Querelle Rujano-Selle Italia, l'affare si complica

| 27/02/2006 | 00:00
Non siamo alle torte in faccia, anche perché ognuno se ne rimane ben coperto tra le proprie mura, ma ad un minuetto alquanto stucchevole e noioso a base di carte bollate e comunicazioni stampa sì. Oggi pomeriggio ecco l'ultimo atto di una vincenda che, purtroppo, regalerà altri colpi di scena e altre note stampa. Quello che vi proponiamo qui di seguito e quello a firma Selle Italia Di Quigiovanni Colombia. Eccolo: «Prendiamo nota che il corridore Josè Rujano non ha risposto alla nostra convocazione e non si è presentato alla partenza del Gran Premio di Chiasso e del Gran Premio di Lugano, corse alle quali era regolarmente iscritto. Abbiamo nuovamente convocato l´atleta per la Milano - Torino e il Giro della Provincia di Lucca. Senza alcun intento polemico, riteniamo doveroso esporre i fatti antecedenti a questa situazione. Il 20 ottobre 2004, Josè Rujano ha firmato con la nostra società un contratto valido fino al 31 dicembre 2006, regolarmente depositato alla Unione Ciclistica Internazionale. Successivamente, il 13 agosto 2005, è stata firmata una scrittura privata che stabilisce quanto segue: 1) l´atleta si impegna a partecipare alle gare ciclistiche alle quali la Selle Italia prenderà parte nel corso della stagione 2006 fino al 31 maggio; 2) l´atleta si impegna ad accettare il medesimo trattamento economico così come stabilito nel contratto sottoscritto il 20 ottobre 2004; 3) La Selle Italia si impegna a concedere il nulla osta e a lasciare libero l´atleta dal 1° giugno 2006; 4) La Selle Italia non pretenderà alcun indennizzo dalla Società Quick Step che accoglierà l´atleta nel proprio organico. La nostra società ha rinunciato all´indennizzo perchè è stato espressamente convenuto che l´equivalente sarebbe stato corrisposto direttamente al corridore. Quindi, per l´attività svolta con la nostra squadra fino al 31 maggio, Josè Rujano percepirà così lo stipendio contrattuale, con l´aggiunta dell'indennizzo che ci sarebbe stato dovuto. Riteniamo questo un "particolare" non trascurabile in quanto si tratta di una somma piuttosto consistente. La nostra società, così come ha sempre fatto, continuerà ad ottemperare a tutti gli impegni contrattuali. Al corridore, chiediamo di rispettare le clausole della scrittura privata siglata il 13 agosto 2005. In caso contrario, saremo costretti, nostro malgrado, in quanto stimiamo la Quick Step e il suo Team Manager Patrick Lefevre, a non concedere il nulla osta per il passaggio alla societa belga. Speriamo che questa spiacevole vicenda possa concludersi al più presto».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach