Doping in Germania: la tv ARD accusa Gerdemann

| 04/10/2009 | 22:23
Si torna a parlare di doping in Germania: la tv pubblica ARD – nel corso del programma Sportschau – ha puntato il dito contro Linus Gerdemann, leader della Milram: i valori ematici del corridore avrebbero presentato forti variazioni nel 2006, in particolare per quanto riguarda il tasso di emoglobina, variazioni che potrebbero essere causate dal ricorso al doping. Secondo i giornalisti della ARD, in possesso di documenti provenienti dall’Università di Friburgo, questo tasso avrebbe oscillato nei primi sei mesi del 2006 tra 14,2 e 17,2 g/litro. In quella stagione Gerdemann correva nella T Mobile, la formazione che veniva seguita dai medici Schmid e Heinrich proprio dell’Università di Friburgo. «Non sono un medico, ma posso escludere di aver fatto ricorso a qualsiasi tipo di manipolazione e di prodotto dopante» si è difeso Gerdemann.
Copyright © TBW
COMMENTI
Come si cambia
5 ottobre 2009 00:32 pickett
Da quando in Germania,come in Italia e in Francia,hanno dato un giro di vite nella lotta al doping,Gerdemann non è + stato competitivo,e il suo rendimento ha subìto un crollo verticale.La stessa identica cosa si può dire di Markus Fothen,l'altra grande speranza del ciclismo tedesco,che negli ultimi 2 anni é stato letteralmente nullo.Sarà un caso?

Linus il mago..
5 ottobre 2009 08:33 ciclismoreale
Nooo!..e pensare che la sua maglia gialla era il simbolo del corridore pulito(diceva lui..)..Avere uno sbalzo del genere viene definito in letteratura scientifica come:"farsi una quintalata di epo"..resterà da vedere se,ora che è stato smascherato,avrà ancora la faccia di m***a di dire che è pulito!

Il controllore non si è accorto del controllato?
5 ottobre 2009 08:40 ciclismoreale
Se non ricordo male la T-Mobile aveva licenziato Gonchar con l'accusa(secondo i loro controlli)di valori anomali..come mai non si è accorta di Gerdemann?..forse perchè i controlli interni alle squadre servono solo a liberarsi dei corridori scomodi per loro..Quando il controllore controlla sè stesso è difficile che si faccia trovare positivo..

LINUS
5 ottobre 2009 15:38 ale63
MA CHE STRANO... ANCHE UN' IMBECILLE SI SAREBBE ACCORTO CHE QUALCOSA NON QUADRAVA... QUEST'ANNO IL "TEDESCHINO" ERA FERMO COME UN PARACARRO.... ALE

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Fabio Del Medico si tiene stretto il titolo tricolore della Velocità Juniores. Sulla pista di Firenze il toscano del Velo CLub SC Empoli conquista la medaglia d'oro superando in finale il veneto Thomas Melotto della Autozai Contri. Nella finale per...


Probabilmente in questi anni abbiamo commesso un errore mettendo nel dimenticatoio l’alluminio e oggi Specialized ci ricorda che questa lega può dare ancora immense soddisfazioni se lavorata in modi nuovi. Nasce infatti Chisel,  una mtb che senza alcun dubbio va a ridefinire...


Dopo la frazione inaugurale di Villars-sur-Ollon  e la cronometro individuale del secondo giorno, Demi Vollering (Team SD Worx - Protime)  mette a segno il tris e conquista l'ultima tappa del Tour de Suisse Women anticipando in volata, sul traguardo di...


La mostra, disponibile da oggi fino al 21 giugno presso la Galleria dei Presidenti della Camera dei Deputati, rappresenta un viaggio emozionante attraverso alcuni dei simboli principali del ciclismo italiano, dalla maglia Ciclamino e la maglia Bianca del Giro d'Italia...


Ospitare la partenza del Tour de France non capita tutti gli anni, specie se non ti trovi in Francia, e l'occasione per mettere a frutto pienamente l'occasione a suon di manifestazioni collaterali sul ciclismo è troppo ghiotta. Ed eccoci qui...


Nel 2025 il Giro di Svizzera farà tappa in Valtellina: già previsto l’arrivo della quarta tappa, anche se al momento gli organizzatori non hanno ancora svelato nulla sulla località prescelta per l’arrivo. Questo il programma, ovviamente ancora embrionale, del Tour...


Andiamo a sud. La sede scelta per la Grand Départ del Tour de France 2026 stabilirà un nuovo record nella storia dell'evento, poiché Barcellona, a cavallo del 41° parallelo, supererà Porto-Vecchio come partenza più meridionale della corsa. La Grande...


C'è chi ha ufficializzato i primi nomi riservandosi di completare la rosa, c'è chi ha reso nota invece una rosa ampia nella quale poi pescherà i titolari, chi ancora è in attesa delle risposte della strada, dei tecnici e dei...


Il mondo del ciclismo deve tanto a François Migraine, scomparso nelle ultime ore all’età di 80 anni. È stato lui a creare, nel 1982, la Cofidis ed è stato lui a voler entrare nel ciclismo nel 1997 per dare il...


Le forti emozioni del Giro d’Italia 2024 sono ancora fresche nella memoria di tutti gli amanti delle due ruote, con la tappa regina che ha illuminato il cielo di Livigno e incoronato Tadej Pogacar come nuova icona in rosa, ed...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi