Camaiore, si allunga l'elenco delle stelle al via

| 30/07/2010 | 15:41
Ci sarà anche Riccardo Riccò al via della 61a edizione del G.P. Camaiore. Dopo la caduta nel corso della prova contro il tempo al Giro d’Austria, il corridore di Formigine è stato costretto a rallentare gli allenamenti, causa soprattutto, il dolore che gli comportava il movimento  del ginocchio nel quale gli erano occorsi più di venticinque punti di sutura. «La condizione non è certo quella che mi ha permesso di vincere il Giro d’Austria e di primeggiare nelle tappe più dure – spiega il capitano della Flaminia -. Il G.P. Camaiore è però uno degli appuntamenti più importanti del calendario e presenta un percorso che si addice alle mie caratteristiche. Proprio per questo ho fatto di tutto per essere presente e spero ch e in una settimana, la mia condizione possa migliorare e consentirmi di essere competitivo». Propositi sinceri, considerato che nei prossimi giorni Riccò scenderà in Versilia ad allenarsi sul percorso che, sabato prossimo 7 agosto, sarà il teatro della tradizionale sfida estiva. «Ne approfitterò per consentire anche a Vania e ad Alberto di trascorrere qualche giorno sulle spiagge della Versilia – sottolinea il corridore emiliano -. Da parte mia, ne approfitterò soprattutto per provare le ascese al Monte Pitoro e al Monte Magno, sperando che la gamba risponda».
Nel frattempo, anche il team Androni Giocattoli si presenterà a Camaiore con propositi piuttosto bellicosi. Assente Michele Scarponi, impegnato sulle strade di Spagna, la formazione di Gianni Savio si presenterà con Leonardo Bertagnolli e Francesco Ginanni, decisi entrambi a lasciare il segno. Il corridore trentino, vincitore solitario due anni fa e secondo lo scorso anno dietro a Vincenzo Nibali, non nasconde le sue ambizioni: «Due anni fa, il successo di Camaiore mi lanciò verso un’estate eccezionale che seppe regalarmi altre belle soddisfazioni e conquistare la maglia azzurra ai Mondiali di Varese, sia pure nel ruolo di riserva. Vengo da qualche mese tribolato, causa l’allergia. Adesso però va un po’ meglio e sono sicuro che l’aria di Camaiore mi saprà trasmettere le giuste sensazioni per essere ancora una volta protag onista in Versilia». Non meno motivato, il compagno di squadra Francesco Ginanni, anche lui alle prese negli ultimi mesi con dei problemi fisici, dopo il brillante avvio di stagione. «Si può dire che correrò sulle strade di casa – spiega il corridore di Casalguidi -. Avrò molti tifosi lungo la strada. Un percorso che mi piace e se starò bene, cercherò di tenere il passo dei migliori nei tratti in salita per giocarmi la corsa, magari allo sprint».
Tutti ingredienti che vanno ad arricchire l’attesa per la classica versiliese che domani 31 luglio, vivrà nella Piazza San Bernardino di Camaiore, la serata dedicata a “Aspettando il Gran Premio”. Un mix di musica, spettacolo e cabaret nella quale anche il ciclismo vedrà riservata una parte molto importante. Oltre al comico Graziano Militello, volto noto di “Striscia la notizia”, saranno presenti ospiti famosi tra i quali Alfredo Martini, Presidente Onorario della nostra Federciclismo.
Anche il giornalista Luca Gialanella, responsabile della Redazione ciclismo a “La Gazzetta dello Sport” ha raccolto l’invito dell’Organizzazione e sarà presente nel centro storico di Camaiore, dove approfitterà per presentare il libro “Il ritorno del campione”; opera realizzata dalla Redazione ciclismo del quotidiano milanese che racconta le vicende e le sensazioni vissute da Ivan Basso, sino alla conquista lo scorso maggio, del suo secondo Giro d’Italia.
Lo spettacolo, che avrà inizio alle ore 21.00, si avvarrà della conduzione e della direzione artistica di Fabrizio Diolaiuti, giornalista e presentatore televisivo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il belga Jordi Meeus, portacolori della SEG Racing Academy, ha vinto la seconda tappa del Czech Tour battendo allo sprint il campione belga Tim Merlier ed il tedesco Max kanter.


La Direzione di Organizzazione della Milano-Sanremo comunica che, a causa delle recenti perturbazioni meteorologiche che hanno colpito Alessandria, si è resa necessaria una modifica del percorso; tale variazione comporterà un allungamento del percorso di 6 km. Il totale dei km da...


Richard Carapaz ritrova la strada della vittoria e conquista allo sprint il successo nella terza tappa del Giro di Polonia battendo Diego Ulissi. Terzo posto per il francese Rudy Molard, quarto per il danese Fuglsang, quinto per l'olandese Keldermann. Carapaz...


Patrick Lefevere è arrivato a Milano per guidare il suo team domani alla Sanremo ed è tornato a parlare di Fabio Jakobsen e della sua caduta in una intervista concessa a Sporza.be. «La mia rabbia si è un po’ sbollita,...


Andrea Bagioli, neoprofessionista valtellinese della deceuninck Quick Step, ha vinto allo sprint la prima tappa del Tour de l'Ain, la Montréal-la-Cluse-Ceyzeriat di 139, 5 km, regolando allo sprint Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) e Stefan Bissegger (Suisse).   ORDINE D'ARRIVO 1...


Dopo un inizio di estate con il sereno, sui Campionati del mondo di ciclismo in Svizzera si stanno accumulando nuove nuvole, che all'orizzonte appaiono sempre più nere. Il motivo? A preoccupare gli organizzatori sono le restrizioni anti Covid attualmente...


Fabio Jakobsen è stato risvegliato dal coma farmacologico in cui era stato posto mercoledì subito dpo la caduta al Giro di Polonia. Le sue condizioni vengono giudicate «buone» secondo quanto riporta un tweet dell’organizzazione di corsa. Ore 14.40. Il Pubblico...


  Che cos’è veramente la Milano-Sanremo? È una corsa, è una delle classiche, è la leggenda, ma forse è molto di più. È un sogno, uno di quelli che si esprimono da bambini, in sella ad una bici o incollati...


L’organizzatore di CI2020 dice la sua sulle caratteristiche del nuovo Campione. Perché accontentarsi di un nome? Come ha ricordato Filippo Pozzato, il percorso di CI2020 non è stato studiato per un solo tipo di ciclista. Quindi può non bastare essere super...


La Milano-Sanremo è tradizionalmente una gara per velocisti potenti o per uomini da azione solitaria, il caldo e un percorso che sfiora i 300 km potrebbero riservare sorprese o al contrario favorire una volata se i big non riuscissero a...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155