Simone Temperato, giù dallo Stelvio su una ruota sola

| 30/08/2010 | 15:02
Dopo la grande prova sul Passo Manghen di alcune settimane fa, questa volta Simone Temperato ha firmato l’impresa dell’anno, una performance la sua che era già nell’aria e che si è realizzata lunedì 23 agosto scorso proprio nella discesa da lui preferita ovvero il Passo dello Stelvio. Una grandiosa giornata per il ciclista bassanese che ha centrato un obbiettivo in programma da anni e che finalmente si è realizzato. Con la sua mountain bike priva di ruota e forcella ha dato spettacolo lungo la serpentina più famosa d’Europa buttandosi giù a capofitto fino a Prato dello Stelvio senza alcun minimo errore e fermando il cronometro in 53 minuti e 22 secondi. L’impresa è stata seguita da centinaia di persone che erano presenti in prossimità del valico e che incuriosite ed incredule, lo hanno seguito dalle fasi di preparazione fino alla partenza vera e propria e che non si sono fatte perdere l’occasione per riprendere e fotografare le gesta di questo singolare atleta. Un’impresa insomma al cardiopalma dove equilibrio e concentrazioni sono le qualità più importanti ma dove serve anche una grande preparazione fisica e soprattutto una buona dose di coraggio. Parola d’ordine: proibito sbagliare! E’ stato un vero successo, ha dichiarato Simone, tutto è andato nei migliori dei modi. Il vento presente nel primo tratto mi ha dato notevoli problemi, ma comunque sono riuscito a recuperare negli ultimi chilometri dopo Trafoi dove ho aumentato l’andatura sfiorando punte di velocità massima di 45 chilometri orari. Ringrazio molto gli amici Matteo ed Alberto che mi hanno scortato lungo il percorso e che hanno fatto in maniera che la prova si svolgesse sempre nella totale sicurezza. Inoltre devo ringraziare anche la Wilier Triestina che mi ha preparato la bici nei migliori dei modi e che mi ha dato la possibilità di fare questa grande impresa che son sicuro farà parlare molto nell’ambito sportivo e non solo.  Temperato, che è stato protagonista indiscusso pochi mesi fa al Giro di Sardegna, al Giro dell’Appennino e al Giro d’Italia in analoghe performance in monoruota, si sta preparando per la sua prossima sfida e ci ha assicurato che sarà qualcosa di veramente fuori dal comune, del resto da uno come lui non ci si può che aspettare diversamente!
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Giulio Ciccone, superbo vincitore del 57° Trofeo Laigueglia, dopo le infinite premiazioni si concede ai taccuini e microfoni e racconta la sua giornata: «Sono molto soddisfatto, questa gara l’ho già fatta diverse volte e mi trasmette ogni anno una grande...


E’ stato Diego Rosa, capitano del Team Arkea Samsic, a far saltare il banco della 57a edizione del Trofeo Laigueglia. E’ stato lui ad accendere la miccia nella seconda delle quattro ascese finali al Colla Micheri. Però l’ottima azione, e...


Ancora una fuga vincente sulle strade dela Provenza. L'ultima tappa del Tour ha visto infatti il sucesso del britannico Owain Doull che ha regalato la prima gioia di stagione al Team Ineos. Doull ha preceduto i compagni di fuga Brandle...


Un lampo azzurro a Laigueglia, in una giornata dal cielo bigio: Giulio Ciccone, abruzzese della Trek Segafredo oggi in gara con la maglia azzurra, ha dominato il Trofeo Laigueglia firmando un'azione bellissima sull'ultimo passaggio a Colla Micheri. La corsa esplode...


L'iridata Ceylin Del Carmen Alvarado conquista anche l'ultima prova dell'Ethias Cross che oggi si è disputata ad Hulst, in Olanda. La campionessa del mondo, portacolori della Alpecin Fenix, si impone allo sprint superando la rivale di sempre Annemarie Worts. Completa...


Prova di forza di Eli Iserbyt nell'Ethias Cross di Hulst, in Olanda. Il belga della Pauwels Sauzen domina la prova dal primo all'ultimo metro trionfando nettamente davanti all'inglese Tom Pidcock (Trinity) e al connazionale Toon Aerts (Telenet Baloise).


Uno dei papabili alla vittoria è il trevigiano Andrea Vendrame. Subito dopo il foglio di firma il portacolori della AG2R La Mondiale non ha nascosto il suo obiettivo. “La condizione è buona, arrivo da un bel periodo in Australia dove...


Andrea Piccolo, il milanese classe 2001, è uno dei più attesi corridori della corazzata Team Colpack Ballan. Anche per lui la prima stagionale è tra i professionisti sulle strade della Riviera di Ponente. “Tanta emozione essere qui al via di...


Una squadra solida forte di 16 atleti in grado di imporsi su qualsiasi traguardo, due direttori sportivi abili ed esperti, un team manager di comprovata serietà e professionalità, sponsor appassionati, entusiasti e che amano il ciclismo. Non manca veramente nulla...


L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani è nata nel 1946 ed è la più antica associazione sportiva di categoria a livello mondiale. Ha lo scopo di promuovere gli interessi professionali, morali e materiali dei suoi soci, vale a dire i ciclisti...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155