Amadori ha scelto gli azzurrini per la trasferta canadese

DILETTANTI | 30/05/2013 | 12:24
La nazionale italiana under 23 è pronta per la trasferta in Canada dove dal 7 al 9 giugno è in programma la Ville de Saguenay, la corsa a tappe inserita nel programma della Coppa delle Nazioni UCI 2013.
Per la trasferta nord-americana sono stati convocati in maglia azzurra i seguenti corridori: Alberto Bettiol (AS Mastromarco Dover), Niccolò Bonifazio (Gsc Viris Vigevano), Ignazio Moser (BMC Development Team), Davide Villella (Team Colpack), Andrea Zordan (Zalf Euromobil Desiree Fior), Federico Zurlo (Zalf Euromobil Desiree Fior). A dirigere la squadra in gruppo dall’ammiraglia ci sarà come sempre il tecnico Marino Amadori.
“Quella in Canada è una trasferta molto importante sotto tutti i punti di vista” spiega il tecnico degli under 23 Marino Amadori. “Oltre all'aspetto puramente tecnico e agonistico, la partecipazione a questa quarta prova della Coppa delle Nazioni diventa un’ottima occasione per tesare a livello internazionale questi atleti permettendogli di fare gruppo e amalgamarsi tra loro respirando il clima della maglia azzurra. Chiaramente ringraziamo le società di appartenenza dei corridori coinvolti che come sempre collaborano sinergicamente con la Federazione. I 6 corridori convocati per il Canada fanno parte di un gruppo sul quale stiamo lavorando attivamente assieme al C.T. della pista Marco Villa seguendo il principio della multidisciplinarietà, in prospettiva degli obiettivi che la nazionale si è prefissata, a partire dagli imminenti Giochi del Mediterraneo passando poi alle rassegne continentali e iridate delle varie specialità strada, pista e cronometro.”
Copyright © TBW
COMMENTI
Ho
30 maggio 2013 15:29 Fra74
intravisto ieri pomeriggio il Sig. AMADORI alla riunione svoltasi sulla pista di FORLI', ad un certo punto..lo speaker chiamava:"...abbiamo qui con noi il C.T UNDER 23 Marino Amadori, se si volesse, cortesemente, avvicinare al podio delle premiazioni..."..Appello rimasto senza esito,dato che se ne era già andato...
Francesco Conti-Jesi (AN).

30 maggio 2013 21:12 chicco1
Si vede che era andato a prendere il signor moser a parte lui gli altri convocati lo meritano

Persona onesta
31 maggio 2013 15:46 cesco381
Amadori e' persona onesta. Non concordo con Chicco 1 in relazione alla critica che gli porta sulla scelta di Ignazio Moser. Il giovane corridore riveste tutte quelle qualità richieste dal progetto legato alla multidisciplinarieta'; inseguimento individuale, cronometro e corsa in linea sono specialità che gli si addicono. Diversa invece è la competenza del CT o più precisamente "Collaboratore" di Marco Villa; amadori ha marcatamente evidenziato limiti tecnici e di selezione. Di non saper analizzare i percorsi del mondiale e schierare gli idonei atleti per quel percorso. Ma sbagliare e' umano, il perseverare della federazione, ops del presidente e' diabolico!!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach