Querelle Rujano-Selle Italia, l'affare si complica

| 27/02/2006 | 00:00
Non siamo alle torte in faccia, anche perché ognuno se ne rimane ben coperto tra le proprie mura, ma ad un minuetto alquanto stucchevole e noioso a base di carte bollate e comunicazioni stampa sì. Oggi pomeriggio ecco l'ultimo atto di una vincenda che, purtroppo, regalerà altri colpi di scena e altre note stampa. Quello che vi proponiamo qui di seguito e quello a firma Selle Italia Di Quigiovanni Colombia. Eccolo: «Prendiamo nota che il corridore Josè Rujano non ha risposto alla nostra convocazione e non si è presentato alla partenza del Gran Premio di Chiasso e del Gran Premio di Lugano, corse alle quali era regolarmente iscritto. Abbiamo nuovamente convocato l´atleta per la Milano - Torino e il Giro della Provincia di Lucca. Senza alcun intento polemico, riteniamo doveroso esporre i fatti antecedenti a questa situazione. Il 20 ottobre 2004, Josè Rujano ha firmato con la nostra società un contratto valido fino al 31 dicembre 2006, regolarmente depositato alla Unione Ciclistica Internazionale. Successivamente, il 13 agosto 2005, è stata firmata una scrittura privata che stabilisce quanto segue: 1) l´atleta si impegna a partecipare alle gare ciclistiche alle quali la Selle Italia prenderà parte nel corso della stagione 2006 fino al 31 maggio; 2) l´atleta si impegna ad accettare il medesimo trattamento economico così come stabilito nel contratto sottoscritto il 20 ottobre 2004; 3) La Selle Italia si impegna a concedere il nulla osta e a lasciare libero l´atleta dal 1° giugno 2006; 4) La Selle Italia non pretenderà alcun indennizzo dalla Società Quick Step che accoglierà l´atleta nel proprio organico. La nostra società ha rinunciato all´indennizzo perchè è stato espressamente convenuto che l´equivalente sarebbe stato corrisposto direttamente al corridore. Quindi, per l´attività svolta con la nostra squadra fino al 31 maggio, Josè Rujano percepirà così lo stipendio contrattuale, con l´aggiunta dell'indennizzo che ci sarebbe stato dovuto. Riteniamo questo un "particolare" non trascurabile in quanto si tratta di una somma piuttosto consistente. La nostra società, così come ha sempre fatto, continuerà ad ottemperare a tutti gli impegni contrattuali. Al corridore, chiediamo di rispettare le clausole della scrittura privata siglata il 13 agosto 2005. In caso contrario, saremo costretti, nostro malgrado, in quanto stimiamo la Quick Step e il suo Team Manager Patrick Lefevre, a non concedere il nulla osta per il passaggio alla societa belga. Speriamo che questa spiacevole vicenda possa concludersi al più presto».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Finisce con un secondo posto di Jhonatan Restrepo l’ultima tappa della Vuelta al Tachira per l’Androni Giocattoli Sidermec. La corsa venezuelana si è chiusa poco fa con un circuito a San Cristobal. Ad imporsi il venezuelano Quintero che ha superato...


Finale in grande stile per il Trofeo Lombardia di Ciclocross che oggi ha vissuto il suo ultimo atto a Lambrugo (Como) grazie alla manifestazione organizzata con la solita eleganza e professionalità dall'Unione Ciclistica Costamasnaga La Piastrella, presieduta da Egidio Mainetti,...


Ci sono molti modi per applaudire una vittoria e noi abbiamo scelto di farlo in maniera un po' originale con Simona Frapporti, atleta della BePink che oggi ha regalato all'Italia il primo successo nella stagione 2020. Vi proponiamo infatti alcuni...


Trionfo di Eli Iserbyt nell'ottava manche della Coppa del Mondo di Ciclocross Eltie che si è disputata a Nommay, in Francia. Un successo meritato quello del belga della Pauwels Bingoal che torna sulle ruote di Toon Aerts proprio nelle battute...


Non si nasconde Antonio “Tony ” Monti, non è sua abitudine. Lui è un “hombre vertical”, un uomo tutto d’un pezzo che ha una sola parola: «È vero, ci sono stati dei problemi, sono in ritardo con i pagamenti (36...


Daniele Bennati è stato uno dei protagonisti prinicipali della 44a edizione de La Bici al Chiodo, tradizionale appuntamento invernale che raduna a Campagnola Emilia tanti protagonisti e tanti amici del ciclismo. «Ho maturato un po’ con il tempo la decisione...


Matteo Montaguti è stato uno dei protagonisti della giornata della Bici al Chiodo: «Dico sempre che non ho appeso la bici ma il numero, quindi è giusto che io riceva il Premio alla Carriera che non quello della Bici al...


Rinaldo Nocentini ha ricevuto stamane il premio Bici al Chiodo e ne abbiamo approfittato per fare due chiacchiere con lui sulla sua “nuova vita”. «Sono felice di aver preso questa decisione. Ci stavo pensando già da un paio d’anni, poi...


Anche Moreno Moser è stato omaggiato con un Premio alla Carriera durante la grande festa de La Bici al chiodo: «Fa un effetto strano essere qui, mi rendo conto che sarà una delle ultime manifestazioni di questo genere alle quali...


Volata a tre a Nommay, Francia, e successo di Annemarie Worst. Come al solito sono Ceylin Del Carmen Alvarado (Alpecin Fenix) e Annemarie Worst (777 CX Team) a fare la corsa nell'ottava manche della Coppa del Mondo di Ciclocross per...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155