SCIOTTI. «Caro Danilo, sei tu che devi chiedere scusa»

DOPING | 21/01/2014 | 22:51
Valentino Sciotti - il signor Vini Fantini, per intenderci - ha deciso di intervenire sulla vicenda Di Luca postando un commento su tuttobiciweb, ma il suo intervento merita certamente una rilevanza maggiore. Ve lo proponiamo:

Che delusione! Con la massima tranquillità ed in un programma televisivo, oggi ci viene a dire che ci ha tradito e che tradisce appassionati, organizzatori, FCI, UCI e Sponsor del ciclismo?
No Danilo, non ci siamo, io ti ho dato aiuto umano, in uno dei momenti più neri della tua vita, dietro il giuramento, che tu con il doping non c'entravi nulla. Mi hai tradito dopandoti, lo hai rifatto, rifiutando di collaborare con gli enti preposti ed oggi ti sei ripetuto con un intervista (retribuita?) alla tv dove spari a zero verso un  settore che ti ha accolto, osannato, perdonato e che, non si è potuto difendere?
Ti ho perdonato tutto, anche il fatto che non hai sentito il bisogno di chiedermi scusa per il tradimento, per avermi lasciato solo in tv e sui giornali nel chiedere scusa a tutti quei tifosi che credevano in te e che tesserandoti ho contribuito a farti tradire. Ho chiesto scusa anche agli organizzatori del Giro che hai macchiato con i miei colori ma, è possibile che solo io abbia sentito il dovere di scusarmi?
E' possibile che tu non capisca il male che fai ogni volta che ti muovi?
La delusione è tanta e non credo sia giusto che ci siano tanti ragazzi che debbano pagare per le stupidaggini tue o di quelli che spero siano pochissimi altri che hanno scelto la tua strada.
E' ora che cominci tu a chiedere scusa, è il momento che tu taccia e che, se vuoi parlare, lo faccia con le persone giuste, per evitare che altri Danilo, intervengano a danneggiare uno sport meraviglioso, perchè malgrado tutto, io credo che il ciclismo possa essere pulito e portatore di messaggi etici per tutti quelli che lo amano, lo gestiscono e lo praticano.

Valentino Sciotti

Copyright © TBW
COMMENTI
AMEN
22 gennaio 2014 00:02 ssss
Patron "parroco" Sciotti ha parlato... ma mi faccia un piacere!

Curioso leggere la "predica" di uno che paga gli organizzatori per permettere alla sua continental di correre...

22 gennaio 2014 07:05 geom54
Stim. SCIOTTI, LEI è un IMPRENDITORE che come tanti altri come LEI in minore o maggiore misura di impegno economico che si da a questo SPORT non ha e non si deve sentire bisogno alcuno di chiedere scusa, a nessuno;
gli errori degli atleti alla fine sono e restano un bagaglio personale.

X ssss
22 gennaio 2014 09:15 Farnese
Gentilissimo Signore, se lei non è un codardo, metta subito il suo nome e cognome e poi spiegherà ad un giudice come fa a parlare senza collegare il cervelllo.
Se non avrà il coraggio, la verrò a cercare con i mezzi che la legge ci da per perseguire i calunniatori ed i bugiardi. E' bene che lei sappia che in questo sport c'è anche chi dell'etica ne fa una bandiera, anche se non ha mai gestito alcuna squadra ciclistica.

22 gennaio 2014 09:22 enrico
La ringrazio Sign. Sciotti per quello che fa per il ciclismo, e continua a crederci investendo i propri soldi, e danno lavoro a tanti ragazzi, c'è ne fossero di persone come lei, per quanto riguarda il commento di "ssss" lascia perdere e passa ad altro e meglio.

x Sciotti
22 gennaio 2014 09:36 ssss
Gent.le sig. Sciotti,
le ho risposto con ironia, consideri la mia risposta come tale.

Rispetto la sua posizione ma ritengo di essere libero di esprimere il mio pensiero.

Per il nome non ho problemi a scriverlo, con amicizia

Libero Roberti

Al Signor Sciotti
22 gennaio 2014 10:05 marek79
Francamente condivido il suo pensiero signor Sciotti, e penso che lei abbia pagato colpe non sue e che abbia pagato caro il suo gesto " amichevole" ( mi permetta le virgolette ,visto come è stato ricambiato..)e penso che a questo punto sia il signor DiLuca a iniziare a chieder scusa a lei in primis e a tutti quelli che hanno creduto in lui, e hai tifosi del ciclismo in generale.
Spero che il suo progetto con il ciclismo possa continuare e le dia le soddisfazioni che merita!

Di Luca
22 gennaio 2014 10:46 FIEVEL
ripartire da zero e investire sui giovani è la soluzione migliore, dare pubblicità a elementi del genere non fa altro che allontanare gli stessi da questo meraviglioso sport. la radiazione penso sia stata la soluzione migliore, solo cosi finalmente si è potuto dare un segnale forte.

doping fin da piccoli
22 gennaio 2014 11:46 geo
Nelle gare di ciclismo dei giovanissimi c'è il controllo rapporti delle bici, ma comunque qualche genitore ogni tanto cerca di mettere al figlio un rapporto di qualche centimetro più lungo del consentito..... Secondo me qui inizia il doping. Lasciando perdere le varie Red Bull, vitamine ecc.

A XXXXXXXX, XXXXXXXX e mezzo
22 gennaio 2014 12:19 tonifrigo
Naturalmente il signor Roberti non è il signor Roberti e certe risposte sono facilmente attribuibili. Certo dev\'essere una colpa gravissima - se provata - quella di Sciotti, se la parifichi alle tue, caro \"Roberti\". E\' come se tu, accusato di rapina, rispondessi al giudice che tanto lui è XXXXXXXX.
Ma andiamo al sodo, ovvero alla polemica con Di Luca. Tu, Danilo, che ci hai presi tutti per il c... e ti sei fatto delle belle sganasciate su chi prendeva sole, pioggia, vento e neve per tifare per te, avresti dovuto avere il buongusto di tacere: le accuse di doping al mondo del ciclismo sono lecite e perfette se a farle è qualcuno dell\'ambiente che ha la faccia pulita. Quando arrivano da uno beccato più volte, sanno tanto di scalciata rabbiosa e stentato a trovare ascolto. Se poi dici, in intervista, che il doping, se fatto bene, è anche una cosa buona, allora, benedetto ragazzo, devi rifare un po\' di conti su te stesso... Forse è giunta l\'ora

SSS
22 gennaio 2014 12:44 FIEVEL
sig. Roberti,
forse è meglio che si informi, ognuno è libero di effettuare i propri investimenti commerciali, visibile a tutti come in diverse manifestazioni oppure in tutti i vari siti, notiamo spesso publlicità di Team, ognuno è libero di publicizzare come meglio crede e la risposta del sig. Amici è stata fin troppo chiara.
Viceversa farei riflettere sul discorso continetal Italiane.....ragazzi ma il termine Professionisti lo conoscete?

Ben trovato Sig. Sciotti,
22 gennaio 2014 16:31 Fra74
mi permetto di dissentire dal suo pensiero, Lei pretende delle SCUSE dal Sig. DI LUCA, forse, giustamente, però, mi permetto, e se sbaglio, chiedo venia, Lei, personalmente, ha chiesto SCUSA in merito al fatto di aver dato una altra opportunità al Sig. Di Luca?!? Nel senso che, amando questo sport, sicuramente avrebbe fatto meglio a non tesserarlo. Poi, mi scusi, è possibile sapere se Lei, come sponsor, ha intrapreso una azione giudiziaria contro il duo DI LUCA & SANTAMBROGIO per i danni arrecati al nome del marchio da Lei rappresentato e gestito?!?
Grazie delle eventuali risposte.
Cordialità.
Francesco Conti-Jesi (AN).

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Continua il momento magico di Lorenzo Fortunato. Il 16° posto finale al Giro d'Italia e il trionfo sullo Zoncolan non sono stati frutto del caso e sul Monte Grappa il giovane portacolori della Eolo-Kometa lo ha dimostrato ampiamente. Il bolognese...


È cominciata ufficialmente la settimana che assegna i titoli nazionali nella gran parte dei Paesi. E come sempre sono le cronometro ad aprire i giochi.Tornato alle corse la settimana scorsa dopo una pausa di riflessione, Tom Dumoulin ritrova in fretta ...


Quest'oggi si è alzato il sipario sul primo percorso regionale permanente in Italia dedicato alla bicicletta su strade asfaltate secondarie a basso traffico e su tratti “bianchi”. Via Romagna si accredita tra le ciclovie più interessanti a livello europeo con i suoi...


Si sta specializzando nella conquista delle cime più prestigiose: Lorenzo Fortunato ha vinto, con un finale incredibile, la seconda tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 che si è conclusa in vetta al Monte Grappa. La prima parte della tappa è stata caratterizzata...


Quest’anno l’Axion Swiss Bank – Gran Premio Città di Lugano si svolgerà domenica 27 giugno. L’elegante Casinò di Lugano ha ospitato oggi la presentazione della classica professionistica giunta all’edizione numero 74. L’egida organizzativa è sempre del Velo Club Lugano, società...


Al termine dell’udienza generale, il ciclista colombiano vincitore del Giro d'Italia ha incontrato Francesco e gli ha donato, a nome di tutti i connazionali, la maglia rosa e una bicicletta, una Pinarello bianca bordata d'azzurro. La bicicletta, fanno sapere fobti...


Nuovo nome - ma non nuovo sponsor - e nuova maglia, debutto previsto al Tour de France. La Total Direct Energie cambia nome in occasione della Grande Boucle e si chiamerà Team TotalEnergies, presentando una maglia nella quale il bianco...


22 squadre, ognuna con sei corridori, prenderanno parte al Deutschland Tour dal 26 al 29 agosto. La gara si svolgerà in quattro tappe con partenza dalla città anseatica di Stralsund e traguardo finale a Norimberga. 727 chilometri sarannono percorsi sulla...


Simone Consonni prolunga per altre due stagioni il suo impegno con la Cofidis. Il ventiseienne corridore bergamasco sarà una delle carte più importanti della formazione francese per gli sprint e per le classiche. Dopo essere arrivato terzo lo scorso anno...


Caro Direttore, non mi si venga a raccontare che il sommo idiota che ha sfregiato il Monumento eretto e titolato in memoria di Franco Ballerini ha semplicemte commesso "una bravata"! Prescindendo, neanche poi tanto, dai profili delittuosi del gesto che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155