Poker di campioni olimpici per la Prosecco Cycling Classic

| 29/09/2009 | 13:36
Un poker di campioni olimpici per la Prosecco Cycling Classic. Domenica 4 ottobre, a Valdobbiadene, pedaleranno anche quattro fuoriclasse dello sport italiano. Quattro stelle che, nelle rispettive discipline, hanno raggiunto l’eccellenza mondiale e si preparano a dare ulteriore lustro ad uno degli eventi più attesi dell’autunno per tantissimi appassionati di ciclismo.

Domenica mattina ci sarà un motivo in più per recarsi - con o senza bicicletta - in Piazza Marconi a Valdobbiadene, dove, alle 9, scatterà la Prosecco Cycling Classic. Tra gli oltre 1.500 concorrenti attesi al via ci saranno, infatti, anche Jury Chechi, Antonio Rossi, Rossano Galtarossa e Cristian Zorzi. Insieme, fanno 12 medaglie olimpiche, 14 titoli mondiali e una fama che ha superato i confini delle rispettive discipline per proiettarli nella storia dello sport italiano.

Il ginnasta Jury Chechi, il “signore degli anelli”, ha vinto l’oro ai Giochi di Atlanta e si è confermato sul podio, otto anni dopo, con il bronzo conquistato ad Atene, dov’è stato anche il portabandiera della squadra olimpica azzurra. Lo stesso onore è toccato nella successiva Olimpiade, a Pechino, ad Antonio Rossi, un mito della canoa grazie ai tre ori vinti in due edizioni dei Giochi (due ad Atlanta, uno a Sydney).

Tra Chechi e Rossi c’è una simpatica amicizia rinsaldata dalla comunque passione per la bicicletta. E le due ruote sono un’occasione di divertimento e di sfida anche per Rossano Galtarossa, campione olimpico di canottaggio a Sydney, capace di salire nuovamente sul podio, alla sua quinta Olimpiade, con l’argento conquistato a Pechino nel 4 di coppia, e per Cristian Zorzi, campione  a “cinque cerchi” nello sci di fondo a Torino 2006 con la staffetta 4x10 km.

Con i suoi due percorsi (il Gran Fondo di 127 km e il Medio Fondo di 67 km), la Prosecco Cycling Classic si snoderà nel cuore delle colline di Valdobbiadene in un periodo in cui colori e i sapori sono più intensi. Allo spettacolo della natura si abbinerà una sfida sportiva che, a questo punto, con Chechi, Rossi, Galtarossa e Zorzi, crescerà d’intensità e di richiamo.

Nella Marca Trevigiana, terra che vive intensamente la passione per il ciclismo, la presenza dei quattro campioni farà da moltiplicatore per il tifo lungo il percorso. Ma non è tutto: il cast della Prosecco Cycling Classic promette di crescere ancora nelle ore della vigilia. La sfida di Chechi, Rossi, Galtarossa e Zorzi potrebbe trovare altri interpreti.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach