Armstrong: al Tour ci vado per vincere

| 29/06/2009 | 14:08
Lance Armstrong va al Tour per vincere: se poi Contador sarà più forte, si metterà al suo servizio, ha detto lo statunitense in una intervista concessa alla vigilia del Tour de France.
«Capiremo subito come stanno le cose, ma non avrò problemi nel mettermi al servizio di Contador se si dimostrerà il più forte, perché fa parte del mio mestiere. Alberto è lo scalatore più forte del mondo, ma a volte è troppo nervoso e irrequieto. Da parte mia, ho fatto tutto per presentarmi al meglio in questa sfida: non sono sicuro di vincere, come poteva essere in altre edizioni, e anche la confidenza con la corsa non è certo la stessa di quando ho vinto per sette volte. Mi sento un po’ come nel 2003, quando vinsi con poco vantaggio su Ullrich».
E ancora: «Spero di essere con i migliori nei momenti chiave della corsa. I tifosi francesi? Non chiedo che mi accolgano con petali di rosa, ma spero che non mi gettino le spine. Il doping? Finora ho subìto 33 controlli, non so quanti corridori sono stati controllati come me».
Copyright © TBW
COMMENTI
LANCE
29 giugno 2009 15:00 ale63
HO VISTO L'INTERVISTA SULLA TV FRANCESE.. A MIO PARERE LANCE PUO' DAVVERO VINCERE IL TOUR.. CONTADOR E' GIA' NERVOSO PRIMA DI PARTIRE DUNQUE AVRA' SICURAMENTE QUALCHE GIORNO NERO... VIVA LANCE, CAMPIONE NELLO SPORT E NELLA VITA! ALE

Armstrong-Contador:duello all'ultima siringa!
29 giugno 2009 15:42 pickett
Uno scontro di titàni:da una parte il + grande imbroglione impunìto nella Storia dello Sport,dall'altra l'ultimo esponente di una Nazione che,in fatto di imbrogli,ha fatto scuola nel mondo,e quando si tratta di rubare non é seconda a nessuna.Purtroppo mancherà il terzo ladrone,il mitico Valverde...Piti e A.C.(com'erano indicati nelle liste dei rispettivi dottori)non contenti di siringarsi alla grande,hanno anche sfornato un bel biscottone al Delfinato,senza neppure preoccuparsi di salvare le apparenze,con tanto di pacca sulla spalla di Piti ad A.C. davanti alle telecamer!E nessuno che abbia avuto nulla da ridire,come se fosse una cosa normalissima!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

È come se avesse tirato per l’ultima volta un salvagente al movimento ciclistico italiano. Un ultimo e estremo gesto di disponibilità e apertura, ma in ogni caso definitivo, ultimo e finale. È difficile che ce ne siano ancora in futuro....


Un nuovo prestigioso sponsor si unisce al team Bardiani CSF Faizanè per la stagione 2020. Si tratta di CLIQUE, marchio di abbigliamento del gruppo New Wave, che fornirà alla squadra tutto l’abbigliamento...


Si terrà lunedì 9 marzo (ore 19, 30) presso il Grand Hotel Leonardo da Vinci di Cesenatico (via G. Carducci 7) la presentazione della Settimana Internazionale Coppi e Bartali che si correrà dal 25 al 29 marzo con partenza come...


Il ciclista spagnolo Juan Camacho del Fresno ha confermato il suo ritiro dal ciclismo professionistico a poche settimane dall'inizio ufficiale della stagione 2020. Il portacolori della Kometa-Xstra Cycling Team ha preso questa decisione come conseguenza di ricorrenti problemi al ginocchio...


Un anno da incorniciare. Julian Alaphilippe nel 2019 ha vinto tanto e bene. Pronti via ha conquistato due tappe alla Vuelta a San Juan, quindi una al Tour Colombia, la Strade Bianche, due tappe della Tirreno-Adriatico, la Milano-Sanremo, una tappa...


Caro Direttore, ricordo con simpatica nostalgia una trasmissione radiofonica della mia (nostra ?) gioventù: portava il nome di Alto Gradimento ed era condotta da due altrettanto giovani Renzo Arbore e Gianni Boncompagni. Uno dei bizzarri personaggi che la animavano usava...


  Lo chiamavano “Mano Santa”. Perché prese in mano, nelle mani, fra le mani, il ciclismo, quello del Novecento, dall’epoca eroica fino all’epoca moderna, da Guerra a Bugno attraverso Coppi e Baldini, Adorni e Moser, e lo benedì, lo beatificò,...


Trentacinque anni fa si chiudeva una pagina distoria e si apriva una ferita che da allora non si è più sanata. Quella notte, infatti, Milano perdeva il suo Palazzo dello Sport e con esso anche la sua mitica Sei Giorni...


«La prima Apocalisse»: così Egan Bernal racconta il suo primo allenamento “lungo” dell’anno, accompagnando la foto del suo Garmin postata sui social. Sette ore e 51 secondi impiegati per percorrere 269, 4 knm alla media di 38, 4 km orari....


La fresca campionessa australiana Amanda Spratt ha messo a segno il colpo doppio conquistando la seconda tappa del Santos Tour Down Under sukl traguardo di Birdwood e indossando la magia ocra di leader della classifica generale. Spratt ha regolato allo...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155