MONDIALE. Santi: sorpresa australiana, Bronzini intrappolata

PISTA | 27/02/2014 | 13:37
La prima giornata dei mondiali di Cali è trascorsa con parecchie sorprese. Prima fra tutte la Gran Bretagna, che ci aveva abituato a uno strapotere e che ha difficoltà umane. Anche se va detto che, in vista delle Olimpiadi di Rio ha inserito elementi molto giovani in fase di rodaggio.

Nella prima gara individuale (lo scratch donne) abbiamo assistito ad un finale bellissimo, con gli ultimi 20 giri a ritmo infuocato. Ne ha fatto le spese Giorgia Bronzini che si è trovata a dover chiudere un "buco" a venti giri dalla fine, dovendo fare uno sprint anticipato, uno sforzo poi costato carissimo.

Grandissima azione nel finale della belga Kelly Druyts, che conosciamo bene per essere salita sul podio della stessa gara a Fiorenzuola 2013. Dietro di lei la campionessa del mondo uscente, la polacca Katarzyna Pawloska che ha preceduto la Russa Evgenia Romanyuta: entrambe avevano mostrato di essere in grande condizione nelle azioni finali di gara.

Nelle gare a squadre sorpresa dell'Australia nell'inseguimento, non per la vittoria ma per la qualificazione alla finale: infatti si è qualificata per un soffio sulla Russia e poi ha piegato la Danimarca che aveva fatto il miglior tempo.

Italia al di sotto delle aspettative anche se il nostro quartetto è sulla strada buona per entrare negli otto migliori e per centrare la qualificazione olimpica. Piccoli abbassamenti di ritmo ed errori in sincronizzazione si sono rivelati fatali, nel gioco dei secondi, ma non drammatizzerei, anzi.

Tornando agli altri, stesso sistema oceanico nella velocità a squadre, Nuova Zelanda che batte in finale i tedeschi che avevano prevalso in qualificazione.
Le ragazze tedesche, nella stessa disciplina, non perdono con la Cina. Meno nazioni per i nuovi regolamenti sulle qualificazioni, poco conosciuti ma incisivi. Diverso il tipo di trasmissione di informazioni: chi non è online e live, fra tweet e post, rischia di informare dopo che lo hanno già fatto i siti web e anche gli stessi atleti e team, molto più competenti e preparati. Dovendolo fare addirittura dopo la fine delle giornate precedenti, quando le gare, con i tempi attuali, sono storia.

Tempi che cambiano per tutto e per tutti, i giovani avanzano, il mondo è a portata di mano sullo smartphone. La prima giornata dei mondiali pista in sudamerica se ne è andata, oggi è un altro giorno e si vedrà.

da Cali per tuttobiciweb.it, Claudio Santi
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
A seguito di alcune note stampa riguardanti il Velodromo di Spresiano la Federciclismo, per voce del Segretario Generale Marcello Tolu, tiene a precisare che: “Il Velodromo di Spresiano è sicuramente strategico all'interno delle progettualità federali. A tal proposito ci pare...


Il Team DSM ha accettato di rescindere il contratto con Tiesj Benoot. Durante la loro stagione 2021 - scrive il Team DSM in un comunicato ufficiale - è parso evidente che Benoot non era in grado di mantenere i suoi...


Si è chiuso lo stage di 3 giorni di casa Colpack Ballan. La formazione orobica, del Presidente Beppe Colleoni, per il 2022 presenta l'inserimento di 2 nuovi atleti stranieri. Si tratta dell'irlandese Ronan O'Connor e dello spagnolo Ruben Sanchez. Tocca...


Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI