TOUR. CARLOS RODRIGUEZ ED EGAN BERNAL GUIDANO LA INEOS GRENADIERS

TOUR DE FRANCE | 24/06/2024 | 12:59

Carlos Rodríguez ed Egan Bernal guideranno una squadra esperta al 111° Tour de France con due vincitori del Tour in passato e cinque vincitori di tappa. Gli otto corridori della Ineos Grenadiers hanno corso ben 39 edizioni della Grande Boucle e collettivamente sanno cosa serve per avere successo nella corsa più prestigiosa del ciclismo.


Dopo l'ottima prestazione nell'edizione 2023 del Tour de France, Carlos Rodríguez ha continuato la sua progressione come uomo da corse a tappe vincendo il Tour de Romandie, arrivando secondo al Giro dei Paesi Baschi e quarto posto al Critérium du Dauphiné con una vittoria di tappa. Accanto a lui a guidare il team britannico ci sarà Egan Bernal ha continuato a progredire e dopo l'incidente che avrebbe potuto cambiare la sua vita nel 2022. Il colombiano quest'anno è giunto settimo alla Parigi-Nizza, terzo alla Volta a Catalunya e quarto al Tour de Suisse.


Accanto a loro ci sarannolo spagnolo Jonathan Castroviejo, il belga Laurens De Plus, il polacco Michal Kwiatkowski e i britannici Tom Pidcock, Geraint Thomas e Ben Turner.

Scott Drawer, Performance Director del team, ha dichiarato: "Siamo tutti pronti a partire da Firenze e ad affrontare tre settimane di gare tra le più dure dello sport, davanti ai migliori tifosi del mondo. La competizione è più agguerrita che mai, ma nulla è scontato nel ciclismo dei grandi giri. Abbiamo gareggiato in questa stagione come cacciatori, non come prede, e questo porta i suoi vantaggi. Il Giro d'Italia è stato un perfetto esempio di come amiamo correre come squadra, mettendo pressione, lottando per ogni opportunità e correndo rischi, ed è il modo in cui abbiamo intenzione di correre in Francia nelle prossime settimane».

E ancora: «Dopo una stagione costante ad alto livello, Carlos guiderà la carica degli INEOS Grenadiers: ha continuato a stupirci con le sue corse, la sua professionalità e il suo atteggiamento dentro e fuori dalle gare. Al suo fianco ci sarà la forza e l'esperienza al Tour di Egan, con Tom e Geraint che forniranno supporto ma cercheranno anche di correre in modo aggressivo, disturbare e portare la gara alla nostra competizione. L'abilità di uno scalatore come Laurens sarà preziosa anche in alta montagna, mentre Castro porterà il suo marchio di fabbrica altruista e costante presenza alla squadra e aiuterà a guidare il team. E con tutta la sua esperienza e le vittorie al Tour de France a pieno titolo, Kwiato fornirà intuizione, protezione e cercherà opportunità in pianura e nelle tappe "a rischio vento" insieme a Ben».

Carlos Rodríguez ha detto: «La mia preparazione è andata bene finora e sono fiducioso che partirò da Firenze nella migliore forma possibile. Ho avuto un buon blocco di allenamento alla fine dell'anno scorso e un ottimo camp in quota a gennaio. Ho avuto un inizio d'anno più lento di quanto volessi, ma ho invertito la tendenza e le gambe ora girano bene Penso che questo dimostri che il piano ha funzionato e che abbiamo fatto le cose nel modo giusto e nell'ordine giusto. Il team mi ha aiutato molto quest'anno, esaminando ogni aspetto della mia prestazione e analizzando ogni dettaglio per aiutarmi a migliorare. Ora mi sento pronto e non vedo l'ora che inizi il Tour».

Egan Bernal a sua volta aggiunge: «Sono molto felice di essere stato selezionato di nuovo per il Tour. È un grande onore partecipare alla gara più importante del mondo e, come ogni anno, lotteremo per il miglior risultato possibile. La mia ambizione è quella di essere davvero competitivo e poter fare davvero la differenza in gara. Come squadra vogliamo vincere e abbiamo alcuni corridori che possono fare davvero bene. Sarà importante avere diverse opzioni, soprattutto nella seconda e terza settimana. Se riusciamo a raggiungere quel punto con un certo numero di corridori in alto in classifica generale, può diventare un po' un gioco strategico, e avere varie carte da giocare sarà importante».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Qualcuno lo ha definito il nuovo Cannibale, perché non ha lasciato vittorie a nessuno. Lo sloveno domenica a Nizza salirà sul podio del vincitore e per lui questo sarà il terzo successo finale al Tour de France. «Quando Simon Yates,...


L'ultima tappa in linea della Grande Boucle numero 111 ha caratteristiche che ricordano quelle di ieri - chilometraggio contenuto e ben quattro gpm - anche se non si toccano i picchi altimetri del Vars e del Col de la Bonette....


Raffica di statistiche sulla diciannovesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 15: POGACAR EGUAGLIA CAVENDISH E SUPERA MERCKX Con la 15ª vittoria di tappa, Tadej Pogacar raggiunge Freddy Maertens al 12º posto della...


Due ore dopo le donne, sabato 27 luglio sullo stesso identico percorso verranno assegnate le medaglie della crono individuale maschile. Ricordiamo che il tracciato misura 32, 4 chilometri, parte e termina nel cuore di Parigi ed è completamente pianeggiante, destinato...


Sarà la prima medaglia in assoluto per il ciclismo ai Giochi Olimpici di Parigi 2024: la cronometro su strada femminile aprirà la corsa all'oro per il mondo delle due ruote. L'appuntamento è fissato per sabato 27 luglio alle 14.30: per...


Chi pensava o sognava l’impresa impossibile, affermando che il Tour era ancora aperto è servito. Che oggi Tadej Pogacar arrivasse solo era una sentenza già scritta. Infermabile. Imbattibile. Però sentiamo se anche Mario Cipollini è dello stesso parere. Cipo, che...


La Status 2 di Specialized non è una bici comune. Anche se riceve lo stesso livello di ingegneria delle nostre Stumpjumper o Epic,  la differenza sta nella sua intenzione. Progettata per essere semplice e pronta a tutto, la Status 2 offre prestazioni eccezionali...


Dopo il terzo posto conquistato ieri da Rachele Barbieri al termine della prima tappa in linea, le atlete italiane continuano ad essere protagoniste del Baloise Ladies Tour. Sul traguardo di Zulte, dove si è conclusa la tappa odierna, Sara Fiorin...


Matteo Jorgenson e Wilco Kelderman hanno avuto il via libera dalla squadra per andare a conquistare la tappa, ma di fronte ad uno straordinario Tadej Pogacar, i loro piani sono saltati nel finale. Lo statunitense della Visma-Lease a Bike fino...


Tadej POGACAR. 10 e lode. Incontenibile e impareggiabile Tadej. Luce abbacinante di un Tour e di un ciclismo sublime che lui sa sublimare come nessuno. Lassù dove osano le aquile, questo ragazzo con il ciuffetto e il sorriso di chi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi