Caso Valverde: la prima giornata è favorevole al Coni

| 12/01/2010 | 16:46
Prima giornata di udienze al Tas per l’appello di Alejandro Valverde contro la squalifica di due anni che gli ha inflitto il Tribunale nazionale antidoping del Coni. In apertura il Tas ha stabilito un principio importante: la squalifica è per l’Italia e pertanto si applicano e si giudica con le leggi e i regolamenti italiani (questo per l’articolo 58 proprio del regolamento del Tas).
La battaglia è stata dura sin dalle prime battute. La difesa di Valverde ha soprattutto ribadito come “sia stata estorta con l’inganno” la sacca alla Spagna; l'obiezione in risposta è giunta proprio dell’avvocato Uci: l’articolo 140 (e poi anche il 141) del codice penale spagnolo spiega che una volta concessa la rogatoria non può essere ritirata. Inoltre il procuratore antidoping Coni, Ettore Torri, ha spiegato che Serrano (il giudice spagnolo) aveva scritto nel 2006 alla Procura del Coni e successivamente alla Procura della Repubblica: “quindi conosceva sicuramente la differenza tra le due organizzazioni”. Torri ha poi anche duramente attaccato: “Valverde è un dopato. Anche la sola intenzione di fare uso delle sacche di sangue lo mette in questa posizione per le norme del codice Wada”. Inoltre ha anche aggiunto che “la legge deve essere uguale per tutti”, sottolineando come Serrano avesse "trasmesso tutta la documentazione per Basso e Scarponi e invece per Valverde ha opposto rifiuto”.
A testimoniare sono stati poi i rappresentanti della Guardia Civil, della Federciclismo spagnola e dei Nas. Si riprende domani. La sentenza probabilmente arriverà giovedì.
da gazzetta.it
a firma di Maurizio Galdi

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/12-01-2010/caso-valverde-uci-tas-602626733167.shtml
Copyright © TBW
COMMENTI
Grandissimo procuratore Torri
12 gennaio 2010 17:59 bloom
Questo fatto ci fa accettare meglio la debolezza di Torri nell'affare Cannavaro. Avevo già scritto un altro commento sulla notizia di ieri su questo argomento. Se arriva la squalifica a Valverde il dopato, faccio una bella festa a cui spero di poter aver ospite Fanini, qualche membro dei Nas, il dr. Torri e qualcuno del Coni.

VALV
12 gennaio 2010 19:58 ale63
"VALV PITI"? STAVOLTA SEI FOTTUTO!!! ALE

Senza vergogna
13 gennaio 2010 01:16 pickett
Incredibile:gli spagnolacci non dicono che la sacca non appartiene a Valverde(non possono farlo);si lamentano solo che la prova della colpevolezza sia stata estorta con l'inganno!Vedrete che il farabutto se la caverà anche stavolta,grazie a qualche cavillo.Ma poi voglio proprio vedere se quelle facce di m... dell'ASO avranno il coraggio di accettarlo alle loro corse come hanno fatto l'anno scorso!

Aspettiamo a cantare vittoria...
13 gennaio 2010 08:55 The rider
Se di vittoria si può parlare!!!
Io aspetterei a cantare "GIUSTIZIA E' FATTA", perchè non mi fido ASSOLUTAMENTE dei dirigenti UCI (purtroppo nemmeno di quel ex corridore Italiano).

Maurizio Ponti.

PS: Ma del fratellone Lussemburghese SI SONO DIMENTICATI?

ci stanno rubando il giocattolo
13 gennaio 2010 09:30 scatto
ragazzi non scagliatevi contro val lui e' solo la vittima di uno sport che stanno portando alla deriva chi comanda sanno che lo fanno tutti e ogni tanto ci danno una preda da sbranare.
fermiamo tutto subito se no fra 3 anni non ci saranno nemmeno le corse da vedere tanto a noi c'e' rimasto di vedere la coreografia di questo bellissimo sport che amiamo.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Davide Fomolo è finalmente raggiante dopo la fuga solitaria di 70 km che gli ha permesso di conquistare il successo nella terza tappa del Giro del Delfinato: «Questa vittoria giunge dopo settimane di allenamento in altura con la squadra e...


La seconda Classica Monumento della stagione,  ultima corsa di agosto targata RCS Sport,  si prospetta come uno scontro generazionale tra corridori di esperienza pluriennale e giovani emergenti.  Tra i nomi di spicco il vincitore dell'edizione 2019 Bauke Mollema, il trionfatore del Giro d'Italia 2019 Richard Carapaz,...


Davide Formolo firma una vera e propria impresa tricolore. Il campione italiano è stato protagonista di una bellissima azione solitaria (70 km di azione individuale per il veronese), staccando i compagni di fuga sul Col de la Madeleine e andando...


Dopo il titolo dell'Inseguimento e il  secondo posto ottenuto ieri nel campionato italiano della corsa a punti, oggi Manlio Moro brinda al titolo tricolore dell'Ominium. Il friulano classe 2002 che difende i colori della Borgo Molino Rinascita Ormelle ha concluso...


La quinta ed ultima prova della Transmaurienne Vanoise, gara internazionale di mountain bike, ha ribadito l’egemonia delle ragazze del Trinx Factory Team che hanno letteralmente sbriciolato la resistenza delle avversarie nelle classifiche Donne Elite con Eva Lechner, e Donne Juniores...


Fabio Felline ritrova finalmente il sorriso dopo aver trascorso alcuni giorni difficili a causa dei postumi di una caduta che lo ha costretto a fare i conti con un'infrazione alla sesta costa. «Dopo qualche giorno di riposo ho ripreso a...


«Mancanza di sicurezza, distanziamento sociale non garantito e viabilità stradale fuori controllo»: questo il motivo che ha unito maggioranze e opposizioni di alcuni Comuni del Lago di Como che hanno fatto giungere la loro voce attraverso il sindaco di Oliveto...


4 gare in 4 giorni per i ragazzi del Team Colpack Ballan. Si comincia la DOMENICA con un doppio impegno, a Camerata Picena, in provincia di Ancona, con Antonio Tiberi e Andrea Piccolo in una prova contro il tempo con...


Per un Lombardia che non ha orecedenti nella storia, la Trek Segafredo mette in campo due corridori che questa classica momumento l’hanno già vinta: Bauke Mollema (2019) e Vincenzo Nibali (2015 e 2017, oltre al secondo posto nel 2018). Bauke...


Daniel Martin è stato coinvolto ieri nella caduta che si è verificata prorpio ai piedi del Col de Porte. L’irlandese della Israel Start Up Nation è finito a terra con Higuita e Latour tra gli altri e, dopo essere rimasto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155