RODRIGUEZ. «Questo è l'amaro destino di Purito»

MONDIALI | 29/09/2013 | 17:37
Vatti a fidare di Valverde... Purito Rodriguez non lo dice a chiare lettere perché è un signore ma ce l'ha con il compagno di nazionale: «La corsa si era messa nel modo perfetto per la Spagna. C'era Valverde che era il più velcoe, gli ho detto "scatto, tu stai sulla ruota di chi mi segue" e sono partito. Non ho capito cosa sia successo invece, ma quando ai 600 metri ho visto arrivare Rui Costa ho capito che avrei perso. Ho provato ad innervosirlo, ma era un tentativo disperato e lui è stato molto bravo, complimenti a lui».
Poi l'amara constatazione: «Evidentemente questo è il destino di Purito, perdere d'un soffio il Giro, la Vuelta e adesso anche il mondiale» dice asciugandosi l'ultima lacrima.

da Firenze, Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
Grande Purito
29 settembre 2013 18:10 ciano90
Signore fino alla fine nonostante un "compagno" come Valverde!

29 settembre 2013 18:18 foxmulder
Onore a Purito che ha corso come meglio non poteva mettendo, tra le altre cose, il suo velocissimo "amico" Valverde nelle migliori condizioni per vincere. Credo che Valv-piti abbia creato un'altra ottima occasione per vergognarsi. Evidentemente non si fida più delle sue gambe.

Vergognoso Valverde
29 settembre 2013 18:21 lattughina
Se fossi il tecnico della nazionale spagnola darei pubblica vergogna a Valverde che si è comportato in maniera veramente indegna nei confronti di un compagno di squadra con il chiaro intento di non farlo vincere. Per conto mio non si merita più una convocazione in nazionale.

Applausi
29 settembre 2013 19:02 SantGiac
Applausi a Rui Costa e soprattutto agli sconfitti di giornata, tra questi Purito, un gran signore.
Giacomo

......
29 settembre 2013 19:07 MARcNETT
il Sig. Valverde dovrebbe essere escluso dalle selezioni spagnole fino al termine della carriera. Onore comunque a Purito,lui si un corridore divertente e a modo

valverde
29 settembre 2013 19:14 colt
valverde anche al mondiale del scorso anno ha fatto un sgarbo a gomez. e cera qualcosa al mondiale di bettini con li scatto di samuel sachez che lui prontamente ha chiuso. non riesco a capire perche non ha seguito rui costa, con la caduta di uran avevano il mondiale in pugno.comunque un bravo al nostro nibali

mi sembrate di fuori....
29 settembre 2013 19:40 limatore
Purito dopo che è stato ripreso da Vincenzo si doveva mettere davanti e non mandare via nessuno. Valverde era la carta più sicura, vincente assicurato tra i quattro. Scatta scatta non è uno scandalo che gli sia scappato Rui Costa. Purito voleva "scippare" il Mondiale a Valverde e gli è andata male.

per limatore
29 settembre 2013 20:25 AERRE56
mi perdoni, ma lei è pratico di golf? così si doveva correre, non c'erano alternative. un arrivo in volata è sempre un rischio, a meno che gli avversari non sia stati sfiancati. valverde di gare in questo modo ne ha perse mille. oggi ha perso anche la faccia. questa volta al sig.limatore la pallina non è andata in buca.

un golfista mancato.

x Limatore
29 settembre 2013 20:27 mdesanctis
C'è sempre quello che non capisce le cose e sostiene che è, invece, il resto del mondo a non capirle.
Hai visto un altro mondiale...
mdesanctis

x limatore
29 settembre 2013 20:34 miguel
Purito a corso per vincere lui il mondiale, Valverde per farglielo perdere!

il golf lo lascio a lei.
29 settembre 2013 20:48 limatore
Rui Costa, e Vincenzo più veloci di Valverde?.... alternative è vero non ce ne ertano, SPRINT e titolo alla Spagna!!!! andate a rivedere tutti gli ordini di arrivo! lo sprint di valverde era un assegno circolare! Purito ha sbagliato senza ombra di dubbio

Sig.PURITO
29 settembre 2013 20:56 pagnonce
Le tue lacrime dopo l'arrivo hanno fatto capire quello che avevi dentro .Io ho pianto conte .Sarò sempre tuo tifoso .Sei un vero signore, un signor CAMPIONE .Ciao PURITO.

altro che golf
29 settembre 2013 21:03 devis
Valverde ha fatto sicuramente l'ultimo errore, ma ha ragione limatore in volata era il piu' forte , perche' Purito si e' interstardito a scattare..doveva tirare fino arrivo dopo che si era giocato le sue carte..invece voleva vincere lui..e' cosi' hanno perso entrambi!!

tombola
29 settembre 2013 21:25 AERRE56
il sig. limatore con l'ultima dichiarazione non è andato in buca ma ha fatto tombola! passando per ambo, terna , quaterna, cinquina.

limatore
29 settembre 2013 21:51 cocco88
sono d' accordo con te... valverde una volatra con rui costa e nibali non la perde nemmeno nel 2040... rodriguez si era giocato la sua chance una volta ripreso doveva solo mantenere l andatura alta fino all arrivo...

x limatore
29 settembre 2013 21:55 Anthony
Purito è scattatto, Rui Costa insegue? Valverde si attacca alla ruota, non aveva mai tirato prima perchè era a ruota di Nibali, se rientrano vince in volata, se non rientrano vince Purito: chiaro? se non ti è chiaro meglio darsi all'ippica!

valverde
29 settembre 2013 22:13 noodles
ragazzi , mi pare chiaro come il sole. Valverde non voleva far vincere Purito. Punto. Se Lui si attacca alla ruota di Rui costa il portoghese si ferma subito perchè avrebbe solo tirato la volata a uno più forte.A meno che valverde non l'avesse finita....ma era un quarto d'ora che stava a ruota di Nibali.

29 settembre 2013 22:33 limatore
la condizione con incognite era proprio quella degli scatti, tenere la corsa a quattro non le aveva. Poi se Valverde non vi stà simpatico è un'altro conto! Io sono di questo avviso, no sono un tecnico e forse mi sfugge qualcosa, ma aspetto di sentirne, per avere una valutazione più precisa dell'accaduto. Poi facendo commento da bar...... Purito vince qualche battaglia ma perde tutte le guerre. Un motivo ci sarà, o è sempre colpa degli altri?

valverde
29 settembre 2013 22:54 colt
sono daccordo con anthony.in volata e sempre un azzardo. valverde doveva chiudere su rui costa. dopo una gara di 300 km e resa dura dalla pioggia. un esempio basta guardare la milano sanremo 2013 dove sagan ha perso in volata da ciolek

Valverde
29 settembre 2013 23:00 Crisintour
Non sono d'accordo con il condannare Valverde e per una serie di motivi:
a) Valverde non ha mai tirato un metro per riprendere Rodriguez
b) Rodriguez è sempre stato chiuso da Nibali o comunque inseguito come sullo strappo finale dove il vantaggio di Rodriguez è stato preaticamente azzerrato.
c) Rui Costa non ha mai tirato, solo un cambio in discesa poco convinto ed un altro prima del tornante in città da cui, successivamente, è scattato verso Rodriguez
d) Non conosco i rapporti tra Rui Costa e Valverde, ma tra compagni di squadra, se Valverde avesse voluto, un aiuto trasversale, per le sue ambizioni, l'avrebbe chiesto e ricevuto ma così non è stato vedendo la passività di entrambi nell'inseguimento a Rodriguez
e)Lo scatto di Rui Costa era perfetto per Valverde per riportarsi su Rodriguez... se non l'ha fatto magari è perchè non ne aveva più
f)Valverde potenzialmente, su 10 volate, batte gli altri al 90%, perchè perdere un'occasione così? Nibali sfinito, Rodriguez pure... Rui Costa che conosce in tutte le sue abilità come compagno di squadra, non credete che sarebbe stato il quadro perfetto?
g)E se alla fine Valverde fosse stato semplicemente senza energie? Questa ipotesi la scartate? non è riuscito ad inseguire nemmeno Rui Costa...
Ultima cosa, io non gioco a Golf e non pratico l'ippica... quindi, evitate battute infantili che vi qualificano da soli.
Cordialmente

Non vorrei essere nel ritiro spagolo......
29 settembre 2013 23:24 savethetoast
In compenso festeggia la Movistar.........!!!!!

ma
30 settembre 2013 01:18 MARcNETT
che state dicendo?? valverde è la vera e unica motivazione della sconfitta della Spagna! quando è partito Rui Costa doveva chiudere e basta......invece è rimasto come un pollo lì,presumo per non dare la soddisfazione a Purito di vincere un più che giusto mondiale. se avesse ripreso Rui Costa col kaiser che rodriguez perde il mondiale!

30 settembre 2013 07:24 foxmulder
Valv-piti è perfino arrivato a dichiarare che non ha ripreso Rui Costa perchè aveva paura di Nibali in volata. Ma ci rendiamo conto?

x Limatore 2
30 settembre 2013 08:31 mdesanctis
Concordo con Anthony. Da che mondo è mondo, quando si è in 2, uno scatta e l'altro insegue chi cerca di rientrare. La c......a l'ha fatta Valverde a non seguire Rui Costa. Non si dia al golf, ma accetti con più serenità il parere degli altri.
mdesanctis

due opzioni
30 settembre 2013 08:49 marcog
la prima: una volta ripreso, Purito si mette davanti e tira in modo da portare Valverde in volta e farlo vincere.... perdere con Nibali e Rui Costa era praticamente impossibile.
la seconda: Purito contiuna a scattare a ripetizione, Valverde chiude sugli eventuali contrattaccanti e se arriva Purito bene altrimenti ci pensa Valverde a batezzarli in volata.
Queste sarebbe le due opzioni se stessimo parlado di ATLETI che corrono per la stessa squadra/causa.
Nel nostro caso i due sig.ri spagnoli hanno corso ognuno per se ed il risultato è stato giusto così.

peccato
30 settembre 2013 10:45 bassano
peccato piu grande e stata la caduta di nibali perche senza quell energie che lui ha speso per riportarsi a gruppo da solo con 2 giri all arrivo e senza quell paura di cadere ancora credo per 90% che vincenzo ha vinto da solo
perche mancava pocco di staccare uran, valverde a costa di piu in salita a poi come miglior discesista vincenzo poteva stacare purito gia li o poi sul rampa di seconda salita perche dal mio viso, vincenzo e stato piu forte e per me ha fatto sforzo eroico
ma situazione e stata cosi, e spagnoli avvuto oportunita perfetta
quando sei in 2 di 4, devi sempre scatarre di ripetizione (varese 2008 e perfetto esempio) perche
a) sprint e sempre lotteria e dopo gara devastante cosi, vince chi risparmia piu energie, che non puo sempre esere quello piu veloce come e stato valverde ieri
b) ariivando all ultimi 1500m spagnoli rischiano ultimo scatto da parte di nibali o costa

valverde forse non creduto di se perche aveva problemi piu grossi di tutti di stare con loro in salita a forse non aveva energia di piu
ha datto aiuto di suo compagno rallentare nibali a costa in curva sinistra dove vincenzo a perso ultima chance, poi costa a fatto impressa, nessuno aspettava questo di lui a velaverde e rimasto senza la energia, non e semplice stato capace di andare prenderlo o almeno non credo

mi dispiace per vincenzo e per purito ma ciclismo e cosi

e mi scusi per mio italiano perche non sono italiano

ribadisco
30 settembre 2013 13:04 Bufalini
I corridori sono pagati dai club non dalle nazionali. E' eticamente scorretto, certo, ma è così, Valverde ha fatto gli interessi della Movistar ed ha vinto un corridore della Movistar!
A. Bufalini

A Limatore
30 settembre 2013 13:57 Leonardosca
Te la spiego io la tattica di Valverde: Purito ha fato il possibile per del momento ed in quella situazione, provare a vincere in solitide.... Valverde ormai vista la corsa persa ha tentato l'ultima carta disponibile. Partendo Ruicosta sperava che fosse Nibali a chiudere nuovamente, a tal punto di riaprire una possibilita' per lui facendogli fare uno sprint lungo. Se si fosse messo subito a ruota di Ruicosta lo avrebbe stoppato immediatamente, ma questo non lo voleva. Valverde ha fatto il suo sporco gioco, per egoismo e non per generosita'. Se ha confermato di non aver avuto le gambe per rincorrere Ruicosta ad uno scatto di pedina, avvalora ancora di piu' l'azione fatta in solitudine di Pirito...... Hai capito limatore.....

x Mdesanctis
30 settembre 2013 14:04 Crisintour
a) non sono limatore2
b) sono serenissimo
c) rispetto i pareri altrui con molta serenità e non mi permetto di consigliare sport alternativi a nessuno. soprattutto se ha opinioni differenti alla mia, questo si chiama educazione e rispetto.
Tornando alle cose meno serie, la mia opinione è che accusare Valverde di aver giocato "sporco" è ingiusta, ha invece mostrato dei comprensibili limiti fisici dopo 8 ore di gara trascorse sotto la pioggia e dei clamorosi e ingiustificabili limiti tattici se è vero che è rimasto a ruota di Nibali (anche perché Vincenzo ha tirato per quasi tutto l'ultimo giro senza ricevere un cambio) che era probabilmente allo stremo.
Questo per difendere Valverde da accuse ingiuste, concordo, invece, con chi sostiene che la tattica di Rodríguez è stata un poco scriteriata.
Sull'accordo tra Movistar sono scettico, o meno, se la maglia doveva restare sotto le insegne Movistar doveva vincerla Valverde e non Rui Costa che il prossimo anno sarà un'atleta della Lampre-Merida

x Crisintour
30 settembre 2013 14:45 mdesanctis
Ma chi parlava con te?!
x Limatore2, intendevo semplicemente che era la 2a volta che rispondevo a Limatore. L'invito a praticare altri sport è stato fatto, a Limatore, da altri, non dal sottoscritto. Io ho, invece, invitato Limatore a continuare a seguire il ciclismo senza nessun sarcasmo. Anzi, parlando seriamente, perché c'è bisogno che torni l'interesse verso il ns sport. Avete notato ieri sera quanto spazio è stato dedicato ai mondiali nei tg? Se non vince un italiano ormai sono considerato un evento di serie B.
mdesanctis

Valverde? Un autentico "maldito".
30 settembre 2013 15:53 Bartoli64
Secondo me “Valv-piti” è un autentico “maldido”… talmente tanto “maldido” che poi a rimetterci è spesso lui in prima persona.

Lasciate stare il fatto che vesta la stessa casacca di Rui Costa (tra un mese non saranno più nella stessa squadra), ma dopo tre buchi chiusi da Nibali su Rodriguez - secondo voi – non era lecito aspettarsi almeno uno scatto dal portoghese? Ma via! Se lo sarebbe aspettato anche un esordiente alla prime gare!!

Probabilmente il pupillo del famigerato Dott. Fuentes, dopo la nota inchiesta condotta sul suo conto dalla Procura Antidoping (Dr. Torri) ce l’ha talmente tanto con l’Italia, il CONI e la sua Federazione Ciclistica che mai e poi mai avrebbe arrischiato la vittoria di Nibali.

Vogliamo poi mettere che, nonostante qualcuno lo chiami ancora “embatido”, Valverde resta sempre passivo sulla ruota sino all’ultimo metro possibile? Eh, senza le cure di Fuentes le gambine fanno male anche a lui, evidentemente.

In ogni caso: corridore senza pal*e, senza testa (il Mondiale lo avrebbe vinto ad occhi chiusi se fosse stato appena un briciolo più onesto) ed anche senza un minimo di spirito patrio.

Fossi io il C.T. spagnolo lo manderei a pascolare in extrema dura. Ma cosa te ne fai di una medaglia di bronzo così squallida? Non è la prima volta che Valverde pensa solo ai porci tornaconti suoi!

Pessimo elemento…

Bartoli64

P.S. Com’è che ha detto qualcuno? Che Rodriguez si doveva mettere in testa a tirare gli ultimi km. sino alla volata finale di Valverde? E perché mai?

In quattro in fuga (di cui due con la stessa maglia) il più lento ha pieno diritto di giocarsi le sue chance prima dell’ultimo km, oh è un Mondiale mica una tappa del Brixia Tour!

E poi, dove sta scritto che il nr. 1 delle classifiche mondiali UCI si debba mettere anzitempo al servizio di un altro (pure scorretto, invidioso e colluso con il doping) che sta almeno 10 posizioni sotto?

Altro che il golf…

Piano con gli insulti
30 settembre 2013 19:12 illip
Gentile Bartoli64

Condivido con lei l'opinione che Purito è stato pugnalato alle spalle da un compagno di squadra, ma perchè usa toni sprezzanti volgari e mafiosi per sottolineare la mascalzonata di Valverde? Le ricordo, che si condivida oppure no, il signor Valverde comunque una squalifica l'ha scontata per cui ora a legge vigente ha pieno titolo di presentarsi alle corse e dimostrare, sperando sempre in modo onesto, il suo taslento sportivo.

E poi forse le sfugge che ha portato come esempio il Brixia Tour, apparentemente in modo denigratorio, senza nemmeno ricordarsi (o evidentemente mal informato) che era l'unica corsa a tappe italiana non organizzata da RCS e/o con appoggi politici (ecco forse il vero motivo per cui non c'è più) che ha sempre avuto al via il più alto numero di squadre Pro-Tour e garantiva sempre un buon livello agonistico.

Come era altamente prevedibile, dato che è uno sport nazionale, al lunedì si scopre che il bel paese è pieno di tecnici super esperti che avrebbero saputo gestire la corsa meglio anche dei corridori stessi.

Le immagini (oddio quel poco che la schifosissima produzione UCI ha concesso) paiono molto chiare la tattica era giusta un compagno è in fuga e uno deve stoppare chi cerca di inseguire. Lo "scatto" del Portoghese Da Costa è successo semplicemente perchè ha dato un cambio e Nibali si è rialzato per fare il buco convinto che lo spagnolo Avrebbe chiuso. Valverde come spesso fa, ma francamente è un problema spagnolo non Italiano, ha pensato a se stesso e così è andata.

Per quanto riguarda il mondiale è solo Sfiga clamorosa dato che eravamo in superiorità numerica e tattica fino al penultimo giro se poi quando devi accelerare e dare l'accelerazione ben 3 cadono come birilli e perdi quello (paolini) che doveva attacare che ci vuoi fare.

Leggere bene... please.
30 settembre 2013 21:40 Bartoli64
Egregio Sig. Illip,
mah, a parte il fatto che non ho insultato nessuno e nemmeno usato toni mafiosi, ma a Lei risulta che io abbia scritto che Valverde non debba correre? Non mi pare proprio!

Se poi un pò di sano sarcasmo, come spesso accade nei blog (e si faccia un giro sui precedenti post se non lo crede), Lei lo vede come puro insulto s’indigni pure...

Stessa cosa per il Brixia Tour, non volevo fare alcun sarcasmo su una corsa che (putroppo) non c’è più, ma solo portare un termine di paragone tra il traguardo di giornata di una corsa a tappe minore e un Mondiale professionisti.

Quanto a tutte le altre considerazioni su Valverde credo siano supportate dai fatti (anche troppo).

Lo spagnolo, oltre a non vincere più nulla che sia al livello di “pre-operazion Puerto”, è un’autentica mina vagante all’interno della Nazionale Spagnola.
In poche parole, con lui si vince o ci si piazza solo è lui il diretto beneficiario.

Lei può dire ciò che vuole (anche concordare o meno con il sottoscritto), ma quello che è successo ieri lo ha visto un mondo intero.

Una buona serata a Lei, e pure al Suo "garantismo".

Bartoli64

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

È un vero e proprio dominio, quello firmato da Andrea Piccolo nella classifica dell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Ulian. Il magentino del Team LVF, infatti, ha letteralmente stracciato gli avversari conquistando punti lungo tutto l'arco della stagione con incredibile regolarità, a...


Mai dire mai... ma sembra molto difficile che le rivali possano insidiare il successo di Marta Bastianelli nell'Oscar tuttoBICI Alé Cycling. La laziale, campionessa italiana in carica, ha infatti un ampio margine di vantaggio sulla pattuglia delle avvesarie, guidate da...


  Era il Coppi di Giuncugnano. E quando il Coppi di Castellania scoprì, scelse e adottò il Coppi di Giuncugnano nella Tricofilina-Coppi, anno 1959, almeno nell’Alta Garfagnana si pensava a una nuova stella. Fu invece una meteora. Silvano Lunardi era...


"Coppi ultimo". E' il 1959 l'ultima stagione tra i professionisti con la maglia della "Tricofilina". Le grandi ali dell'Airone non volano più alte come un tempo, anzi il destino è alla porte, si chiuderanno definitivamente quella maledetta fredda mattina del 2...


Julbo si fa largo nel ciclismo con occhiali sempre più raffinati e performanti a testimonianza di quanto la sportività e la dinamicità faccia parte del DNA di questa azienda. Oggi, arrivano i nuovissimi EVAD-1, gli occhiali iper connessi che vi permettono di leggere...


All'edizione 2019 della cronosquadre denominata 6XAndrea, in programma domenica 22 a Jesolo (Venezia) e valida per il Campionato Italiano della specialità, parteciperanno anche 12 corridori, suddivisi in due formazioni, appartenenti all'Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto presieduta da Mario Beccia... per...


Neanche il tempo di lasciarsi alle spalle l’incredibile successo di Italian Bike Festival che la carovana di Bike Events è già pronta a partire nuovamente. Sabato 21 e domenica 22 prenderà il via la prima delle cinque tappe di Shimano...


Sabato 21 settembre, presso la Pro-Loco Seregno, in via Cavour 25, alle ore 17.30, è in programma un incontro-dibattito con il titolo “RACCONTI DI CICLISMO - tra romanzo e storia” con gli autori delle pubblicazioni – Mauro Colombo e Gianni...


  Tutto pronto per la sessantesima edizione della Coppa Messapica, la classica del ciclismo dilettantistico élite e under-23 che si correrà sabato a Ceglie Messapica. Grazie alla regia dell’A.S.D.C G.S.C. Orazio Lorusso, andrà in scena una gara sicuramente combattuta con...


Si profila una nuova sfida per il Team Mortiloro Lanzarote che questo finale di stagione vede protagonista Stefano Cecini che, dopo aver gareggiato in tandem con Pierre Amighini per tutto l’anno, si cimenta ora in una prova estrema l’Adriatica Marathon 2019. Si tratta di una competizione...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy