"L'AMERICANO" SAMUELE PRIVITERA PRONTO A STUPIRE CON LA HAGENS BERMAN AXEON

CONTINENTAL | 13/02/2024 | 08:07

Si è allenato nella sua Liguria, sui tornati innevati della Valcava, e ora Samuele Privitera è pronto a onorare i suoi nuovi colori della Continental americana Hagens Berman Axeon. Con Mattia Sambinello sono i due atleti italiani a militare nella formazione diretta da Axel Merckx figlio dell'immenso Eddy.


Dopo due anni con gli juniores del Team F.lli Giorgi in cui ha messo in mostra, in più di una occasione il suo potenziale, Privitera inizia una nuova avventura lontano da casa, dalle sue abitudine, dal ciclismo italico che ha bisogno di aggiornarsi sulla gestione e sulla crescita dei giovani talenti. Con tutta probabilità Priviterà esordirà in Slovenia, nel Trofeo Umag mercoledì 28 febbraio.


 

Copyright © TBW
COMMENTI
Aggiornarsi?
13 febbraio 2024 11:40 Bullet
Ma se ci sono ragazzini di 14 anni seguiti quasi come dei professionisti. Piuttosto vedremo questi talenti se avranno ancora qualcosa nel motore quando serve, cioè dai 20 anni in su, dato che nelle categorie giovanili sono già tirati al massimo.

bullet
13 febbraio 2024 15:47 fransoli
mi sembra strano che il proelema dell'usura giovanile sia un problema solo italiano... basta leggere i risultati di questo inizio stagione di sono tantissimi 21enni o poco più stranieri che fanno incetta di risultati.... ora dubito fortemente che questi siano usciti fuori dal nulla, se sono stati fatti passare è segno che nelle categorie inferiori si saranno fatti notare e che pertanto un pò si saranno spremuti, non credo che i ds abbiano la sfera di cristallo. Non mi stupirebbe che la famosa usura giovanile derivasse da preparazioni oramai antiquate. In generale sembra che i talenti stranieri una volta passati di categoria facciano meno fatica a ritrovare la loro dimensione.

@fransoli:...ni
13 febbraio 2024 16:18 Bullet
È una cosa molto semplice, dovendo sperare che qualcuno a noi ci prenda si spinge a tavoletta già in tutte le categorie giovanili mentre all'estero hanno una programmazione che non obbliga ad andare sempre a tutta ma perché sanno che poi hanno già degli sbocchi garantiti negli anni a venire senza dover per forza dimostrare tutto a 16-17 anni. Questa è la differenza, in Italia non abbiamo più verso l'alto la filiera, diciamo garantita, di 20 anni fa anche se è indubbio che la categoria di passaggio tra i prof., cioè i dilettanti, sia quasi sparita e serve più che altro per selezionare all'interno degli stessi team devo. Io a certe corse giovanili ogni tanto l'occhio ce lo butto e vedo tutto troppo spinto molto più di 20 anni fa, seguiti magari da preparatori che seguono a loro volta corridori in categorie superiori quindi non vedo metodi antiquati in assoluto ma troppo e con poche pause partendo già dagli esordienti.

Bullet
13 febbraio 2024 21:10 Miguelon
D'accordissimo con te. Vedasi la Colpack: 14 giorni in ritiro in Spagna con anche gli juniores e due allievi (!). Gli esordienti stanno già macinando chilometri da dicembre. A questa età gli sforzi dovrebbero essere concentrati in pochi mesi e sempre senza esagerare. Il livello è altissimo. Infatti sono pochi i plurivittoriosi. E chi vince poche gare è già considerato. Poi si vedrà come sarà il futuro.

@miguelon
13 febbraio 2024 22:45 Bullet
Addirittura! Beh ma ormai vedendo come si allenano già da esordienti non mi stupisco più di niente...da allievo un tempo d'inverno fino a febbraio ti dicevano che bisognava solo fare il fondo col rapportino in agilità e senza quasi mai fare salita e assolutamente mai fuorigiri se no poi vedevi come ti facevano fischiare le orecchie....però, come si dice oggi, una volta erano tutti stupidi e va beh, si cerca comunque di capire le novità ma mi risulta sempre molto difficile e poi comunque i limiti son sempre quelli non ci si può inventare l'acqua calda.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Parla ancora francese il Trofeo Laigueglia. Dopo Nans Peters l'anno scorso, quest'anno tocca al giovane Lenny Martinez alzare le braccia al cielo. Il talento della Groupama-FDJ, dopo essersi inserito nel tentativo d'attacco giusto, ha fatto la differenza sull'ultima scalata di...


Prima corsa della stagione e subito esordio tra i grandi del pedale per Jarno Widar, 18enne talento belga il cui nome ha iniziato a circolare ormai da qualche tempo sulle bocche degli appassionati e degli addetti ai lavori. Classe 2005,...


La stagione ciclistica italiana dei professionisti ha appena preso il via in Liguria (QUI la nostra diretta) e qui di seguito vi proponiamo 8 dichiarazioni pre-Laigueglia: MARCO TIZZA (Bingoal) «È stata una mia scelta fare così tante corse finora perché...


Parla ancora una volta italiano l' Umag Trophy Ladies. Dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno da Alessia Vigilia, oggi è stata la giovane Sara Fiorin a conquistare il primo gradino del podio nella competizione croata. La brianzola della  UAE...


C'è sempre una prima volta... Vicente Rojas è il primo cileno della storia a correre il Trofeo Laigueglia. Nato il 30 aprile del 2002, è ufficialmente approdato al professionismo quest’anno con la VF Group Bardiani CSF Faizané dopo essere stato...


La nuova e interessante iniziativa legata al nome "Laboratorio del Ciclismo" è finalizzata a coinvolgere scuole, oratori, eventi sportivi sul territorio e altri occasioni utili a coinvolgere le nuove generazioni. Un impegno a 360 gradi che punta a sviluppare l’uso...


Al Trofeo Laigueglia – classica di categoria Pro Series del Calendario Internazionale UCI – esordisce in Italia la Petrolike Forte Sidermec. Il Team Manager Gianni Savio ha dichiarato: “Abbiamo iniziato bene la stagione in Sudamerica, più precisamente in Venezuela e...


Lo sappiamo bene cosa accade, basta un inizio di primavera e la voglia di pedalare diventa straripante, non è così che succede? Tranquilli, se vi state immaginando su una nuova bici per l’inizio della primavera sappiate che la realtà potrebbe...


Saranno 172 i ciclisti partenti nel 61° Trofeo Laigueglia, gara internazionale per ciclisti professionisti che apre il calendario professionistico in Italia. Si corre oggi sulle strade della Riviera di Ponente con la partecipazione di ben 25 team tra cui 9...


Tutto è nato da un post su Linkedin ed è naturale che il social network dedicato soprattutto ai rapporti professionali e al mercato del lavoro ospiti oggi anche il Team Polti Kometa. Ricordate? Ve lo abbiamo raccontato per primi, l'incontro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi