BETTINI. «Sono stati tutti dei leoni»

MONDIALI | 29/09/2013 | 17:39
Sorriso amaro sul volto di Paolo Bettini: «Le cadute? Lo sapevamo, ne avevamo parlato e peccato che i ragazzi siano caduti quando la situazione era calma e sembrava che tutto andasse per il meglio. Ci è mancato Luca nel finale, Vincenzo è stato grande e sono stati tutti dei leoni»
«Quando ho trovato Vincenzo in terra non pensavo ripartisse, ha fatto davvero un grande numero per rientrare, immaginate lo sforzo che ha fatto. Credo che sarebbe andato via con Purito e se la sarebbero giocata loro. Comunque preferisco la medaglia di legno che aver perso come ha fatto la Spagna».

da Firenze, Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
29 settembre 2013 18:07 foxmulder
Valverde world champion!!!
Ah no... Se l'è mangiato perché ha avuto paura di Nibali in volata...
O qualcuno degli spagnoli cambia nazionalità o la Spagna non vincerà più un mondiale.
Per come è andata la gara credo che si sia riusciti a cogliere il massimo risultato possibile.
A me l'Italia è piaciuta e dico bravi a tutti Bettini compreso. Anche per le parole del post gara.

Eterna rivalità
29 settembre 2013 18:52 lattughina
Sono daccordo con Fox, la Spagna non vincerà mai un mondiale se i corridori non metteranno da parte le loro rivalità personali. Oggi, comunque, Valverde è stato vergognoso, ha regalato la medaglia a Rui Costa. Le lacrime di Rodriguez sul podio mi hanno impressionato!

Bettini
29 settembre 2013 18:56 lattughina
Bettini: una buona squadra che ha giocato bene le sue carte, Nibali e Scarponi che se la potevano giocare con un gran finale senza la sfortuna delle cadute. Sono daccordo con le parole di Bettini, meglio fuori dal podio con onore che un secondo e un terzo come la Spagna. Al mondiale vale solo il primo posto.

Bettini dimettiti
29 settembre 2013 20:54 naiquintana
Il disastro della Spagna non deve coprire i nostri errori..un intera settimana a dire che non dovevamo rincorrere e poi siamo stati mezza giornata a rincorrere una fuga di 4 disperati..nocentini scarponi pozzato Paolini inesistenti invece di buttarsi in qualche fuga..Bettini è riuscito a perdere anche con un Nibali di una spanna superiore agli altri..Fallimento!

xnaiquintana
29 settembre 2013 23:17 gass53
Ecco un altro FENOMENO DA BAR DEI CIOCCOLATAI............ma che film hai visto??? si perchè sicuramente eri al cinema oppure guardavi un film su Sky.........
P.S. sei talmente bravo Tu a fare il C.T. che riuscivi anche a non far cascare 4 italiani tutti nello stesso giro ed a 100mt di distanza tra loro!!!

Sono stati tutti dei leoni??
29 settembre 2013 23:23 killer
Bene, ora portali con te al CIRCO e restateci!!!! Con te al timone solo figure di m......

Bettini a casa!
29 settembre 2013 23:43 Bastiano
Oggi forse ha fatto la migliore gara ma, ci ha fatto capire che per fare il C.T. occorre avere esperienza dalla macchina e non in gara.
Come accade in tutte le aziende del mondo, sono i risultati a dire quanto vale un C.T. ed i suoi, sono da fallimento assoluto!

immagini furtive
30 settembre 2013 09:46 cimo
ad un certo punto in diretta si è vista una immagine sfuggita.....Nibali dietro moto......dopo la caduta.....e non aggiungo altro.....

x NAIQUINTANA
30 settembre 2013 09:49 sun
.... addirittura PAOLINI hai tirato dentro!!!!! uno che dal primo km si e' un fatto un mazzo ........ cosi !!!!! in su e giu' per il gruppo a guardare chi ci fosse nel gruppo a tener contatti con l'ammiraglia .... ma di quale fughe parli !!!! Paolini e' caduto e sono sicuro che se fosse rimasto in gara sarebbe stata la spalla finale per Nibali ... signori per favore non stiamo sempre a fare GLI ITALIANI E CRITICARE ... abbiamo comunque fatto un gran mondiale CERTO poi conta vincere ma non diciamo stronzate ....

x gass
30 settembre 2013 14:07 naiquintana
io veramente ero all'arrivo..sono stato 3 ore a prendere acqua sotto al maxischermo e sono rimasto lì fino all'arrivo..quindi fatemi il piacere..gli italiani si sono fatti il mazzo nella prima parte e nel momento decisivo (vedi caduta di nibali) nessuno era lì per riportarlo in gruppo!!). la tattica era semplice..mandare un paolini,un ulissi, un nocentini nella fuga della mattina, in modo da non tirare un metro..e nel momento decisivo avere 5-6 corridori a fianco a nibali..perchè a volte la sfiga può essere anche scongiurata se hai una squadra con te!!invece la squadra del grande bettini dov'era negli ultimi e DECISIVI 2 giri?a parte visconti e mezzo scarponi..guardate qualche partita di calcio che forse ci capite qualcosa

x sun
30 settembre 2013 14:11 naiquintana
non trovo gusto a criticare..ma un mondiale in casa nostra..con un nibali così..è come se la ferrari perdesse il gp di monza contro la minardi..ce lo siamo giocati noi..poi fate come volete in 4 anni zero medaglie continuiamo con lui e festeggiamo gli altri cosa posso dirti. ricordate sempre che bettini ha vinto tutte quelle corse a cavallo degli anni 2000-2006...sta gente qua per me non esiste anche se avesse vinto a firenze figurati se perde pure..

oltre criticare ....
30 settembre 2013 15:21 sun
fai anche insinuazioni poco piacevoli e che faresti meglio a tenertele per te ... ci siamo capiti giusto ?? altrimenti sii chiaro al 100% e scrivile se le pensi davvero !!!

e secondo te se mettiamo un uomo nella fuga del mattino e poi non lavoriamo per scremare il gruppo quella fuga sarebbe andata all'arrivo? .... secondo me avremmo fatto una fesseria perche ..comunque e a prescindere quei 4 5 non sarebbero mai arrivati e noi avremmo lavorato per scremare il gruppo e togliere i migliori ugulamnete quando la fuga aveva quasi 9 minuti ...

se non ci fosse stata la caduta finale io credo e ci scommetterei qualsiasi cosa avremmo stravinto ... la sfortuna fa parte del gioco... purtroppo


Caro Naiquintana e tutti i critici
30 settembre 2013 16:17 Leonardosca
Caro Naiquintana, mi spiace dire, ma non so se sotto l’acqua ti si è appannata solo la vista o non solo, e se te, di vero ciclismo pedalato, non ne capisci veramente niente. Sai cosa sarebbe successo a mandare gli uomini che hai detto nella fuga iniziale? Altre squadre avrebbero preso la corsa in mano per andare a prendere la solita fuga iniziale con un ritmo a loro più consono, si sarebbe arrivati in finale con un gruppo quasi compatto e relativamente affaticato. Così che i favoriti, vedi Cancellara, Sagan e lo stesso Gilbert, col cavolo che li avresti staccati, ansi….. Così avresti ugualmente criticato che l’Italia e Bettini erano incapaci e che come al solito si subisce le azioni degli altri. Il vero problema rimane che attualmente per le gare di un giorno in Italia non abbiamo un vero leader, e senza la materia prima sulla panchina del Sassuolo puoi metterci pure Josè Mourinho, ma la Chempins la vincerai difficilmente. Questa nazionale di Bettini ha poche critiche da ricevere se non solo i se ed i ma degli scemi…..Hanno corso nell’unica maniera che potevano correre, rendendo la corsa dura e selettiva, mettendo alla frusta i favoriti in modo da giocare l’unica carta possibile in salita. Nibali su quel tipo di percorso, se non avessero reso gara dura e portato allo sfinimento gli altri, difficilmente avrebbe fatto la differenza dai vari Cancellara, Gilbert, Sagan, ecc… molto più esplosivi e rapidi del nostro Vincenzo. Te hai mai seguito una gara in ammiraglia? Sai cosa vuol dire seguirla in un circuito come quello di Firenze? Come fai ad accusare che la vettura non era lì pronta? Quando ci sono state le altre cadute, con la macchina che fai? schiacci i corridori a terra per passare? E poi sappi che a volte si fatica meno e si rientra prima a stare nella scia delle altre ammiraglie, anziche farsi attendere da un compagno. Ed infine a -30 km all’arrivo, senza le radioline, che non sai se un corridore riparte o meno, che fai ti fermi? Così oltre a Paolini a terra, Scarponi che era andato giù, Nibali che non potevano capire o sapere se era ripartito o meno, si perdevano altri uomini. Bettini e tutti gli azzurri devono solo che ricevere i complimenti e gli elogi da parte di tutti i tifosi, perché hanno dimostrato di essere una vera squadra, una squadra unita e che solo la sfortuna si è saputa interporre. Si guarda sempre il risultato finale, ma come ha detto il Betto, meglio, una medaglia di legno dignitosa,che una medaglia di argento e bronzo Spagnola.

xnaiquintana
30 settembre 2013 18:57 gass53
Caro naiquintana, siamo in diversi a dire la stessa cosa: Te eri all'arrivo sotto l'acqua e molto probabilmente TI sei sintonizzato con la Tv dei Cioccolatai OVVERO LA BANDA DEGLI INCOMPETENTI DI CICLISMO..................

caro gass
30 settembre 2013 20:21 naiquintana
visto che siete in tanti a dire la stessa cosa..e voi ne capite tanto..e in coro avete detto che l'italia ha fatto bene a rendere la corsa dura x sfinire i favoriti..andate a rileggere qual'è stata la media corsa di questo mondiale..la più bassa degli ultimi 30 anni..ora sicuramente la pioggia non ha aiutato..ma quello che dite non regge..sagan e cancellara sono crollati all'ultimo giro perchè al settimo passaggio su fiesole e via salviati non potevano tenere scalatori puri come nibali purito e valverde non certo perchè l'italia ha tirato nei primi giri..cancellara gilbert etc etc quando hanno vinto roubaix liegi bastogne liegi e le altre classiche non hanno mai scalato 7 volte una salita così dura..pensare che cancellara si sia staccato perchè ha pagato lo sforzo per reggere il forcing di vanotti in pianura mi fa ridere ahahahah

xnaiquintana
30 settembre 2013 23:27 gass53
ALTRO CHE RIDERE...........NON TI RIMANE CHE PIANGERE, OLTRETUTTO NEMMENO SAI CONTARE, VISTO CHE VIA SALVIATI, L'HANNO SCALATA 10 VOLTE!!!!! VAAAAAAAAAAIIIIIIIIIIIIIIIIIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAVVVVVVVAAAAAAAAAAAAAAIAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

infatti
30 settembre 2013 23:43 naiquintana
Sono 10 volte e questo avvalora ancor di piu quello che dico..ricordate che un mondiale non è una tappa del tour a parte l italia e qualcun altro non ci sono squadre che possono tirare x ricucire quindi le fughe hanno tante chance di arrivare..tenetevi la vostra sapienza il vostro ct ed il 4 posto..solo perche nibali è un fenomeno altrimenti nemmeno quello

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'eritreo Mulu Hailemichael ha vinto a Huye la seconda tappa del Tour du Rwanda. Il portacolori della Nippo Delko Provence, classe 1999, ha preceduto allo sprint il colombiano Restrepo della Androni Giocattoli - Sidermec e l'eritreo Biniam Girmay Hailu, anche...


Un altro podio in stagione e una vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec che nella seconda tappa del Tour du Rwanda ha visto chiudere al secondo posto Jhonatan Restrepo. Il colombiano dei campioni d’Italia conferma così il suo brillante inizio...


Sotto il sole degli Emirati, Mauro Vegni divide i suoi pensieri fra la corsa - della quale è direttore - e l'Italia. Stamane, prima della partenza della seconda tappa del Tour, il dirigente del RCS Sport ha spiegato: «La situazione...


Un cambio netto per lasciarsi alle spalle un 2019 avaro di soddisfazioni. Romain Bardet, dopo sette anni in cui si è concentrato esclusivamente sul Tour de France, ha deciso di puntare per la prima volta sul Giro d’Italia. Ecco perché il Tour...


Operazione antidoping dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria: fatta luce su una morte sospetta e smantellato un ingente traffico di anabolizzanti in palestre e nelle competizioni sportive; nove le misure cautelari personali, tra cui un forestale, e 20...


«Non è sempre facile essere me, ma i ciclisti... so­no masochisti». La bici è sofferenza, anche se sei un fenomeno. An­che se sei passato professionista a 18 anni e pronti-via hai sorpreso il mondo e te stesso vincendo fior di...


Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155