I blufucsia in posa nel cuore di Monza

LAMPRE MERIDA | 29/01/2014 | 15:32
Ha sfruttato lo splendido scenario del Duomo di Monza la Lampre Merida per le fotografie ufficiali della stagione 2014 che ha già mosso i primi passi. La squadra brianzola, con in prima fila la maglia iridata del campione del mondo Rui Costa («E’ un talento che è solo ai primi passi della carriera e che è ancora tutto da scoprire», ha chiosato soddisfatto il presidente del team Emanuele Galbusera”) si è concessa agli scatti dei molti fotografi.
Accanto a Rui Costa, Diego Ulissi e Sacha Modolo, vale a dire i primi corridori del team blufucsiaverde ad alzare le braccia al cielo.

Il toscano Ulissi in Australia ha vinto una tappa ed è salito sul terzo gradino del podio nel Tour Down Under:mai era partito così forte.
«Non mi aspettavo di iniziare così bene – ha detto Ulissi prima delle fotografie -, anche perché nella preparazione di questo inverno non è cambiato praticamente nulla rispetto al passato. L’unica cosa nuova che ho inserito è stato il ritiro a Tenerife di una decina di giorni. Sono contento perché ho preso già punti importanti per la classifica ed è buona cosa pensando alle classiche e al Giro d’Italia che sono gli obiettivi primari della prima parte di stagione».

Della Milano-Sanremo con il nuovo percorso che ne pensi?
«Non l’ho ancora visto, andrò a visionarlo nei prossimi giorni. Penso che verrà fuori una corsa molto più dura degli anni passati, per me potrebbe essere meglio».

Da parte sua Sacha Modolo ha già piazzato la botta vincente in Argentina: con la nuova maglia ha subito voluto brindare.
«E’ cambiato un po’ tutto: stimoli nuovi, squadra nuova, più professionalità in tutto. In Argentina ho avuto un team che mi ha supportato al meglio: avere corridori come Cunego che tira per te, o come Pozzato che ti fa il treno in volata, non capita a tutti. Era un test per me stesso questa prima corsa, per capire se sono adatto ad un top team: ho avuto una buona risposta ma non vuol dire niente. Bisogna confermarsi nelle gare che contano veramente, quelle che a me mancano».

E della Sanremo con il nuovo percorso che ne dici?
«E’ più dura, quindi meno adatta ai velocisti. Ci devo arrivare al 110% però sarà dura arrivare in volata; secondo me qualche finisseur ce la farà quest’anno. Penso che il Poggio rimane il punto critico della classicissima, solo che rispetto agli altri anni ci si arriva con le gambe molto ma molto più dure».

da Monza, Valerio Zeccato
Copyright © TBW
COMMENTI
la fortuna del team
29 gennaio 2014 20:52 gbsport
la fortuna del team blufucsiaverde è avere un ds come Orlando Maini..
uomo e tecnico di inestimabile valore!!
emanuele

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach