MOSER. Una festa davvero incredibile. AUDIO

| 30/12/2012 | 13:50
Ruote che girano, muscoli che si contraggono sui pedali e quella particolare sensazione che si prova quando finalmente si taglia il traguardo. Non importa se si è ciclista o spettatore, non importa se è diretta o differita, di applausi ieri sera non ne è stato avaro il pubblico accorso al palazzetto dello sport di Palù di Giovo che, dopo essersi riunito negli anni passati per Francesco Moser poi per Gilberto Simoni, ora è tutto per Moreno Moser. Ieri sera infatti, è stato inaugurato ufficialmente il primo Fans Club con un momento conviviale al quale hanno partecipato in oltre 400 persone arrivate anche da regioni lontane. Tutti lì per Moreno, un giovane che sta già mantenendo le sue promesse ottenendo in questa sua prima stagione tra i professionisti ben 5 vittorie, il 2° posto ai campionati italiani ed un posto in nazionale.
«Vincere la prima corsa tra i professionisti per me è significato davvero esser diventato un corridore – ha spiegato  Moreno – era ciò che sognavo nella vita. E… caspita quanti siete stasera!».
Alla presenza della grande famiglia Moser tra i quali Diego, il papà, Francesco e Leonardo, Gilberto Simoni, anch’esso entrato in famiglia, gli ex prof Bertolini, Milesi e Quaranta e gli ex direttori del talento trentino, il Fans Club ha dato vita ad una serata frizzante ripercorrendo non solo la stagione passata bensì tutta la carriera di Moreno tra gare ed episodi curiosi, la paura di perdere la maglia al Giro di Polonia, poi vinto, la soddisfazione di un campionato italiano corso da neoprofessionista e chiuso  sul 2° gradino del podio, l’emozione di correre il campionato del mondo  e, in ultimo, la promessa fatta di portare a Palù la 100° maglia rosa della storia della cittadina. E se è vero che per essere un buon corridore servono gambe forti e la testa sul collo, Moreno ieri sera ha dimostrato di avere anche n gran cuore.  Insieme al suo Fans Club, infatti,
ha voluto mettere all’asta le sue scarpette con le quali ha corso per tutto il 2012 vincendo il Trofeo Laigueglia, Rund um den Finanzplatz Eschborn-Frankfurt, le due tappe e la classifica finale del Giro di Polonia e con il ricavato contribuire a far riviverel’asilo terremotato di Mirabello (Fe).
«Per questo scopo ho pensato che servisse un oggetto particolare e prezioso così ho pensato alle uniche scarpette che mi hanno accompagnato durante la stagione e con le quali ho vinto tutte le mie corse – ha spiegato Moreno. Dopo aver contattato la Fondazione Gino Bartali Onlus (http://www.fondazionebartali.it e Il Bartali su facebook))  che si sta occupando della riapertura dell’asilo distrutto, in una cittadina fortemente colpita da terremoto e liquefazione del terreno, ieri sera ha dunque battuto all’asta le sue scarpette per 650 euro assegnate al generoso Pasquale Morini di Arezzo. Un nobilissimo gesto di Moreno che ha voluto mettersi in gioco direttamente per regalare un sorriso a 70 bambini, una sua idea sostenuta dal Fans Club che ieri sera gli ha permesso di dimostrare ancora una volta quanto il ciclismo sia una grande famiglia generosa. Bartali diceva che “Se lo sport non è scuola di vita e solidarietà allora non serve a niente” e di certo il Ginettaccio ieri sera gli avrebbe stretto la mano.

Laura Guerra

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Liegi-Bastogne-Liegi vivrà domani il 110° atto della sua gloriosa storia. Nella Decana delle classiche l’Italia ha fin qui festeggiato 12 affermazioni, la prima nel 1965 con Carmine Preziosi e l’ultima nel 2007 con Danilo Di Luca. Nel mezzo la...


Ultime corse di preparazione e poi sarà Giro d’Italia 2024. Dopo la parentesi di ottobre dell'edizione 2023, domani scatta il Giro di Turchia 2024, che torna nella sua collocazione originale e ci terrà compagnia dal 21 al 28 aprile, per...


La terza tappa dell'Eroica juniores, da Siena a Montevarchi, è stata annullata per ragioni di sicurezza. Dalle prime indicazioni la causa è dovuta ad un cambio di percorso da parte di un drappello di atleti i quali, in località Cavriglia,...


Doppio impegno in Piemonte e Romagna per la squadra di Savio e Bellini. Nelle due gare del calendario internazionale UCI si alterneranno - diretti da Plaza  e Peschi - i seguenti corridori: Camargo, Aguirre, Muniz, Cadena, Muniz, Macias, Orozco, Soto...


Tommaso Quaglia trionfa sotto lo sguardo felice di patron Carlo Giorgi e del suo diesse Leone Malaga. Il 18enne cuneese di Verzuolo, portacolori del Team F.lli Giorgi, ha fatto centro nella 60sima edizione del Giro della Castellania per la categoria...


Quasi all’improvviso, senza neanche accorgersene, il ciclismo italiano si è ritrovato in mano un corridore che può ambire (e ambisce) a fare alta classifica in un Grande Giro. La crescita di Antonio Tiberi negli ultimi due mesi è stata lampante,...


Ancora fra i protagonisti Davide Toneatti. Dopo la vittoria di ieri, il friulano della Astana Qzaqstan Development, è salito sul podio della terza tappa, la più lunga del Giro con i suoi 190 km, della Belgrade Banjaluka in Serbia che...


Festival del cronometro oggi a Valmadrera, nel Lecchese, per la disputa della quinta edizione del Trofeo Pietrella riservata alle categorie esordienti, donne esordienti e allieve. Oltre 200 i partecipanti che si sono sfidati su un percorso di 2, 8 chilometri...


E’ stato inaugurata oggi in Belgio la Maison du Cyclisme, il nuovo museo del ciclismo ai piedi del Col de la Redoute ad Aywaille e dedicato alla Liegi-Bastogne- Liegi. Belgio e Francia insieme adesso possono vantare tre musei dedicati alle...


“…su per il Balmone - La grande storia del ciclismo a Maggiora”. Quale frase migliore per parlare del libro che verrà presentato oggi, sabato 20 aprile, alle 16  nel salone SOMS in via Antonelli 2 a Maggiora (NO). L'autore Emanuele...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi