ESCLUSIVO. Vi presentiamo la discesa del Crostis. VIDEO

| 16/05/2011 | 19:30
2.jpg
9.jpg
16.jpg
28.jpg
30.jpg
Ne abbiamo sentito parlare a lungo ora in esclusiva vi presentiamo la discesa del Crostis. Il sopralluogo sul Crostis è stato fatto dai due ex professionisti Cristian Salvato e Flavio Vanzella sabato scorso per conto dell'ACCPI per fornire foto e video ai corridori impegnati al Giro, così che possano valutare con cognizione di causa come comportarsi nella discussa 14^ tappa Lienz-Monte Zoncolan, in programma per il prossimo 21 maggio, che tanto ha fatto discutere per la discesa del Crostis.
Il commento dei due ex prof è questo: «La tappa è davvero impegnativa: i 210 km in programma sono tanti, forse troppi; la salita è dura, la discesa tecnica. Presenta un tracciato estremo, di cui bisogna avere rispetto. La zona delicata del percorso è costituita dal falsopiano di circa 7 km e dalla discesa. Il fondo stradale del falsopiano in agglomerato bituminoso é buono; la discesa è ripida e stretta, tutta asfaltata (in alcuni tratti l'asfalto è nuovo) e buona parte dei punti critici è già stata messa in sicurezza (al momento del sopralluogo un 30% della discesa deve ancora essere messa in sicurezza, ma gli organizzatori hanno assicurato che per sabato prossimo sarà interamente in sicurezza). Il comitato di tappa ha fatto un lavoro incredibile, il suo sforzo non è paragonabile a nulla di ciò che abbiamo visto nelle nostre carriere».

Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
pericolosa
16 maggio 2011 21:39 superw
Discesa tecnica e pericolosa con strada stretta, mi auguro che l'Organizzazione prenda adeguate misure di sicurezza per la salvaguardia dei corridori e limiti la velocita ( anche se quasi impossibile )Per il resto sarà una tappa spettacolare e molto faticosa quindi in bocca al lupo a tutti e vinca il migliore

bene
16 maggio 2011 22:20 fedex
è pericolosissima, avrei paura a farla in macchina! se piove non sò che macello potrà succedere...spero i corridori siano uniti per farsi rispettare...

ma siamo sicuri.................................
16 maggio 2011 23:30 steili
forse sono ancora scosso da quanto accaduto la settimana scorsa . Mi chiedo e vi chiedo ................ma siamo sicuri che il giro abbia bisogno di queste cose per rendere una tappa "spettacolare". Personalmente sono d'accordo per le strade bianche per le salite dalle pendenze MOSTRUOSE ma di queste discese no!!
Scusate ma io la penso cosi'.........................

Sicurezza...questa sconosciuta...
16 maggio 2011 23:35 magico47
Ogni corridore Professionista dovrebbe conoscere i suoi limiti,chi è portato e chi meno per certi tracciati,questo è il vero problema.Un corridore conosce già da ottobre 2010 il percorso di questo Giro D'Italia e conosce molto bene queste tappe critiche,basta adeguarsi con bici adatte, tubolati e velocità idonea tutto rimane nella norma,se si vuole di più dalle nostre capacità naturali si rischia molto questa è l'unica causa di probabili incidenti di percorso.

Loriano gragnoli DCI

...
16 maggio 2011 23:50 shamal
Vorrei ricordare che le biciclette che usano i prof sono munite di freni, la cosa può essere utilizzata in punti dove occorre rallentare.
Con tutto il rispetto per il belga morto, ciò che è accaduto è stato frutto di una sua svista, in un tratto semplice.
Adesso sembra che gli organizzatori vogliano decimare il gruppo.
La discesa sembra in effetti pericolosa in alcuni punti però sicuramente lo sforzo è stato fatto per metterla il più possibile in sicurezza.
Purtoppo si corre sulle strade e non in un autodromo e per quanto ci si sforzi la sicurezza non può essere mai totale.

io spero nevichi... e venga annullata.
17 maggio 2011 08:39 limatore
inutile, esagerata, un pericolo superfluo che si poteva benissimo evitare, non darà sicuramente spettacolo ma metterà nella condizione ciclisti, che al momento si sentono super rider, di rischiare coscienti che il rischio non sono le solite sbucciature, ma la vita.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Otto vincitori del Giro d’Italia, due signori della Liegi, tre padroni del Giro delle Fiandre, cinque dominatori del Lombardia e quattro re della Sanremo. Senza dimenticare 14 iridati nelle varie specialità e due campioni olimpici. È questo il palmares dei...


La Gallina Ecotek Lucchini Colosio si mette l'abito della festa in occasione della prima edizione del Gran Premio Ecotek-Giro della Franciacorta in programma, sabato 8 ottobre a Rovato nel Bresciano. Correre da protagonisti per lo sponsor (Ecotek) è l'obiettivo della...


L'Hopplà Petroli Firenze Don Camillo si lascia alle spalle due preziosi secondi posti, con Gabriele Porta a Castiglion Fibocchi (5° Fiaschi, 6 Nencini) e con Lorenzo Quartucci nel Gran Premio Calvatone (5° Nencini) e già si prepara all'assalto, con giustificate...


“Ecco, la musica è finita, gli amici se ne vanno...” cantava tristemente Ornella Vanoni – un pezzo del grande Franco Califano – circa un secolo fa... Parole che si adattano perfettamente, a distanza di sei giorni, alla venticinquesima Eroica che ...


La Carovana fa rotta per il Friuli, per una delle classiche più amate del Giro d’Italia Ciclocross. Smaltito l’acido lattico della prima tappa già risuona l’eco della battitura dei picchetti nella suggestiva valle del fiume Tagliamento, dove la Jam’s Bike...


La classica Parigi-Bourges non sfugge di mano a Jasper Philipsen. Il belga della Alpecin Deceuninck torna così al successo e brucia sulla linea di arrivo il "padrone di casa" Arnaud Demare mentre l'altro transalpino Bryan Coquard chiude in terza posizione....


Ivan Garcia Cortina, dopo il quinto posto ottenuto lunedì alla coppa Bernocchi, mette la sua firma sull'edizione 2022 del GranPiemonte. Lo spagnolo classe '95 del Movistar Team ha regolato allo sprint il gruppetto dei migliori, con Matej Mohoric (Bahrain Victorious)...


Questa sera alle 20.30 sulle frequenze di Teletutto va in onda una nuova puntata di Ciclismo Oggi, lo storico appuntamento dedicato al ciclismo giovanile. È davvero ricco l'appuntamento di questa sera che si impernia in particolare su due grandi appuntamenti come la...


Filippo Ganna oggi lascerà il velodromo di Montichiari per trasferirsi a Grenchen, la pista svizzera prescelta per andare a caccia del record dell'ora. Il corazziere della Ineos Grenadiers, scortato da Marco Villa e dallo staff prescelto per supportarlo in questa...


Si disputa oggi la 106a edizione del GranPiemonte lungo un percorso inedito che porterà il gruppo da Omegna e dalle rive del Lago d'Orta fino a Beinasco, in provincia di Torino: 198 i chilometri da percorrere. per seguire la cronaca...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach