. È il racconto...


E' la regione Friuli Venezia Giulia a brindare in Coppa Italia. La rappresentativa regionale si è infatti aggiudicata la seconda prova che si è svolta a Fanano, nel Modenese. I ragazzi friulani l'hanno spuntata per un solo punto sulla Lombardia...


Lo scorso settembre avevamo lasciato Patrick Lefevere dubbioso sul tema di una possibile squadra femminile con la sua Quick-Step - Alpha Vinyl: con parole pungenti, il dirigente belga aveva parlato di un cattivo investimento quello del ciclismo in rosa. Oggi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI