Simoni: «Vorrei fare il Tour». E per il Giro sogna il Bondone

| 30/05/2005 | 00:00
Per Gilberto Simoni il calendario di impegni post Giro prevede la presenza al Giro di Svizzera o, in alternativa, il Tour de France. «Ma in questo caso - ha chiarito oggi a Trento dove è stato premiato dalla Provincia autonoma - non con i galloni da capitano. E’ una fatica immensa - ha aggiunto il trentino durante una cerimonia di premiazione al palazzo della Provincia a Trento - e servono molte energie oltre ad una squadra competitiva. Al Giro puoi pensare di stare a ruota, al Tour no. Devi comunque pensare che ti tocchi stare al vento. Ed è dura. Penso di poter fare una corsa pensando ai successi di tappa.». Circa gli altri possibili protagonisti italiani al Tour il ciclista della Lampre-Caffita ha ricordato che servono «motivazioni oltre a condizione fisica perfetta. Bisogna iniziare adesso il recupero e soprattutto essersi risparmiati nella prima parte di stagione, come Savoldelli e Basso, che hanno corso due prove». Simoni si è mostrato scettico sulla possibilità che il ruolo di capitano della sua squadra tocchi a Cunego. «Non sono in discussione i suoi mezzi - ha chiarito - ma una simile corsa richiede esperienza e maturità. Devi conoscere bene il percorso, soprattutto nel Nord dove sei esposto al vento e capire il movimento della squadra e del gruppo. Basta niente per trovarsi staccati in fondo la gruppo». Nei prossimi giorni potrebbe definirsi il futuro agonistico. «Proposte ci sono - ha aggiunto Simoni - ma per ora sto alla finestra. E’ ovvio che punto ad una squadra del primo gruppo per poter disputare tutte le corse più importanti». Al ciclista di Palù il Governatore del Trentino Lorenzo Dellai e l’assessore allo Sport, Iva Berasi, hanno consegnato una coppa d’ argento con la dedica «Al vero protagonista del Giro d’ Italia 2005». L’ intenzione era di consegnare una maglia rosa - ha detto Berasi - ma abbiamo rinunciato per evitare equivoci con l’ organizzazione Rcs, in quanto la maglietta è coperta da copyright. L’occasione è servita anche per parlare della tappa prevista nel 2006 sul Bondone, a 50 anni di distanza dalla mitica frazione che vide prevalere Charly Gaul, in una giornata di tregenda. «Abbiamo avuto assicurazioni che l’arrivo verrà inserito nel calendario - ha aggiunto Berasi -. L’ organizzazione Rcs sta valutando la possibilità di far disputare una cronoscalata o inserire un arrivo di una tappa». Simoni si è dichiarato entusiasta di questa possibilità. «E’ un gran bella salita - ha detto - sia tecnicamente sia per la parte logistica. Il pubblico ha spazio e visibilità. Si può paragonare, per questo aspetto, al Pordoi o all’ Alpe D’Huez». Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, anche la moglie Arianna e la mamma Lina.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Un Giro di Lombardia senza pubblico. In tutti i punti del percorso. È questa la prospettiva per la gara ciclistica in programma sabato prossimo, giorno di Ferragosto, con partenza da Bergamo e arrivo in piazza Cavour a Como dopo il...


Il Consiglio federale dell’11 agosto ha affrontato i punti dell’ordine del giorno lasciati in sospeso, per questioni di tempo, in occasione dell'incontro del 5 agosto, in particolare l’assegnazione di alcuni campionati italiani e l’istituzione del “prestito multidisciplinare”. “Dobbiamo registrare con...


Si è conclusa la prima delle quattro giornate di gare al velodromo “O. Bottecchia” di Pordenone che è stata condizionata dall’interruzione di un paio d’ore dovuta a un nubifragio che si è abbattuto sul capoluogo pordenonese. A causa di questa...


Lo scalatore canadese Michael Woods correrà dal prossimo anno nel Team Israel Start-Up Nation con il doppio compito di affiancare Chris Froome nei grandi giri e di indossare i panni di capitano in alcune classiche. Woods affianca gli altri nuovi...


Che Trenta 3K Carbon sia un casco vincente, comodo e sicuro lo dimostrano in ogni occasione gli atleti del UAE Team Emirates. Questo casco è unico nel suo genere e riesce a condensare nelle sue forme molto di quello che...


Alla prima stagione tra i professionisti, o meglio dopo aver fatto solo 14 giorni di corse e poco più di 2100 km percorsi con la casacca della Deceuninck-Quick Step, il valtellinese Andrea Bagioli ha già timbrato il successo. E che...


Con la fine del lockdown è ripresa la corsa all'Oscar tuttoBICI Gran Premio Vittoria. La nuova classifica, aggiornata dopo le gare del fine settimana, vede al comando Diego Ulissi che ha colto punti importanti in Polonia ma è braccato da...


Da sempre il Delfinato è considerato cone la preparazione ideale pr il Tour de France ma l'edizione che comincia oggi è davvero speciale: primo perché non è mai stata così vicina alla Grande Boucle e secondo perché, per mancanza di...


Pippo Ganna è in grande crescita, Pippo Ganna è addirittura in fuga: il gigante della Ineos è infatti saldamente al comando della classifica dell'Oscar tuttoBICI Maglia Bianca Gran Premio ACM Asfalti. Il calendario intensissimo e tante gare da disputare lasciano...


L'edizione numero 104 del GranPiemonte ci offre oggi numerosi motivi di interesse. Da una parte il ricco elenco di partecipanti - Vincenzo Nibali, Mathieu van der Poel, Giulio Ciccone, Gianluca Brambilla, Ivan Ramiro Sosa, Filippo Ganna, Gianni Moscon, Fabio Aru,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155