Dilettanti. A Fermo si impone Mattia Marcelli

| 27/02/2011 | 17:21

Con una volata bruciante il giovane abruzzese Mattia Marcelli, della Aran D’Angelo & Antenucci, sigla in belle il “6° Gran Premio d’Apertura” a Molini di Tenna, frazione di Fermo, e si prende una bella, immediata rivincita del secondo posto ottenuto, sempre allo sprint, nella gara inaugurale di Civitanova. Anche questa volta il bravo velocista del d.s. Umberto Di Giuseppe deve ingaggiare un serrato duello con un alfiere dello squadrone toscano del Team Hopplà Truck Mavo Valdarno, che nell’occasione è il chianese Fabio Testi, il quale però non riesce a completare, sia pure di poco, una decisa rimonta perché Marcelli regge ottimamente fino all’ultimo e conclude con bella sicurezza al primo posto. D’altra parte nel dopogara l’eventuale vittoria, quasi al fotofinish, di Marcelli è rafforzata senza più incertezze dal fatto che il collegio di giuria, presieduto da Marini, con Vitali giudice d’arrivo, Piozzi componente e Mengucci giudice in moto, decide di squalificare il secondo arrivato Testi, per scorrettezze in volata, retrocedendolo all’ultimo posto dei 22 corridori che hanno preso parte allo sprint conclusivo.

A nostro modesto avviso, la giuria avrebbe potuto anche soprassedere sulla decisione in questione in primo luogo perché non era stata sollecitata da nessuna protesta o reclamo da parte di alcuno e poi perché la scorrettezza oggetto della sanzione era stata inifluente sul risultato; infatti Mattia Marcelli aveva vinto egualmente mentre il terzo arrivato, l’ucraino Anatoly Kashtan, del Cerone Valle Orco, poi passato al secondo posto tavolino, era stato nettamente superato dal corridore del Team Hopplà e quindi non poteva essere danneggiato da eventuali scorrettezze di chi lo precedeva. Pensiamo insomma che il gesto, per quanto poco regolare, di Testi poteva essere graziato e si poteva chiudere un occhio.

La gara, come quella del giorno avanti di Civitanova, è stata organizzata con grande cura dalla ASD Vega Prefabbricati Montappone, con in testa il team manager Demetrio Iommi, Maurizio Frizzo ed Elpidio Seghetti. Al via 120 corridori in rappresentanza di 17 società.

La prima parte della contesa, sempre molto vivace e combattuta, si svolge su 9 giro pianeggianti di un percorso di km. 7. Soltanto durante il 6° giro riescono a prendere il largo in cinque, Zoppi, Locatelli, Gradinaru, Costanzi ed Acquaviva, il quale più avanti è riassorbito. Dopo i giri piani, i corridori debbono affrontare altri due giri intermedi, con la salita della Mezzina, gremita di pubblico, e al cui primo scollina mento i quattro generosi vengono riassorbiti.

Gli ultimi due giri, oltre alla salita della Mezzina, propongono più avanti una seconda salita, sulla Prov. Fermana, e sulla quale si involano il campione marchigiano Lampa, il polacco Walczak, Orrico e Rebagliati. Il gruppo però non molla e in pianura riprende i quattro fuggitivi. Poi sull’ulima e secondo salita, allo scollinamento del quartiere San Pietro di Monte Urano, guadagnano un breve vantaggio i generosi Rosini e Censori ma anche questa volta in discesa il gruppo dei migliori, ormai ridotto per selezione naturale a non più di trenta corridori, si ricompone e si avvia verso la conclusione in volata sull’ampio viale di Molini di Tenna. Folla anche all’arrivo e volata combattuta e serrata tra poco più di venti corridori. La lotta è molto incerta ma negli ultimi metri prendono un certo vantaggio Mattia Marcelli e Fabio Testi ed è l’ancora 19enne velocista abruzzese a sfrecciare per primo sulla fettuccia d’arrivo. Grazie alla decisione a tavolino della giuria l’ucraino Kashtan può raccogliere lo stesso secondo posto dell’anno prima sullo stesso traguardo di Molini di Tenna.

A giochi fatti, come s’è detto, interviene la sentenza della giuria che finisce per appesantire un po’ il clima del dopocorsa di una giornata di ciclismo che era stata veramente molto bella ed appagante.

 

Ordine d’arrivo:

1°) Marcelli Mattia  (Aran D’Angelo & Antenucci – Farnese)    km. 113  ore 2.45’  media

     km. 41,091

2°) Kashtan Anatoly  (Cerone Valle Orco e Soana)

3°) Viola Michele (Farnese Vini  D’Angelo& Antenucci)

4°) Rosini Domenico  (Futura Team Matricardi)

5°) Rinicella Giovanni  (ASD Saccarelli Carbonio Gomme)

6°) Censori Davide  (S.C. Monturano Civitanova Cascinare)

7°) Bocchiola Giorgio  (Team Colpack)

8°) Marchetti Alessio (Cerone Valle Orco e Soana)

9°) Senni Manuel  (Team Colpack)

10°) Celano Danilo (Team SCAP Foresi Euronics).

              Partiti 120 -  arr. 51.

 

                                             Paolo  Piazzini

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Riflettori puntatik sulle classiche delle Ardenne, i cui percorsi sono stati presentati oggi dagli organizzatori di ASO. La Doyenne, tornata nel cuore di Liegi nel 2019, lo farà anche nel  2020. Per il secondo anno consecutivo, la Liegi-Bastogne-Liegi maschile e...


Parla eritreo la seconda tappa della Tropicale Amissa Bongo, la più corta della corsa cjhe si svolge sulle strade del Gabon. Sul traguardo di Oyem, infatti, il ventenne Natnael Tesfatsion (NTT Continental Team) ha colto la sua prima vittoria nella...


Portano la firma prestigiosa di Alé Cycling le maglie del Giro d'Italia Giovani Under 23 e sono cinque: Rosa Enel - Leader della classifica generale Rossa Vodafone - Leader della classifica a punti Verde WorkService Group - Leader della classifica...


Nasce a Milano il 43° Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel che andrà in scena dal 4 al 14 giugno prossimi. Sarà ancora una volta una sfida affascinante tra i migliori talenti mondiali e al tempo stesso un'occasione di crescita...


Non è cominciata con il piede giusto la stagione per Aliaksandr Riabushenko. Il bielorusso della UAE, infatti, è rimasto vittima di una caduta durante la prima tappa del Tour Down Under. Immediatamente soccorso e accompagnato in ospedale, Riabushenko è stato...


Saranno le scuole di Gemonio e Cittiglio ad ospitare i primi due appuntamenti 2020 del progetto scolastico “Pedala, pedala in sicurezza…” promosso dalla Cycling Sport Promotion e da anni parte integrante della formazione dei bambini delle scuole primarie e secondarie...


Sono davvero tante le iniziative che il mondo del ciclismo sta mettendo in campo per aiutare l’Australia profondamente ferita da una stagione di incendi senza eguali. Tra queste merita di essere segnalata quella proposta da Segafredo Zanetti Australia perché chiama...


Sam Bennett ha iniziato nel migliore dei modi la sua avventura conla Deceuninck - Quick-Step, ottenendo la sua prima vittoria in assoluto nel Tour Down Under sul traguardo di Tanunda, dove la corsa è tornata dopo sette anni. «Mentirei se...


Prima corsa dell'anno e prima vittoria della Deceuninck Quick Step, proprio come un anno fa: allora era stato Elia Viviani ad imporsi, oggi tocca a Sam Bennett. Il campione irlandese ha vinto allo sprint la tappa inaugurale del Tour Diwn...


Ci sono corridori che si avvicinano all'evento a fari spenti, senza fare proclami. Ci sono quelli, come Primoz Roglic, che sembrano non soffrire le pressioni e parlano apertamente delle loro aspettative.  La Jumbo Visma ha annunciato che alla Grand Boucle...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155