Donne: ad Eleonora Patuzzo l'ultima tappa del Trentino

| 20/06/2010 | 19:27
Nell’ultima frazione, con spettacolare partenza da Castel Thun ed arrivo a Cles, in Val di Non, trionfo della veronese della Safi Pasta Zara. Seconda..., terza ... ed ottima sesta la “padrona di casa” Callovi. Grande pubblico anche per la Giornata Rosa organizzata dalla Cristoforetti Cordioli.


LA CRONACA
Ad Eleonora Patuzzo la vittoria dell’ultima tappa. Alla britannica Emma Pooley la vittoria finale del diciassettesimo Giro del Trentino Alto Adige “Memorial Audenzio Tiengo”, indimenticata anima della corsa trentina ora passata nelle fidate mani dei figli Gaudenzio e Jury.
Parla italiano, dunque, l’ultima frazione della corsa organizzata dalla Polisportiva Faedo e lo fa grazie allo spunto vincente della veronese di Bovolone Eleonora Patuzzo, già protagonista ieri a Monzambano ed oggi devastante nel finale di corsa, brava a precedere nello sprint a quattro che ha deciso la tappa le tedesche Judith Arndt (Htc Columbia) e Claudia Hausler (Cervelo Test Team).
Anche oggi, come ieri, ci ha pensato la pioggia a rendere ancor più dura frazione già impegnativa di proprio, con suggestiva partenza da Castel Thun - da poco restituito al patrimonio culturale trentino ed italiano - ed arrivo a Cles, capoluogo della Val di Non, teatro dell’epilogo del “Giro”.
Una frazione di 72 chilometri, che ha chiamato le atlete ad affrontare un primo tratto in linea lungo la Val di Non di circa sessanta chilometri, decisamente ondulato, a precedere lo spettacolare circuito finale con passaggio sotto lo striscione d’arrivo di Cles e successivo transito da Rallo, Sanzeno, Tuenno e Tassullo, prima del nuovo e definitivo transito sul traguardo.
Corsa viva quella odierna, movimentata da una fuga partita già nel corso della prima parte di gara, con tutte le “big” a rispondere presente. Fuga promossa da quattordici atlete alle quali, successivamente, se ne sono accodate altre dieci.
Al primo passaggio sul rettilineo finale di Cles, a 10 chilometri dal termine, si è dunque presentato un gruppo di ventiquattro atlete, con tutte le attese protagoniste, ovvero le tedesche Hausler ed Arndt, la leader della corsa Emma Pooley, Trixi Worrack, Rasa Leleivyte, la campionessa del mondo Tataiana Guderzo, la tricolore Monia Baccaille, le altre azzurre Noemi Cantele ed Eleonora Patuzzo ed anche la “padrona di casa” Rossella Callovi, nonesa “doc” già seconda ieri a Monzambano ed anche oggi protagonista, fortemente intenzionata a ben figurare davanti al proprio pubblico.
A cinque chilometri dal termine, all’altezza di Tuenno, è arrivata l’azione decisiva, con tre atlete a prendere il largo dal gruppo di testa, ovvero Eleonora Patuzzo, Judith Arndt e Claudia Hausler, sulle quali, un chilometro più tardi, si è portata anche la medaglia di bronzo di Mendrisio 2009 Noemi Cantele.
Il quartetto ha guadagnato 30 secondi nel breve volgere di due chilometri, con la Arndt a tentare (ma senza successo) di anticipare la volata finale assieme alla Cantele. La tappa, pertanto, è stata decisa da uno sprint a quattro, vinto brillantemente da Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara) che, dopo il recente sesto posto conquistato in Spagna alla Emakumeen Bira, ha trionfato meritatamente a Cles.
Seconda è Judith Arndt, terza Claudia Hausler e quarta Noemi Cantele, mentre il gruppo delle inseguitrici è stato regolato in volata da Monia Baccaille, che ha preceduto la beniamina di casa Rossella Callovi, 19enne con talento e grinta da veterana.
Da segnalare la caduta in discesa che ha messo fuori gioco l’altoatesina Eva Lechner, fino a ieri terza in classifica generale. Per lei, comunque, non sembrano esserci gravi conseguenze.
La vittoria finale del diciassettesimo Giro del Trentino, come anticipato, è andato alla britannica della Cervelo Test Team Emma Pooley che, a questo punto, si candida di diritto per un ruolo da protagonista anche per l’ormai prossimo Giro d’Italia. Con lei, sul podio finale della corsa trentina, sono salite Judith Arndt (Htc Columbia) e Claudia Hausler (Cervelo Test Team), seconda e terza a 2’25” e 2’41”. Quarta Eleonora Patuzzo a 2’46” e dunque a soli 5 secondi dal terzo posto.


ORDINE D’ARRIVO 3.a TAPPA
1. Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara); 2. Judith Arndt (Htc Columbia); 3. Claudia Hausler (Cervelo Test Team); 4. Noemi Cantele (Htc Columbia); 5. Monia Baccaille (Team Valdarno); 6. Rossella Callovi (Vecchia Fontana); 7. Malgorzata Jasinska (Team System Data); 8. Sharon Laws (Cervelo Test Team); 9. Edita Pucinskaite (Gauss Rdz Ormu); 10. Irina Molicheva (Fenixs Petrogradets).

CLASSIFICA GENERALE FINALE
1. Emma Pooley (Cervelo Test Team) in 7h07’06; 2. Judith Arndt (Htc Columbia) a 2’25”; 3. Claudia Hausler (Cervelo Test Team) a 2’41”; 4. Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara) a 2’46”; 5. Sylvia Kapusta (Safi Pasta Zara) a 2’53”; 6. Trixi Worrack (Noris Cycling) a 3’14”; 7. Elena Berlato (Fassa Bortolo Ghezzi) a 3’19”; 8. Malgorzata Jasinska (Team System Data) a 3’19”; 9. Sharon Laws (Cervelo Test Team) a 3’19”; 10. Edita Puchinskaite (Gauss Rdz Ormu) a 3’19”.

LE MAGLIE
Maglia fucsia “Trentino” – leader classifica generale: Emma Pooley (Cervelo Test Team)
Maglia bianca “Bancafideuram” - leader classifica giovani: Elena Patuzzo (Safi Pasta Zara Manatthan)
Maglia verde “Bancafideuram” - leader classifica Gpm: Emma Pooley (Cervelo Test Team)
Maglia azzurra “Coop – Famiglia Cooperativa” - leader classifica a punti: Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara Manatthan)


LONGO BORGHINI, PICCOLO E STRICKER TRIONFANO NELLA GIORNATA ROSA
A precedere l’arrivo del “tappone” finale del Giro del Trentino Alto Adige Femminile è toccato alle giovani promesse delle categoria juniores, allieve ed esordienti, impegnate nella “Giornata Rosa” organizzata dalla Cristoforetti Cordioli del team manager Paolo Leonardi, quest’anno spalla della Polisportiva Faedo nell’organizzazione del “Giro”. Tra le juniores, dominio delle atlete di casa della Cristoforetti Cordioli, grazie all’arrivo solitario della piemontese Elisa Longo Borghini, seguita al secondo posto dalla campionessa europea Elena Cecchini ed al terzo quarto posto dalle compagne di squadra Giovanna Dalpiaz e Giulia Ronchi. Tra le esordienti, invece, vittoria nella volata finale a ranghi compatti per Jessica Piccolo della Sprint Vidor Edilsoligo (seconda Maria Vittoria Sperotto, terza Sara Mariotto), mentre tra le allieve ha avuto la meglio, sempre in una volata di gruppo, l‘altoatesina della Artuso Avatec Lievore Anna Zita Stricker, che ha preceduto Nicole Dal Santo (Cmb Cycle Women) e Sara Zanardo (Sprint Vidor Edilsoligo), rispettivamente seconda e terza.

IL GIRO DEL TRENTINO SU RAISPORT PIU’
Appuntamento da non perdere per gli appassionati del grande ciclismo e, in modo particolare, del Giro del Trentino Alto Adige Femminile. La corsa infatti, anche oggi, godrà di un’ampia sintesi della tappa di 40 minuti, trasmessa in differita su RaisportPiù 2 dalle 23 alle 23.40, con cronaca di Lorenzo Roata e commento tecnico di Silvio Martinello. Da non perdere, poi, anche gli appuntamenti con Rttr e Tca Trentino Tv. Le due emittenti, infatti, manderanno in onda un ampio servizio della corsa in occasione delle rispettive trasmissioni dedicate alle due ruote. L’appuntamento è con “Bici&Bike” martedì sera su Rttr e con “Biciclissima” su Tca Trentino Tv giovedì sera.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Telefonica, azienda proprietaria del marchio Movistar, ha annunciato ufficialmente di aver rinnovato la propria partnership con il team di Eusebio Unzue fino al 2021.In otto anni di partnership, Movistar è stata per quattro volte la squadra numero uno del mondo...


Come un videogame: ci si fa incuriosire dall'amico che gioca, si scarica l'app, si fa qualche partita per provare, tanto cosa vuoi che mi interessi e poi si finisce per non smettere più e farsi travolgere dalla passione. Silvano Rodella...


Il Veneto, "culla" del ciclismo italiano, ha festeggiato sabato pomeriggio nel Teatro Elios Aldò di Scorzè, in provincia di Venezia, i protagonisti di una stagione ad alto livello che hanno contribuito a fare dell'Italia il Paese con più medaglie in...


Per la prima volta il ciclismo per una cerimonia di premiazione, è entrato nel Museo del Calcio presso il Centro Tecnico di Coverciano. Sala gremita, applausi e soddisfazione per il Comitato Provinciale di Firenze della Federciclismo presieduto da Elisa Lari,...


Caro Direttore, l'avvicinarsi del Natale dovrebbe, tradizionalmente, renderci anche più buoni. All'evidenza non è così facile per tutti noi, almeno per poco tempo, cambiare abitudini censurabili e allontanare i cattivi pensieri. Se ciò non fosse sufficiente a renderci immeritevoli di...


Ventimila chilometri sopra le terre. Da Forlì a Capo Nord spaziando, fuggendo e inseguendo, divagando (per Santiago di Compostela), esagerando, esplorando, sbagliando (strada), anche un po’ soffrendo e molto godendo, e sempre pedalando. Perché i ventimila chilometri sopra le terre...


Che magnifica festa con i colori rosa, quelli del ciclismo femminile, protagonista anche nel 2018 con la Challenge che ha coinvolto sei regioni: Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Colore rosa anche i capelli di Maria Bruni, vice...


Celebrata nella notte italiana a Los Angeles, presso il ristorante "N.10" di proprietà di Alessandro Del Piero,  la candidatura all'Oscar del film documentario lituano "Wonderful Losers. A Different World", girato in gran parte al Giro d'Italia 2015.Alla presenza di una...


Davvero un bel successo per il I Trofeo Impermit Service Srl - Città di Foligno, gara di ciclocross valida come campionato provinciale di Perugia e Terni e come tappa del TU-Cross. La manifestazione si è svolta al ciclodromo “Giuseppe Casini”...


Stefano Sala, 21 anni, è il re del Master Ciclocross internazionale 2018-19. Il corridore della Selle Italia – Guerciotti-Elite oggi a Vittorio Veneto (Treviso) ha vinto per distacco la prova conclusiva a punteggio doppio. Grazie al successo ha anche trionfato...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy