STORIE DEL GIRO. Valentina e un film per ricordare Francesco

| 12/05/2012 | 08:45
1.jpg
Un film per ricordare il suo amore, attraverso l’amore del suo amore. Un film-documentario per ricordare Francesco Quinn - terzo figlio del leggendario Anthony Quinn -  morto il 7 agosto dello scorso anno per infarto. Valentina Castellani Quinn è qui al Giro d’Italia per ricordare l’uomo, il marito, il compagno adorato, attraverso lo sport che Francesco preferiva: il ciclismo.

«Si allenava tantissimo, aveva una passione smisurata per la bicicletta e per il ciclismo in particolare – ci ha confidato questa mattina al villaggio di partenza Valentina, fiorentina trapiantata negli States da 15 anni, che si aggirava con la sua troupe a caccia di testimonianze -. Usciva in bicicletta con Lance Armstrong, suo grande amico, ma anche con Mark Cavendish, con il quale aveva instaurato un rapporto estremamente bello».

Valentina Castellani Quinn è qui al Giro d’Italia per girare un film-documentario sulla corsa rosa da vendere in tutto il mondo. “Life on a bike” la serie TV sul Ciclismo che ha creato e prodotto con i suoi studi di produzione a Los Angeles (QUINN STUDIOS), e da tre settimane stanno già seguendo i cinque corridori di punta (ha seguito anche il Giro del Trentino e il Giro di Romandia): Cavendish, Phinney, Scarponi, Pozzato e Basso.
«Sono qui con il mio staff per raccontare la grande avventura del Giro d’Italia, ma anche le vite di questi ragazzi, di questi campioni. Una sorta di " Rocky " del ciclismo, girato con 25 macchine da presa sofisticatissime, 10 montatori che lavorano in contemporanea, uno staff di 40 persone, di cui 30 portate dai miei Studios . Si tratta dello stesso di Team di produzione dei 2 TV shows più di successo del mondo "The X factor" e "Top gear"  - ci spiega questa eterna ragazza che ha conosciuto Francesco Quinn, figlio del mitico Antony fin da bambina (la sua famiglia era già connessa da tempo con i Quinn in quanto il nonno di Valentina,  Riccardo Castellani, era prooduttore e Presidente Anicagis, ndr) – ci spiega Valentina che vive a Malibu, in California –. È un’idea che mi è nata dopo aver perso Francesco. Lui avrebbe voluto fare un lavoro del genere, ce l’aveva in mente e non è riuscito nemmeno ad abbozzarlo. Ora io ho il dovere di portare avanti la sua idea. Sta venendo fuori un ottimo lavoro, che sarà girato, montato e confezionato con soluzioni all’avanguardia. Sono disposta a regalarlo alla Rai, ma loro non sembrano essere molto interessati. O meglio, alcuni con i quali ho parlato si sono mostrati entusiasti, altri hanno preso tempo, e stanno facendo un po’ di melina. Vediamo, io spero proprio che questo lavoro possa essere visto anche in Italia. Sarà suddiviso in sei puntate di 24 minuti. Questo lavoro è dedicato a mio marito, primo figlio di Anthony Quinn, che è morto 9 mesi fa per la sua grande passione per il ciclismo. Purtroppo il cuore non ha retto.
Francesco ha lasciato 3 bellissimi bambini, Sofia, Max e Michela ed è a loro che voglio dare un grande esempio di positività creando una serie TV che nasce da una tragedia, ma si trasforma in una gara per la Vittoria: quella dei nostri cuori».

Francesco Quinn aveva esordito sul grande schermo nel blockbuster di Oliver Stone, «Platoon» accanto a Tom Berenger e Willem Dafoe. È stato anche uno dei protagonisti della serie Tv 'Jag - Avvocati in divisa’. E si era visto ultimamente in Italia, dove era nato nel 1962, a Roma. Nel 2009, nel film «Quattro padri single» di Paolo Monico. E l’anno scorso dove aveva interpretato la parte del questore Fabrizio Raimondi, ne «Il Commissario Manara 2».
 
dal nostro inviato Pier Augusto Stagi
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se non l'avessi vissuta dal vivo, stenterei a crederci. È successo davvero: l'Italia del ciclismo è nell'Olimpo. Il quartetto azzurro si è tramutato d'oro firmando un nuovo record del mondo: 3'42”032. La Danimarca, che tanto ci ha fatto innervosire negli...


Doppio colpo per la Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux che annuncia l'ingaggio dei norvegesi Alexander Kristoff, vincitore di 79 gare tra i prof, e di Sven Erik Bystrøm, ex campione del mondo U23. L'esperto duo di Stravanger sta attualmente gareggiando per l'UAE Team...


Sventola la bandiera colombiana sul traguardo della seconda tappa della Vuelta Burgos 2021. Juan Sebastian Molano, velocista 26enne della UAE Team Emirates, ha ottenuto la prima affermazione stagionale anticipando sulla linea bianca il veneto Alberto Dainese (Team DSM).Terzo gradino del podio...


Anche in Romania sventola il tricolore. Andrea Guardini si è aggiudicato la prima tappa del Tour of Szeklerland, da Târgu Mureș a Odorheiu Secuiesc di 124 chilometri. Lo sprinter del team Giotti Victoria Deu Savini ha regolato l'austriaco Daniel Auer...


Cambia decisamente volto la Bora Hansgrohe per le prossime stagioni e lo fa annunciano i contrati triennali firmati con Jai Hindley, Sergio Higuita e Marco Haller. «La firma di Jai, Sergio e Marco è un passo importante verso un'ulteriore mutamento...


Doppio annuncio per la Groupama FDJ che ingaggia per le prossime due stagioni Quentin Pacher e Michael Storer. Il 29enne francese e il 24enne australiano, recente vincitore del Tour de l'Ain, rafforzeranno il gruppo degli scalatori del team francese. ...


Grandissima emozione in casa Biesse Arvedi Premac! Il nostro Francesco Lamon, con Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna regala un oro storico all'Itala nel quartetto e il record del mondo. Francesco ha sposato il progetto Arvedi Cycling, fortemente voluto...


Ivano Fanini nella sua carriera di scopritore di talenti, ne ha lanciati davvero tanti e tra questi c'è anche Marco Villa, attuale tecnico della nazionale italiana e responsabile della pista. Con Fanini, Villa ha vinto un mondiale, quindi è naturale...


L’avventura olimpica della nazionale italiana al velodromo di Izu continua domani con l’omnium che vedrà impegnato a Elia Viviani.Il veronese è campione olimpico uscente anche se la specialità da Rio 2016 è completamente cambiata: allora erano sei specialità in due...


Il primo vagone, colui che apre le danze, che fa carburare i motori e lancia i compagni. Francesco Lamon verrà ricordato come il grande apripista di questo quartetto azzurro che ha fatto la storia: «La partenza è delicata perché non devo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI