VAN AERT. «GRANDE VITTORA DI SQUADRA, IO HO ANCORA MARGINI DI CRESCITA E DOMANI...»

PROFESSIONISTI | 24/02/2024 | 19:21
di Francesca Monzone

Per Wout Van Aert oggi l’obiettivo principale era quello di vincere come squadra e grazie al successo di Jan Tratnik la Visma-Lease a Bike ha conquistato la prima Classica della stagione. Per il team olandese questo è il terzo successivo consecutivo alla Omloop Het Nieuwsblad, partendo dal 2022 quando la vittoria è andata a Van Aert, poi lo scorso anno il primo a tagliare il traguardo è stato Van Baarle davanti al giovane De Lie, che invece oggi ha deluso.


Alla partenza gli uomini della Visma - Lease a Bike avevano un piano ben preciso e a 140 chilometri dal termine della gara hanno fatto esplodere completamente la corsa. Sul tratto di strada subito dopo Kruisem e conoscendo bene la direzione del vento, hanno avuto gioco libero portando allo scoperto il gruppo. «Conoscendo bene come avrebbe tirato il vento, sapevamo che sarebbe stata una battaglia di logoramento - ha detto Wout van Aert dopo il traguardo –. Sapevamo che il gruppo si sarebbe potuto rompere e abbiamo lavorato su quello».


Il team giallo-nero sapeva che il meteo avrebbe avuto un ruolo importante e per questo si erano ben preparati, ma solo dopo alcuni tentativi il loro piano ha iniziato a dare i primi risultati. «In realtà volevamo fare qualcosa prima, ma dopo Oudenaarde il vento non era ancora molto buono. Il nostro piano era quello di rendere la gara subito dura ma Tratnik era rimasto indietro nel gruppo e abbiamo dovuto aspettare».

Van Aert alla vigilia della gara aveva espresso il suo desiderio di vincere ancora a Ninove ma è stato ugualmente contento perché la vittoria è andata al suo compagno di squadra e lui è arrivato terzo.

«Sono molto contento di come abbiamo vinto. Avrei potuto vincere anche io, ma avevamo detto in anticipo che la squadra era forte e che avevamo diversi uomini adatti alla vittoria. Posso dire che abbiamo corso in modo grandioso e abbiamo saputo osare e prendere l’iniziativa e per questo siamo stati premiati».

Domani si correrà la Kuurne-Bruxelles-Kuurne e la Visma-Lease a Bike vuole vincere ancora come lo scorso anno, quando il primo a tagliare il traguardo era stato Benoot davanti a Van Hooydonck. «È sempre pericoloso trarre delle conclusioni dopo il weekend di apertura delle Classiche. Possiamo essere contenti della gara di oggi perché tutti i nostri corridori sono in ottima forma. Abbiamo fatto quello che volevamo fare ottenendo il risultato che ci eravamo prefissati. A Kuurne saremo ancora una volta la squadra più forte, ma sarà più difficile vincere perché l’arrivo è pianeggiante ed è complicato creare dei veri distacchi. Posso dire però di avere abbastanza fiducia in me stesso e per questo so che posso fare uno sprint potente. Sono soddisfatto ma so che c’è ancora del margine di miglioramento».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Un grave lutto ha colpito Saverio Metti, presidente del Comitato Regionale Toscana della Federciclismo. Nel pomeriggio di oggi martedì 16 luglio, è morto suo padre Raffaello conosciuto da tanti amici come “Allolio”. Una scomparsa giunta improvvisa per Raffaello, dopo qualche...


Dopo il ritiro forzato dal Tour de France, Juan Ayuso è costretto a rinunciare anche alla prova a cronometro dei Giochi Olimpici di Parigi2024. Al suo posto correrà Oier Lazkano della Movistar. Ayuso resta tra gli iscritti della prova in...


Con il nuovo Cytal Carbon POC si conferma un marchio costantemente votato all’innovazione,  esattamente come accaduto in passato con i caschi Octal e poi Ventral. In questo caso ogni elemento essenziale di questo casco è stato ottimizzato, anzi, è stato...


I migliori atleti Under 23 si danno appuntamento dal 17 al 21 luglio al Giro della Valle d'Aosta che compie sessant'anni. La VF Group Bardiani-CSF Faizanè ha scelto i 5 giovani che prenderanno parte alla prestigiosa gara a tappe giovanile. Al...


In occasione del secondo giorno di riposo del Tour de France, torna protagonista Raymond Poulidor! La Alpecin-Deceuninck e @mathieuvanderpoel hanno lanciato infatti la nuova maglietta #MerciPoupou e la campagna di raccolta fondi 2024! Lanciata nel 2021 in ricordo del...


È la ricerca bellezza. È il nuovo ciclismo, la nuova frontiera della ricerca applicata allo sport, è un passo avanti dell'umanità nella direzione della perfezione e dell'armonia, perché questo insegue da sempre l'uomo e spesso lo fa prendendo abbagli e...


Il secondo giorno di riposo ha concesso un po' di tregua ai corridori del Tour, che vi sono arrivati dopo due tappe corse a velocità da record e due frazioni sui Pirenei che hanno segnato in maniera netta la classifica...


Jonas Vingegaard al Tour de France è venuto per vincere e lo ha confermato anche ieri durante la conferenza stampa nel giorno di riposo. Il danese ha vinto già due volte la Grand Boucle, ma questa volta deve confrontarsi con...


Il Tour de France 2024 riparte in direzione Nizza dopo il secondo e ultimo giorno di riposo per affrontare le ultime 6 tappe. Nelle 15 frazioni disputate finora sono 10 i corridori che hanno conquistato successi, in rappresentanza di 7...


Per uno come lui è giusto festeggiare il compleanno durante il Tour de France: ne ha vinte 5 edizioni consecutive, più 2 del Giro d’Italia. Auguri al grande spagnolo  Miguel Indurain che oggi 16 luglio festeggia il compleanno numero 60....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi